Qual è il fegato umano, la funzione e la malattia

Il fegato nel corpo umano è la ghiandola più grande. Svolge una decina di funzioni principali, ognuna delle quali estremamente importante per il normale funzionamento dell'organismo. La maggior parte delle varie malattie iniziano a svilupparsi a causa di una funzione epatica impropria..

Costipazione, gonfiore, disturbi dell'apparato digerente e molti altri disturbi sono associati al fatto che ci sono stati cambiamenti nel fegato e malfunzionamenti sono iniziati nel suo lavoro. Il corretto funzionamento del fegato è estremamente importante per ogni persona, ma non tutti lo capiscono e conducono uno stile di vita malsano, interrompendo così il suo lavoro.

Informazioni generali sull'organo

La ghiandola inizia a nucleare anche nel periodo embrionale nel primo trimestre di gravidanza. Inizia a formarsi dall'intestino medio primario.

Come accennato in precedenza, questo è l'organo più grande, vale a dire la ghiandola, in media il peso del fegato varia da 1,2-1,5 kg (in un adulto), e pesa leggermente meno nelle donne che negli uomini. Se la massa del fegato viene superata in modo significativo, ciò indica la presenza di un processo patologico.

Struttura e anatomia del fegato

Il fegato nel corpo umano ha una consistenza morbida, si presenta come un tronco di cono irregolare, con bordi arrotondati. La struttura del fegato umano differisce dagli altri organi in quanto ha due superfici:

  • La superficie convessa superiore è rivolta ed a contatto con la parte inferiore del diaframma.
  • La superficie inferiore è rivolta verso il basso e all'indietro, è a contatto con gli organi addominali.

Quasi tutta la ghiandola è coperta dal peritoneo, ad eccezione della superficie superiore dietro.

Dov'è il fegato, da che parte

L'anatomia umana è costruita in modo che l'organo sia immobile, ma quando si muove con il diaframma, si muove con esso. Mantiene la ghiandola in posizione con gli addominali. Il fegato si trova sotto le costole sul lato destro, ma poiché ha dimensioni impressionanti, i suoi bordi possono raggiungere le costole di sinistra, in questa zona entra in contatto con lo stomaco.

La struttura e le caratteristiche del fegato umano

È costituito da due lobi: destro e sinistro. Di questi, quello di destra è molto più grande..

La ghiandola è composta da cellule - epatociti, producono bile per la cistifellea.

Gli epatociti hanno una forma prismatica, i cosiddetti lobi. I capillari biliari passano tra i lobi, passando successivamente in grandi condotti. Da loro si forma un condotto comune, attraverso il quale la bile entra nella cistifellea.

Le cellule costituenti del fegato nell'uomo svolgono una delle funzioni più importanti del corpo: purificano il sangue dalle tossine e dalle sostanze nocive. Tutto il sangue nel corpo umano passa attraverso il fegato, è una specie di filtro.

Le principali funzioni del fegato

L'organo svolge molte funzioni diverse nel corpo umano, senza le quali non può esistere più di un organismo vivente.

Le principali funzioni del fegato umano:

Normalizzazione dell'apparato digerente

Il fegato serve e funziona per il normale funzionamento dell'apparato digerente. Produce bile, che viene immagazzinata nella cistifellea..

Quando il cibo entra nello stomaco, la bile entra nella cavità e inizia ad abbattere le sostanze utili per il corpo. Se la bile non elaborasse il cibo, il corpo non riceverebbe proteine, carboidrati e vitamine nella giusta quantità.

Funzione detergente

Pulisce il sangue da sostanze nocive e tossine. Se ciò non accadesse, ogni persona non sarebbe in grado di vivere un giorno a causa dell'avvelenamento da tossine. Il fegato nel corpo umano è impegnato nella funzione di pulizia principalmente di notte, quando tutti gli altri organi sono a riposo (riposo).

Gli esperti dicono che se fai colazione o bevi almeno una tazza di tè tra le 5 e le 7 del mattino, in questo caso, una dose tossica di bile per notte verrà lanciata nell'apparato digerente, quindi non influendo negativamente sul corpo durante il giorno..

Regolazione del metabolismo

Il fegato è un organo che prende parte all'elaborazione di carboidrati e grassi. Inoltre, il glicogeno si deposita nella ghiandola, che è estremamente necessario per il corpo umano in varie situazioni stressanti..

Il fegato funge anche da "scudo", protegge tutti gli altri organi da scariche di adrenalina indesiderate. Elabora, trattiene e distribuisce anche tutte le sostanze utili tra gli organi vicini, come milza e intestino..

Regolazione dei livelli di glucosio

Il ferro controlla i livelli di zucchero nel sangue durante la lavorazione di grassi, proteine ​​e carboidrati. Se il livello di zucchero nel sangue aumenta, il fegato inizia a trasformarlo in glicogeno, che viene immagazzinato lì..

Quando lo zucchero nel sangue, al contrario, scende, il glicogeno inizia a degradarsi, trasformandosi in glucosio, che poi entra nel flusso sanguigno. Pertanto, il livello di zucchero nel corpo umano è regolato..

Questi hanno elencato le funzioni più importanti del fegato nel funzionamento del corpo umano. Inoltre, è direttamente coinvolto nel metabolismo dei grassi e delle proteine, nella sintesi delle vitamine, nella normalizzazione del metabolismo del sale marino, produce la bile e contribuisce anche al normale assorbimento di grassi e carboidrati..

Cambiamenti legati all'età nel fegato

Il fegato, come ogni organo, subisce cambiamenti legati all'età. Ci sono tre di questi periodi nelle ghiandole:

  1. Il primo periodo in cui l'organo si sviluppa nell'infanzia e nell'adolescenza.
  2. Il secondo è il processo di formazione e maturazione, fino a 40 anni. Quando la massa muscolare e l'esercizio sono al loro estremo.
  3. La terza fase inizia dopo i 40. Durante questo periodo di tempo, la massa muscolare inizia a diminuire rapidamente, mentre la massa grassa, al contrario, aumenta.

Il processo di progressione della terza fase dipende dallo stile di vita e dall'attività fisica della persona.

Alcuni esperti distinguono anche il quarto periodo, quando la massa muscolare diventa minima e il grasso a volte prevale, si verifica dopo 50 anni di vita..

Segni di malattia del fegato

Quando il fegato di una persona fa male, questo indica un processo patologico nel corpo. Poiché il fegato fa male in un modo molto particolare (praticamente non può ammalarsi), è difficile identificarlo nelle fasi iniziali delle malattie del fegato. Il dolore tipico può indicare un aumento e, di conseguenza, una pressione sugli organi e sulle pareti adiacenti.

I principali segni di malattia del fegato sono:

  • Sapore caratteristico in bocca, amaro e odore sgradevole;
  • Stanchezza o irritabilità;
  • Dolore all'ipocondrio destro o allo stomaco;
  • Ingiallimento della pelle, della lingua o dei bulbi oculari;
  • Sanguinamento dal naso;
  • Cambiamenti caratteristici nelle urine e nelle feci;
  • Nausea, spesso vomito;
  • Gonfiore degli arti inferiori;
  • Lividi irragionevoli sulla pelle.

Malattia del fegato

La causa principale della malattia del fegato è il suo sovraccarico di elementi nocivi. Inoltre, le cause delle malattie sono:

  • Uso regolare di farmaci;
  • Consumo di alcool;
  • Dieta squilibrata, in cui predominano cibi grassi e fritti;
  • Scarsa qualità dell'acqua;
  • Malattie virali;
  • Lesioni;
  • Effetti parassitari sul corpo;
  • Stile di vita sbagliato.

Tutti questi fattori possono causare alterazioni del fegato, gravi complicazioni e malattie..

Intoxic è un agente antielmintico che rimuove in modo sicuro i parassiti dal corpo.
Intoxic è migliore degli antibiotici perché:
1. In breve tempo uccide i parassiti e li rimuove delicatamente dal corpo.
2. Non causa effetti collaterali, ripristina gli organi e protegge il corpo in modo affidabile.
3. Ha una serie di raccomandazioni mediche come rimedio sicuro.
4. Ha una composizione completamente naturale.

  • Epatite;
  • Cirrosi epatica;
  • Insufficienza epatica;
  • Tumore maligno;
  • Epatosi;
  • Colangite;
  • Formazioni cistiche.

Per prevenire l'insorgenza di malattie, i medici consigliano di sottoporsi periodicamente a esami, equilibrare la dieta, abbandonare le cattive abitudini e condurre uno stile di vita corretto e sano. Con deviazioni anche minori nel lavoro dell'organo, è necessario chiedere prontamente consiglio alle istituzioni mediche.

Funzioni epatiche: una breve descrizione di alcune di esse. Come si manifesta la disfunzione d'organo e come controllare i cambiamenti patologici?

Il fegato è la ghiandola più grande con numerose funzioni nel corpo umano. Neutralizza le tossine, produce enzimi, partecipa alla circolazione sanguigna, immagazzina vitamine e minerali, produce ormoni.

In medicina, il fegato viene paragonato a un intero laboratorio biochimico; i suoi compiti comprendono più di 500 funzioni importanti. Per descrivere tutte le funzioni di questo organo, non è richiesta una sola pagina di testo in caratteri piccoli, quindi nel nostro articolo descriveremo brevemente le funzioni del fegato, scegliendo tra tutte le più importanti e basilari.

Fisiologia del fegato

Il fegato è un grande organo ghiandolare addominale dell'apparato digerente. Localizzazione dell'organo: il quadrante superiore destro dell'addome sotto il diaframma. È un organo vitale che supporta in varia misura tutti gli altri organi e sistemi del corpo, oltre a svolgere numerosi processi biochimici.

Il fegato è il secondo organo più grande, con un peso di 1,4 kg. L'organo è diviso in 4 lobi e una struttura morbida. Colore: rosa-marrone. Inoltre, diversi dotti biliari partono dal fegato..

Lo sviluppo del fegato si nota alla 3a settimana di sviluppo fetale, raggiungendo la piena maturità all'età di 15 anni. Si trova quasi completamente dietro il torace, ma allo stesso tempo si può sentire la parte inferiore insignificante dell'organo quando si inspira lungo l'arco costale destro.

È ricoperto da uno strato di tessuto connettivo, chiamato "capsula di Glisson". Questa capsula si estende su tutta la superficie del fegato ad eccezione dei piccoli vasi epatici. Il fegato è attaccato al diaframma e alla parete addominale grazie al legamento falciforme, dividendolo in un piccolo lobo sinistro e un grande destro.

Interessante. La descrizione del fegato è stata fatta nel 1957 dal chirurgo francese Claude Kuinaud. Ha identificato 8 segmenti di fegato e ha descritto ciascuno di essi. Oggi la medicina, grazie agli studi radiografici, descrive una media di 20 segmenti, ognuno dei quali ha i propri rami vascolari indipendenti..

Ogni segmento d'organo è diviso in lobi, rappresentati da grappoli esagonali discreti di epatociti. Gli epatociti sono cellule del parenchima epatico che costituiscono dal 60 all'80% del volume della massa epatica.

Svolgono funzioni così importanti nel corpo:

  • sintesi e accumulo di proteine;
  • trasformazione dei carboidrati;
  • sintesi di colesterolo, fosfaloidi e sali biliari;
  • disintossicazione, modifica e ritiro dei componenti endogeni;
  • inizio del processo di formazione della bile.

Il fegato svolge importanti funzioni nell'organismo: mantiene la concentrazione di glucosio nel sangue, la secrezione della bile favorisce la normale digestione e disintossicazione.

Attenzione. A causa dello svolgimento di numerose funzioni, il fegato è un organo piuttosto suscettibile a vari danni e influenze negative.

Funzionalità epatica

Il compito principale dell'organo è:

  • purificare il corpo dai prodotti di decadimento;
  • ridurre l'esposizione alle tossine.

L'attività del fegato e i disturbi metabolici sono influenzati da un ambiente negativo, ecologia, cibi di bassa qualità e stress frequente.

Tutte le funzioni svolte dal fegato sono convenzionalmente suddivise in 3 grandi blocchi:

  1. Funzioni esterne. Produzione, secrezione ed escrezione della bile nel duodeno.
  2. Funzioni interne. Emopoiesi e processi metabolici.
  3. Funzioni di barriera. Lotta contro le tossine e varie sostanze tossiche e la loro distruzione.

Diamo uno sguardo più da vicino alle funzioni svolte dal fegato nel corpo..

Digestivo (escretore)

Il fegato è un organo direttamente coinvolto nei processi di digestione, ha un valore enzimatico. Il fegato è la più grande ghiandola del corpo, è responsabile della produzione di bile.

Normalmente vengono prodotti da 0,5 a 1 kg di bile al giorno. Questo componente è necessario per la scomposizione dei grassi.

La composizione della bile è la seguente:

  • acqua - 82%;
  • acidi biliari - 12%;
  • lecitina - 4%;
  • colesterolo - 0,7%;
  • bilirubina e altre sostanze - 1%.

Quando interagiscono con i prodotti che entrano nel corpo, gli acidi biliari ei loro sali scompongono i grassi in particelle scarse, il che facilita il processo di assimilazione e digestione.

Inoltre, gli acidi biliari aiutano ad attivare il processo di assorbimento di tali componenti:

  • colesterolo;
  • acidi grassi insolubili;
  • sali di calcio;
  • vitamine K, E e gruppo B.

Le funzioni della bile sono importanti quanto le funzioni del fegato.

Grazie a questa sostanza, nel corpo si verificano i seguenti meccanismi:

  • inibizione dei processi di putrefazione nell'intestino, poiché la bile stimola il tono dell'intestino tenue;
  • digestione e assimilazione di proteine ​​e carboidrati;
  • stimolazione della produzione di succo pancreatico da parte del pancreas;
  • attivazione della formazione della bile nel fegato.

Come risultato del lavoro della bile, tutte le sostanze nocive e tossiche vengono rimosse dal corpo. Con lo sviluppo della malattia dei calcoli biliari o con l'ostruzione dei dotti (restringimento del loro lume), il meccanismo di eliminazione delle tossine viene disturbato, il che influisce negativamente sul funzionamento del fegato, il deflusso della bile peggiora e questo, a sua volta, porta al ristagno della bile nel corpo.

Omeostatico

Questa funzione è anche chiamata biochimica, poiché le seguenti reazioni si verificano nel fegato:

  • scissione degli amminoacidi;
  • produzione di glucosio;
  • transaminazione.

L'energia prodotta da tali processi è una componente importante del metabolismo energetico. Quando l'emoglobina viene scomposta, viene prodotta la bilirubina, che a sua volta ha un effetto tossico sul corpo. La proteina presente trasforma la bilirubina in una sostanza che viene trasportata nell'intestino e poi esce insieme alle feci.

Emostatico

Questa funzione del fegato produce proteine ​​chiamate globuline. Entrano nel flusso sanguigno, dove sono importanti: forniscono il grado necessario di coagulazione del sangue.

Barriera

Durante il giorno, il corpo è esposto a influenze negative, che possono essere causate da:

  • ecologia aggressiva;
  • cibo di scarsa qualità;
  • farmaci;
  • virus e batteri.

La funzione antitossica (barriera) del fegato è finalizzata a combattere tali meccanismi negativi, il suo compito è ridotto a:

  • neutralizzazione delle tossine;
  • scissione di prodotti di bassa qualità che entrano nel corpo in sostanze scarse, che vengono successivamente escrete dal corpo attraverso l'intestino.

La funzione disintossicante del fegato è dovuta alla purificazione del sangue venoso dalle sostanze assorbite, che avviene nella vena porta. Grazie a macrofagi specializzati (cellule di Kupffer), le particelle nocive vengono catturate nel sangue, legate dagli acidi e successivamente escrete dal corpo insieme alla bile.

Attenzione. La funzione barriera del fegato dipende interamente dalla quantità di proteine ​​che entrano nel corpo. Pertanto, al fine di mantenere le normali funzioni vitali del corpo, è necessario mangiare correttamente e con alta qualità e osservare un regime di consumo completo..

Deposizione di sangue

Il fegato è lontano dall'ultima posizione nella normalizzazione del flusso sanguigno e della pressione sanguigna. L'organo è una sorta di "deposito" per il sangue, nei vasi epatici c'è una regolazione costante del sangue, il volume può raggiungere 1 litro.

Metabolico

Questa funzione è una delle funzioni più basilari e voluminose svolte dal fegato. Come sapete, varie reazioni chimiche si verificano regolarmente nel corpo umano e la ghiandola più grande prende parte attiva a questi meccanismi, come ad esempio:

  • Grasso;
  • proteina;
  • carboidrato;
  • lipidi;
  • pigmentato;
  • vitamina;
  • ormonale;
  • colesterolo.

Il fegato svolge i seguenti compiti:

  • riserva proteine;
  • conserva un apporto di glicogeno (una sostanza energetica durante la degradazione del glucosio);
  • produce acidi biliari.

Tabella 1. Funzioni metaboliche del fegato.

Processo di scambioDescrizione
Metabolismo delle proteine ​​(amminoacidi).Il fegato produce proteine ​​del sangue (albumina e globuline) che forniscono la necessaria coagulazione del sangue. Attraverso la produzione di proteine, il fegato è direttamente coinvolto nelle reazioni immunologiche che forniscono all'organismo una protezione sufficiente contro le infezioni e altri fattori negativi. Inoltre, i prodotti di degradazione delle proteine ​​entrano nell'intestino e prendono parte alla sintesi di nuove proteine ​​vitali per il corpo. Questo meccanismo è chiamato transaminazione degli amminoacidi..
Scomposizione delle proteine ​​nei prodotti finali (ammoniaca e urea).L'ammoniaca è un prodotto di degradazione delle proteine ​​che ha un effetto tossico sul sistema nervoso. Il fegato contribuisce alla conversione dell'ammoniaca in un componente tossico inferiore: l'urea. L'urea, a sua volta, viene escreta dal corpo attraverso i reni. In caso di malfunzionamento del fegato, l'ammoniaca non è completamente neutralizzata e si accumula nel corpo, il che porta a un disturbo mentale, nei casi più gravi è possibile un coma.
Metabolismo dei lipidi.Uno dei processi più importanti è la scomposizione dei grassi, a seguito della quale compaiono trigliceridi, acidi grassi e biliari, colesterolo, glicerina, ecc. Gli acidi grassi sono essenziali per il corpo per la normale funzione del muscolo scheletrico e del muscolo cardiaco. Il colesterolo è un componente importante, senza il quale il corpo non può esistere, tuttavia, se il suo trasporto è disturbato, si deposita nei vasi, il che contribuisce allo sviluppo dell'aterosclerosi.
Metabolismo dei carboidrati.Le seguenti reazioni si verificano nel fegato:

  • sintesi, stoccaggio e degradazione del glicogeno;
  • conversione del galattosio in glucosio e fruttosio;
  • ossidazione del glucosio, ecc..
Partecipazione all'assimilazione, formazione, conservazione e scambio di oligoelementi e vitamine.Il fegato partecipa allo scambio di oligoelementi (ferro, cobalto, rame, ecc.) Necessari per la formazione del sangue, e questo organo è anche coinvolto nell'assimilazione, scissione, formazione e immagazzinamento delle vitamine A, E, D, gruppo B. L'assimilazione delle vitamine liposolubili è possibile solo con produzione di acidi biliari. Alcuni gruppi di vitamine vengono accumulati e immagazzinati nel fegato, il che è necessario per una serie di reazioni chimiche.
Scambio di bilirubina.La bilirubina è un prodotto di degradazione dell'emoglobina. Ogni giorno nel corpo umano avviene un processo di distruzione dei globuli rossi in un volume dall'1 all'1,5% e circa il 20% della bilirubina si forma nelle cellule del fegato. Il meccanismo disturbato del metabolismo della bilirubina porta ad una maggiore concentrazione della sostanza nel sangue, di conseguenza, si sviluppano iperbilirubinemia e ittero.

Importante. Per l'esistenza normale, assolutamente tutte le cellule richiedono una fonte nutritiva esterna. Il fegato è proprio una tale fonte, è un fondo di riserva delle riserve energetiche del corpo, come trigliceridi, proteine ​​e glicogeno..

Endocrino (metabolismo ormonale)

Il fegato fornisce normali livelli ormonali nel corpo. Gli organi del sistema endocrino producono costantemente ormoni, che una grande ghiandola li disattiva regolarmente..

Nel fegato si verifica il processo di combinazione degli ormoni steroidei e dell'acido grasso glucuronico, a seguito del quale gli ormoni vengono inattivati. Se la funzione del metabolismo ormonale nel fegato è compromessa, si verifica un aumento del contenuto degli ormoni aldosterone e di quelli prodotti dalla corteccia surrenale. Questo meccanismo patologico può portare allo sviluppo di varie malattie, edema e comparsa di ipertensione..

Il fegato è in grado di inattivare gli ormoni:

  • prodotto dalla ghiandola tiroidea;
  • insulina;
  • ormone antidiuretico;
  • genitale.

Inoltre, il fegato normalizza la concentrazione di tali neurotrasmettitori nel corpo:

  • istamina;
  • serotonina;
  • catecolamine.

Notiamo inoltre che il fegato, all'inizio del suo sviluppo embrionale, produce ormoni che contribuiscono alla crescita e allo sviluppo del corpo umano..

Importante. Gli ormoni epatici vengono prodotti e hanno un effetto significativo sul corpo per tutta la vita di una persona. Promuovono la crescita, lo sviluppo del corpo, mantengono un normale livello di pressione sanguigna, rafforzano la naturale resistenza del corpo ai fattori avversi.

Ci sono una serie di ormoni unici nel corpo umano che sono direttamente coinvolti nelle reazioni biochimiche del fegato..

Tavolo 2. Ormoni coinvolti nelle reazioni biochimiche del fegato.

Ormoneatto
Somatomedina simile all'insulina (IGF 1).Il compito principale è attivare il processo di assorbimento del glucosio da parte dei tessuti muscolari e adiposi. È prodotto dagli epatociti sullo sfondo dell'ormone della crescita prodotto dalla ghiandola pituitaria. Nel sangue, si lega all'albumina e si diffonde rapidamente in tutto il sistema circolatorio. L'ormone è responsabile di:

  • elasticità della pelle;
  • sviluppo e crescita di muscoli, ossa e tessuto connettivo;
  • processo d'invecchiamento.

La carenza dell'ormone contribuisce all'atrofia muscolare, alla diminuzione della massa ossea e al ritardo della crescita. Un aumento della concentrazione dell'ormone IGF 1 porta allo sviluppo del gigantismo.

Angiotensina.È prodotto dall'enzima angiotensinogeno, prodotto dalle cellule del fegato. L'ormone è responsabile di:

  • elasticità e motilità dei vasi sanguigni;
  • normalizzazione della pressione sanguigna.

Una ridotta produzione di ormoni porta a picchi di pressione sanguigna e ritenzione di liquidi nel corpo. Di conseguenza, una persona sviluppa ipertensione arteriosa..

Epcidina.L'ormone aumenta il contenuto di ferro, è responsabile della sua sintesi, rafforza i meccanismi di difesa del corpo. Una concentrazione ridotta di una sostanza viene rilevata nelle seguenti circostanze:

  • anemia;
  • abuso di bevande alcoliche;
  • alto contenuto di ferro.
Trombopoietina.Questo ormone è prodotto dai reni e in piccole quantità dal fegato. Le sue funzioni includono la stimolazione della produzione di piastrine. Con una diminuzione della concentrazione di piastrine nel sangue, il fegato inizia attivamente a produrre trombopoietina.

La funzione endocrina del fegato consiste nei seguenti processi:

  1. Metabolismo e inattivazione degli ormoni steroidei. Se il fegato fallisce, la concentrazione di ormoni steroidei aumenta, il processo di scissione viene interrotto. Da qui la comparsa di numerose malattie. C'è un aumento dell'accumulo di aldosterone nel corpo, che porta alla ritenzione di liquidi. Appare gonfiore, la pressione sanguigna aumenta.
  2. Inattivazione dei neurotrasmettitori. Con insufficiente soppressione epatica dell'attività dei neurotrasmettitori, il paziente sviluppa varie malattie mentali.

Eliminazione

La fase più fondamentale e importante nel fegato è il processo di eliminazione (rimozione delle tossine dal corpo). L'eliminazione è un complesso di processi che favoriscono l'eliminazione delle tossine dal corpo in modo naturale. Le sostanze tossiche e nocive possono essere rimosse in una forma trasformata o in una forma invariata.

Malfunzionamento del fegato

La disfunzione epatica non è una patologia separata, ma una designazione di qualsiasi malfunzionamento dell'organo. Il fegato è coinvolto in numerose reazioni chimiche e biologiche, ognuna delle quali ha le proprie caratteristiche. La violazione di qualsiasi processo chimico porta a una disfunzione epatica.

Queste violazioni si riflettono nei seguenti meccanismi:

  • il sangue smette di schiarirsi;
  • i prodotti di decadimento non vengono escreti completamente dal corpo;
  • le tossine e altri componenti dannosi entrano nel flusso sanguigno, provocando un disturbo di altri organi e sistemi;
  • il ricambio dell'acqua è disturbato;
  • la difesa immunitaria del corpo diminuisce;
  • compaiono disturbi del sistema nervoso;
  • il grado di coagulazione del sangue diminuisce;
  • si verifica un disturbo dell'intero sistema digestivo;
  • la pelle appare secca, pruriginosa e squamosa.

Attenzione. Il fegato non ha terminazioni nervose, il che non provoca dolore al paziente con la sua disfunzione. Tuttavia, eventuali cambiamenti patologici sono accompagnati da segni atipici individuali che un medico esperto deve riconoscere e iniziare prontamente a ripristinare la funzionalità epatica..

Cause di insufficienza epatica

Ci possono essere diverse cause di disfunzione epatica, tutte divise in 2 grandi gruppi:

  • esterno;
  • interno.

I motivi esterni includono:

  • ambiente ecologico aggressivo;
  • stile di vita sbagliato (abuso di alcol, fumo, tossicodipendenza);
  • cibo di scarsa qualità e mancato rispetto del regime;
  • farmaci a lungo termine.

I fattori interni includono:

  • processi patologici in altri organi, di regola, il fegato soffre di malattie della cistifellea, dello stomaco, del pancreas;
  • essere costante in situazioni stressanti;
  • la presenza di malattie mentali;
  • malattie infettive;
  • attività fisica elevata.

Sintomi

I guasti di ciascuna delle funzioni epatiche si manifestano di conseguenza, mentre vale la pena ricordare che non ci sono terminazioni nervose nel fegato, il che complica la diagnosi. Tuttavia, notiamo che sotto un'influenza negativa per lungo tempo, l'organo inizia a cambiare le sue dimensioni, il parenchima è gonfio e questo, a sua volta, porta ad un aumento della pressione sugli organi vicini. La comparsa di tali cambiamenti rappresenta un grave pericolo per la salute umana..

I sintomi delle disfunzioni epatiche nelle fasi iniziali e finali sono diversi, quindi, considerare quali segni di disfunzione epatica possono essere all'inizio dei cambiamenti patologici e durante il loro ulteriore sviluppo.

I primi segni

Questo periodo, di regola, è asintomatico, il paziente continua a condurre la sua solita routine di vita e questo aggrava gradualmente la situazione. Le manifestazioni minori sono attribuite a stress, scarsa ecologia, stanchezza. Di conseguenza, il paziente cerca assistenza medica quando il processo patologico ha già acquisito slancio e talvolta è diventato pericoloso per la vita.

La disfunzione epatica precoce può essere riconosciuta da quanto segue:

  • stanchezza inspiegabile;
  • depressione, depressione senza una ragione particolare;
  • disturbi del sonno;
  • scarso appetito;
  • malfunzionamenti dei processi metabolici;
  • nausea, spesso accompagnata da vomito (di regola è presente vomito mattutino con contenuto di bile);
  • eruttazione di gas;
  • amarezza in bocca;
  • prurito alla pelle;
  • giallo della pelle del viso;
  • la comparsa di un'eruzione cutanea e arrossamento sulla pelle (in particolare, si manifesta nell'area intima);
  • la comparsa di angiomi (vene del ragno) nel collo, viso, mani, piedi.

Importante. Durante il periodo di gestazione, alle donne viene spesso diagnosticata una disfunzione epatica, che è accompagnata da nausea e vomito costante..

Se compare qualche segno caratteristico, è necessario contattare la clinica per assistenza medica.

Segni tardivi

Nelle prime fasi dei cambiamenti patologici, le persone raramente vanno in ospedale, ma quando compaiono sintomi più gravi, c'è un alto rischio di sviluppare gravi conseguenze.

Le patologie epatiche progressive si manifestano come segue:

  • il dolore nell'ipocondrio destro è doloroso, tirante o acuto;
  • odore dolciastro speciale dalla bocca;
  • la pelle diventa gialla, questo indica un disturbo del metabolismo della bilirubina;
  • il pallore della pelle indica una diminuzione della concentrazione di globuli rossi nel sangue (segno di anemia);
  • la comparsa di macchie senili sulla pelle;
  • la comparsa di un gran numero di "vene del ragno" sulla pelle;
  • manifestazione di vene sull'addome;
  • macchie rosse sui palmi appaiono come risultato dell'alto contenuto di estrogeni;
  • la lingua diventa cremisi;
  • nelle donne durante le mestruazioni compaiono segni di dismenorrea (intenso dolore nell'addome inferiore, debolezza, nausea, vertigini, mal di testa);
  • negli uomini si nota un alto contenuto di estrogeni, manifestato da un aumento delle dimensioni delle ghiandole mammarie, perdita di capelli, debolezza maschile;
  • sintomi dispeptici (mancanza di appetito, nausea, vomito, pesantezza nella regione sopragastrica, costipazione, gonfiore);
  • forte perdita di peso;
  • vari disturbi neuropsichiatrici;
  • disturbi del sistema endocrino;
  • febbre;
  • la comparsa di xantomi e xantelasmi nelle palpebre, mani, piedi, gomiti, glutei.

Se a un paziente vengono diagnosticati molti dei suddetti sintomi, ciò indica la gravità del problema. La gravità della malattia è determinata dai risultati degli esami di laboratorio e della diagnostica strumentale. In base ai dati ottenuti, il medico determina il metodo necessario per il trattamento della disfunzione epatica..

Quali possono essere le conseguenze della disfunzione epatica?

I segni di disfunzione epatica che compaiono non possono andare via da soli, soprattutto perché con la progressione dei cambiamenti patologici, il paziente è esposto ad alti rischi di sviluppare gravi conseguenze.

Spesso, sullo sfondo della disfunzione epatica, si verificano tali malattie:

  • psoriasi;
  • eczema;
  • ascite;
  • vene dilatate nell'addome.

Se ignori sistematicamente i sintomi che sono comparsi, in questo contesto, è possibile lo sviluppo di processi cronici..

Attenzione. Quando si verifica l'ipertensione portale, c'è un alto rischio di morte..

La mancanza di un'adeguata terapia farmacologica porta inevitabilmente allo sviluppo di insufficienza epatica. I segni più gravi includono la presenza di un odore dolciastro "fegato" dalla bocca, questo indica un esteso danno epatico e insufficienza epatica.

Diagnostica

La diagnostica del fegato è prescritta in tali situazioni:

  • immediatamente quando compaiono i sintomi caratteristici;
  • durante la gravidanza (si consiglia di controllare in fase di pianificazione del concepimento);
  • prima dell'intervento chirurgico;
  • prima della terapia farmacologica che prevede l'uso di farmaci potenti o psicotropi.

Il modo più efficace, veloce e semplice per diagnosticare la disfunzione epatica è un esame del sangue biochimico..

Questo metodo diagnostico consente di determinare i seguenti indicatori:

  1. Concentrazione degli enzimi epatici (ALT e AST). Un aumento del contenuto di enzimi indica la distruzione degli epatociti; si può anche sospettare lo sviluppo di epatite, cirrosi o oncologia. Più alti sono i valori AST e ALT, maggiore è il grado di distruzione degli organi.
  2. Bilirubina. Una maggiore concentrazione della sostanza indica che la bilirubina non viene escreta dal corpo e ci sono ragioni patologiche per questo. La sostanza del pigmento si accumula nel sangue, si diffonde in tutto il corpo e si manifesta quindi come il giallo della pelle e della sclera.
  3. Fosfatasi alcalina. L'aumento del contenuto della sostanza è la prova di gravi danni al fegato, alti sospetti di formazione di tumori.
  4. Albume. È una proteina prodotta dal fegato. Quando compare un danno a un organo, la sua concentrazione nel sangue diminuisce drasticamente.

Oltre alla biochimica, il medico prescrive un esame del sangue per i marcatori epatici per i pazienti, nonché un esame del sangue generale. Per la ricerca, oltre al sangue, sono necessarie le feci e l'urina del paziente.

Affinché un esame del sangue biochimico mostri un risultato affidabile, il paziente deve rispettare alcune regole.

  1. Il sangue per l'analisi deve essere prelevato a stomaco vuoto. Poiché il fegato è un organo che è direttamente coinvolto nel processo di digestione, dopo un pasto, il sangue conterrà indicatori inaffidabili delle sostanze contenute. Inoltre, entro 3 giorni prima del test, una persona deve astenersi dal mangiare cibi grassi, fritti, piccanti e salati..
  2. L'alcol è severamente proibito. Anche la più piccola dose di alcol può portare a un carico elevato del fegato, rispettivamente, il sangue cambia le sue proprietà, inclusa la perdita delle proprietà di coagulazione.
  3. Smettere di fumare. Il fumo ha anche un effetto negativo sulla conta ematica. Gli operatori di laboratorio raccomandano vivamente di astenersi dal fumare per almeno 12 ore prima di donare il sangue per l'analisi..
  4. I carichi sportivi non sono raccomandati. Per 3 giorni prima dell'analisi, una persona dovrebbe astenersi dall'eseguire esercizi di forza e praticare sport attivi. Dovresti anche evitare situazioni stressanti, eccitazione e qualsiasi stress psico-emotivo..
  5. Rifiuto del trattamento. Se il paziente si sottopone a farmaci, i medici consigliano vivamente di rifiutare l'assunzione di farmaci per 7 giorni prima dell'analisi. Nei casi in cui il rifiuto del trattamento non possa essere dovuto a motivi medici, questo deve essere segnalato al medico curante.

Il prelievo di sangue per la biochimica viene effettuato per via endovenosa. Per un quadro clinico più accurato dei cambiamenti patologici nel fegato, è consigliabile eseguire anche metodi diagnostici strumentali.

La diagnostica strumentale comprende:

  1. Ultrasuoni. Grazie a questo metodo, è possibile determinare la variazione delle dimensioni dell'organo e il grado di danno tissutale..
  2. TC e risonanza magnetica. Si tratta di moderne procedure diagnostiche che consentono di ottenere un'immagine multidimensionale di un organo e di determinare il grado di danno tissutale con la massima precisione..
  3. Biopsia. Questo metodo è piuttosto doloroso e spiacevole per il paziente. Si fa ricorso solo nelle situazioni più gravi quando si tratta di sospetti di educazione oncologica o epatite C.
  4. Scansione con radionuclidi. Questo metodo prevede l'introduzione di una soluzione speciale (agente di contrasto) nella vena, insieme al flusso sanguigno che si diffonde in tutto il corpo, incluso l'ingresso nel fegato. Utilizzando uno scanner speciale, l'organo viene esaminato per la presenza di cisti, tumori, viene rilevata la dimensione del fegato e viene determinato il numero di cellule colpite.
  5. Laparoscopia. Questo metodo di diagnosi del fegato viene eseguito in anestesia generale. La sua essenza è l'introduzione di un tubo ottico attraverso una piccola incisione nel peritoneo, attraverso la quale è possibile esaminare la superficie dell'organo e determinare alterazioni patologiche nei tessuti, inoltre, in questo modo, è possibile prelevare un piccolo pezzo di tessuto per ulteriori ricerche.

Rigenerazione

La scienza sta ancora studiando la funzione rigenerativa del fegato. Molti di noi hanno sentito dire che il fegato è un organo unico, i cui tessuti, dopo il danno, sono in grado di auto-guarigione. Questo processo è facilitato dalle informazioni genetiche situate in un insieme di cromosomi.

Grazie a questa funzione, le cellule del fegato sono in grado di sintetizzarsi anche quando una parte dell'organo viene rimossa. Le capacità funzionali del fegato vengono ripristinate completamente e la dimensione dell'organo ritorna al suo stato precedente.

Il periodo di rigenerazione del fegato secondo i dati di ricerca va da 3 a 6 mesi.

La crescita eccessiva di tessuto cicatriziale può peggiorare questo processo. In questa situazione, c'è un alto rischio di sviluppare insufficienza epatica e sostituzione del tessuto sano..

Dopo i 40 anni, la capacità di rigenerare il fegato si indebolisce, mentre l'organo stesso inizia a diminuire di dimensioni e diminuisce anche la produzione di albumina e globuline. Inoltre, il volume e la composizione della bile subiscono cambiamenti, ma questi meccanismi non influenzano l'attività vitale del corpo..

La regolare pulizia del fegato, l'aderenza a una corretta alimentazione e il mantenimento di uno stile di vita sano consentono di mantenere la normale funzionalità dell'organo senza esporre il corpo e gli organi interni a disturbi patologici.

Il video in questo articolo racconterà ai lettori le capacità uniche di un organo come il fegato..

Fegato

Il fegato è un organo unico del corpo umano. Ciò è dovuto principalmente alla sua multifunzionalità, perché è in grado di svolgere circa 500 funzioni diverse. Il fegato è il più grande organo del sistema digerente umano. Ma la caratteristica principale è la capacità di rigenerarsi. Questo è uno dei pochi organi in grado di rinnovarsi a condizioni favorevoli. Il fegato è estremamente importante per il corpo umano, ma quali sono le funzioni principali che svolge, qual è la sua struttura e dove si trova nel corpo umano?

Posizione e funzione del fegato

Il fegato è un organo dell'apparato digerente che si trova nell'ipocondrio destro sotto il diaframma e normalmente non va oltre le costole. Solo durante l'infanzia può esibirsi un po ', ma un tale fenomeno fino a 7 anni è considerato la norma. Il peso dipende dall'età della persona. Quindi, in un adulto, sono 1500-1700 g. Un cambiamento nelle dimensioni o nel peso di un organo indica lo sviluppo di processi patologici nel corpo.

Come già accennato, il fegato svolge molte funzioni, le principali delle quali sono:

  • Disintossicazione. Il fegato è il principale organo di pulizia del corpo umano. Tutti i prodotti metabolici, il decadimento, le tossine, i veleni e altre sostanze del tratto gastrointestinale entrano nel fegato, dove il corpo li "neutralizza". Dopo la disintossicazione, l'organo rimuove i prodotti di decomposizione innocui con sangue o bile, da dove entrano nell'intestino e vengono escreti insieme alle feci.
  • La produzione di colesterolo buono, che partecipa alla sintesi della bile, regola i livelli ormonali e partecipa alla formazione delle membrane cellulari.
  • Accelerazione della sintesi delle proteine, che sono estremamente importanti per la normale vita umana.
  • Sintesi della bile, che prende parte al processo di digestione del cibo e metabolismo dei grassi.
  • Normalizzazione del metabolismo dei carboidrati nel corpo, aumento del potenziale energetico. Prima di tutto, il fegato fornisce la produzione di glicogeno e glucosio.
  • Regolazione del metabolismo dei pigmenti: escrezione di bilirubina dal corpo insieme alla bile.
  • Scomposizione dei grassi in corpi chetonici e acidi grassi.

Il fegato è in grado di rigenerarsi. Un organo può riprendersi completamente, anche se ne viene conservato solo il 25%. La rigenerazione avviene attraverso la crescita e una divisione cellulare più rapida. Inoltre, questo processo si interrompe non appena l'organo raggiunge la dimensione desiderata.

Struttura anatomica del fegato

Il fegato è un organo complesso, che comprende la superficie dell'organo, i segmenti e i lobi del fegato.

Superficie del fegato. Distinguere tra diaframmatico (superiore) e viscerale (inferiore). Il primo si trova direttamente sotto il diaframma, mentre il secondo si trova sotto ea contatto con la maggior parte degli organi interni.

Lobi del fegato. L'organo ha due lobi: sinistro e destro. Sono separati da un legamento a mezzaluna. La prima parte è più piccola. Ogni lobo ha una grande vena centrale che si divide in capillari sinusoidali. Ogni parte include cellule del fegato chiamate epatociti. Anche l'organo è diviso in 8 elementi..

Inoltre, il fegato include vasi sanguigni, solchi e plessi:

  • Le arterie trasportano sangue ricco di ossigeno al fegato dal tronco celiaco.
  • Le vene creano un deflusso di sangue dall'organo.
  • I linfonodi drenano la linfa dal fegato.
  • I plessi nervosi forniscono innervazione al fegato.
  • I dotti biliari aiutano a rimuovere la bile dall'organo.

Malattia del fegato

Sono molte le malattie del fegato che possono manifestarsi a seguito di stress chimico, fisico o meccanico, come conseguenza dello sviluppo di altre malattie o per modificazioni strutturali dell'organo. Inoltre, le malattie differiscono a seconda della parte interessata. Questi possono essere lobuli epatici, vasi sanguigni, dotti biliari, ecc..

Le malattie più comuni includono:

  • Lesione purulenta, infettiva o infiammatoria degli ematociti.
  • Epatite A, B, C, ecc., Anche tossiche.
  • Cirrosi epatica.
  • Epatosi grassa: crescita eccessiva del tessuto adiposo che interrompe il funzionamento dell'organo.
  • Tubercolosi epatica.
  • Formazione di una cavità purulenta in un organo (ascesso).
  • Rottura d'organo in caso di trauma addominale.
  • Trombosi dei principali vasi sanguigni del fegato.
  • Pylephlebitis.
  • Colestasi (ristagno della bile nell'organo).
  • Colangite - un processo infiammatorio nei dotti biliari.
  • Emangioma del fegato.
  • Formazione cistica sul fegato.
  • Angiosarcoma e altri tumori, nonché diffusione di metastasi al fegato con formazione di tumori di altri organi.
  • Ascariasis.
  • Ipoplasia epatica.

Qualsiasi processo patologico nel fegato si manifesta, di regola, con gli stessi sintomi. Molto spesso è dolore nell'ipocondrio destro, che aumenta con lo sforzo fisico, la comparsa di bruciore di stomaco, nausea e vomito, disturbi delle feci - diarrea o costipazione, scolorimento delle urine e delle feci.

Spesso c'è un aumento delle dimensioni degli organi, un deterioramento della salute generale, la comparsa di mal di testa, una diminuzione dell'acuità visiva e la comparsa di sclera gialla. Ogni singola malattia è inoltre caratterizzata da sintomi specifici che aiutano a stabilire con precisione una diagnosi e scegliere il trattamento più efficace.

Trattamento delle malattie

Prima di intraprendere il trattamento della malattia del fegato, è importante stabilire l'esatta natura della malattia. Per fare ciò, dovresti contattare uno specialista - un gastroenterologo, che condurrà un esame approfondito e, se necessario, prescriverà procedure diagnostiche:

  • Esame ecografico degli organi addominali.
  • Conduzione di tutti i test di laboratorio, inclusi i test del fegato.
  • Risonanza magnetica per immagini per rilevare la presenza di metastasi nello sviluppo del cancro.

Il trattamento delle malattie dipende da molti fattori: le cause della malattia, i principali sintomi, lo stato generale di salute umana e la presenza di disturbi concomitanti. Spesso vengono utilizzati farmaci coleretici ed epaprotettori. La dieta gioca un ruolo importante nel trattamento delle malattie del fegato: ciò contribuirà a ridurre il carico sull'organo e migliorarne il funzionamento.

Prevenzione delle malattie del fegato

Quali misure preventive dovrebbero essere prese per prevenire lo sviluppo di malattie del fegato

Rispetto dei principi di una corretta alimentazione. Prima di tutto, dovresti rivedere la tua dieta ed escludere dal menu cibi che influiscono negativamente sulla salute e sul funzionamento del fegato. Prima di tutto è grasso, fritto, affumicato, in salamoia; pane bianco e pasticceria dolce. Arricchisci la tua dieta con frutta, verdura, cereali, frutti di mare e carni magre.

Rifiuto totale di consumare bevande alcoliche e poco alcoliche. Hanno un effetto dannoso sull'organo e provocano lo sviluppo di molte malattie..

Normalizzazione del peso corporeo. Il sovrappeso rende più difficile il funzionamento del fegato e può portare all'obesità.

Ragionevole assunzione di farmaci. Molti farmaci hanno un effetto negativo sul fegato e riducono il rischio di malattie. Particolarmente pericolosi sono gli antibiotici e la combinazione di più farmaci contemporaneamente senza il consenso del medico.

Il fegato svolge molte funzioni e supporta il normale funzionamento del corpo, quindi è estremamente importante monitorare la salute dell'organo e prevenire lo sviluppo di disturbi.

Fissa un appuntamento con uno specialista

La lettura delle informazioni non sostituisce il consiglio di un medico esperto. Non auto-medicare. Affida la tua salute ai professionisti.

6 importanti funzioni del fegato

Il fegato è il più grande organo interno del corpo umano. La ghiandola si trova sotto la gabbia toracica, sotto il diaframma nel quadrante superiore destro dell'addome. A differenza di altri organi interni, il fegato è in grado di autorigenerazione accelerata.

È noto che se il 75% di un fegato sano viene tagliato, può ripristinare le sue dimensioni precedenti e l'intera gamma di funzioni in circa un mese..

Le principali funzioni del fegato

La ghiandola più grande del corpo umano è un organo complesso responsabile di oltre 500 funzioni corporee. Pertanto, la risposta alla domanda: "È possibile vivere senza fegato?", Sarà puramente negativa. Le principali funzioni dell'organo necessarie per mantenere la vita sono:

  • Filtrazione del sangue da sostanze nocive e tossine.
  • Partecipazione al processo digestivo.
  • Convertire i nutrienti in energia.
  • Supporta il sistema immunitario del corpo.
  • Garantire la coagulazione del sangue.
  • Mantenere i livelli ormonali nel corpo.

Considera le funzioni elencate del fegato in modo più dettagliato.

1. Disintossicazione

Il ruolo principale del fegato nel corpo umano è la rimozione di sostanze nocive dal sangue, inclusi i metaboliti di alcol, droghe e droghe. Gli enzimi che abbattono e disintossicano le tossine sono dispersi in tutto il corpo, ma la massima concentrazione viene escreta nei tessuti del fegato.

La disintossicazione avviene in 2 fasi:

  • Neutralizzazione. Gli enzimi citocromo neutralizzano le tossine e le convertono in composti neutri. Le fasi della fase 1 sono ossidazione, riduzione, dealogenazione e idrolisi. L'ossigeno è coinvolto in ciascuno di essi..
  • Escrezione dal corpo. Le sostanze tossiche vengono trasformate in uno stato in cui lasciano il corpo attraverso il sudore e le ghiandole sebacee o vengono escrete nelle urine e nelle feci. Gli enzimi della fase 2 sono coinvolti nella seconda fase della disintossicazione. Il loro numero diminuisce con un'alimentazione scorretta e processi infiammatori nel fegato..

Se troppe sostanze nocive si accumulano nel corpo, ciò porta a un sovraccarico della ghiandola e al suo danno..

2. Digestione

Il fegato è coinvolto nella ripartizione del cibo. Le cellule del fegato (epatociti) producono la bile. Questo succo digestivo viene escreto nell'intestino e aiuta la scomposizione dei grassi e l'assorbimento dei nutrienti. I prodotti di degradazione formati durante questo processo vengono eliminati dal corpo nel tempo..

Le persone con danni al fegato non producono abbastanza bile. Di conseguenza, non tutti i prodotti di scarto vengono efficacemente eliminati dal corpo. Ciò influisce negativamente sul processo di digestione del cibo..

3. Metabolismo (metabolismo)

Il fegato fornisce energia al corpo, controlla la formazione, l'accumulo e l'escrezione di zucchero. Quando mangiamo, il fegato converte il glucosio in glicogeno, che rimane nei tessuti dell'organo e viene utilizzato come fonte di energia, se richiesto dall'organismo..

Il fegato funge da riserva di grassi, che vengono convertiti in chetoni. Sono una fonte di energia per i muscoli, e vengono utilizzati anche dall'organismo come riserva in caso di carenza di zucchero..

4. Accumulo

Il fegato immagazzina zuccheri e grassi. Diverse vitamine e sostanze nutritive sono anche immagazzinate nei tessuti dell'organo, insieme al ferro. Grazie agli enzimi citocromo, il fegato è coinvolto nella sintesi della vitamina D e del colesterolo buono. Queste sostanze sono parzialmente accumulate all'interno della ghiandola stessa..

5. Sintesi e trasporto dei nutrienti

Gli enzimi epatici ALT (alanina aminotransferasi) e AST (aspartato aminotransferasi) scompongono gli amminoacidi dal cibo digerito, che vengono poi utilizzati per formare nuove proteine. In caso di danno d'organo, il livello di ALT e AST può aumentare.

Alcune proteine ​​sintetizzate dal fegato sono coinvolte nel trasporto di vitamine, minerali, ormoni, grassi e proteine ​​ad altri organi e tessuti del corpo. In particolare, grazie al trasporto del glucosio e delle vitamine B6 e B12, il cervello viene nutrito..

La ghiandola produce fattori di coagulazione che prevengono e arrestano il sanguinamento in caso di lesioni. Secondo l'autorevole rivista medica The Lancet, il rischio di morte per perdita di sangue nei pazienti con malattie del fegato è del 30% superiore rispetto alle persone sane..

6. Mantenere lo sfondo ormonale del corpo

Parlando delle funzioni del fegato, non si può non menzionare il ruolo della ghiandola nel mantenimento dei livelli ormonali nel corpo. Il corpo non produce ormoni steroidei, ma sintetizza il colesterolo, i mattoni degli estrogeni e del testosterone.

I disturbi del fegato portano a una mancanza di materiale proteico per la loro produzione. Le conseguenze della patologia sono squilibrio ormonale, perdita di libido e cambiamenti caratteristici nell'aspetto. Ad esempio, con la cirrosi, la figura di un uomo cambia in base al tipo femminile, le ghiandole mammarie aumentano.

È possibile trapiantare un fegato con epatite C?

Da tutto quanto sopra, è facile concludere che è impossibile vivere senza fegato. La perdita della funzionalità dell'organo richiede un trapianto parziale o completo da un donatore compatibile. Ma è possibile trapiantare un fegato con epatite C?

I pazienti affetti da HCV richiedono un trapianto di ghiandola in caso delle seguenti complicanze:

  • Cirrosi allo stadio terminale (scompensato).
  • Cancro al fegato.

La sopravvivenza per 20 anni o più si osserva nel 60% dei pazienti. I tessuti del donatore non sempre mettono radici. In circa il 20% dei casi, si verifica il rigetto d'organo ed è necessario un intervento chirurgico ripetuto.

La situazione inversa, quando un paziente con epatite C diventa un donatore di fegato, è impossibile. Con l'HCV, si verifica un processo infiammatorio costante nella ghiandola. I tessuti sono danneggiati e non adatti al trapianto.

Tuttavia, una persona con HCV può donare altri organi. Maggiori informazioni su un trapianto di rene di successo al link →