Dieta se il fegato fa male

Una dieta per un fegato malato consente di ripristinare la funzione di questo organo, normalizzare i processi di secrezione biliare e formazione della bile, nonché un metabolismo alterato.

Questo aiuta a migliorare il funzionamento non solo del fegato colpito, ma dell'intero organismo nel suo insieme..

  1. Caratteristiche della nutrizione per il dolore al fegato
  2. Prodotti consentiti
  3. Alimenti vietati
  4. Come evitare lo sviluppo di complicazioni?

I malfunzionamenti del fegato possono essere causati da una varietà di fattori. Questi includono: dieta malsana, malattie infettive, ereditarietà, uso prolungato di farmaci o alcol..

Se il dolore si verifica nell'ipocondrio destro, dovresti visitare immediatamente un gastroenterologo e scoprire la causa. Se l'esame rivela la presenza di una malattia del fegato, il medico prescriverà il trattamento appropriato per il paziente. Inoltre, il medico spiegherà quale dovrebbe essere la dieta se il fegato fa male..

Caratteristiche della nutrizione per il dolore al fegato

I pazienti che soffrono di una forma acuta di epatite dovrebbero includere nella loro dieta cibi ipercalorici sufficienti. Tuttavia, è necessario assicurarsi che siano leggeri e dietetici..

Molte persone si chiedono: cosa puoi mangiare con una dieta per un fegato malato? Queste persone, quando elaborano una dieta, devono rispettare le seguenti regole:

  • Evita di mangiare cibi grassi, affumicati e salati.
  • Mangia spesso piccoli pasti.
  • Includere nella dieta quotidiana cibi ricchi di vitamine, carboidrati e proteine ​​facilmente digeribili.
  • Mangia solo piatti bolliti, al forno o al vapore.
  • Assicurati che il cibo sia caldo ma non caldo.

Considerando la domanda su quale dieta è necessaria quando il fegato fa male, si dovrebbe tenere presente che con patologie di questo organo, è consigliabile dare la preferenza agli alimenti trattati termicamente. Per non sovraccaricare il fegato, si consiglia di mangiare cibo grattugiato.

Non puoi usare condimenti grassi e brodi per preparare zuppe. Quando si cucina pesce e carne, è meglio usare carta stagnola o manica, evitando l'aggiunta di qualsiasi tipo di grasso.

Prodotti consentiti

Non pensare che il cibo per le malattie del fegato debba essere necessariamente scarso e insapore. In effetti, l'elenco degli alimenti per un fegato malato è piuttosto lungo. Comprende i seguenti prodotti:

  • Pesce di mare o di fiume.
  • Cereali.
  • Latticini a basso contenuto di grassi.
  • Carne magra.
  • Verdure che non contengono fibre grossolane.
  • Frutta (tranne la pera).
  • Piccole quantità - miele d'api.
  • Olio vegetale.
  • Dai dolci: marmellata, marshmallow, marmellata, marshmallow.
  • L'uso della pasta è accettabile, ma non dovresti abusarne.

Una dieta quando il fegato e il pancreas fanno male può includere piccole quantità di albumi. Se una persona è preoccupata per un forte dolore, è meglio rifiutarne l'uso durante un'esacerbazione. È consentito aggiungere uova a insalate o altri piatti. Il numero di uova consumate a settimana non deve superare i 2 pezzi.

Il dolore nell'area del fegato di solito si traduce in un deterioramento della salute generale e in una diminuzione dell'appetito. Pertanto, i piatti preparati dovrebbero essere non solo sani, ma anche appetitosi..

Alimenti vietati

Una dieta adeguatamente composta allevierà l'organo infiammato e preverrà il deterioramento della condizione. Si consiglia alle persone con malattie del fegato di escludere i seguenti alimenti dalla loro dieta:

  • Legumi, in quanto composti da fibra grossolana.
  • Funghi.
  • Suino grasso, compresi strutto e lardo, e agnello.
  • Brodi a base di pesce, carne o funghi.
  • Ricotta con un'alta percentuale di grassi.
  • Noccioline.
  • Ravanelli, aglio e cipolle non trattati.
  • Cibi piccanti o acidi.
  • Prodotti da forno freschi.
  • Caffè e tè troppo forti.
  • Cacao e cioccolato.
  • Carni affumicate.
  • Formaggio, panna e altri latticini ad alto contenuto di grassi.

Come evitare lo sviluppo di complicazioni?

Non ignorare la condizione quando il fegato fa male: la dieta e il trattamento effettuati in una fase precoce della malattia elimineranno rapidamente i sintomi spiacevoli.

Va anche ricordato che una malattia trascurata può portare allo sviluppo di gravi complicazioni, ad esempio la cirrosi o il cancro..

Le ragioni dello sviluppo della cirrosi possono essere un aumento del contenuto di ferro, rame e farmaci nel corpo. Questa malattia può anche svilupparsi a causa di:

  • Stile di vita sedentario.
  • Abitudini di mangiare cibi grassi, come "fast food".
  • Malattie non trattate del pancreas e dello stomaco.

Sapendo cosa puoi e cosa non puoi, se il tuo fegato fa male, puoi regolare correttamente la tua dieta. Ciò non solo ridurrà il carico sull'organo infiammato, ma ne accelererà anche il recupero..

Dieta: cosa fare e cosa non fare per la salute del fegato - Tabella degli alimenti

Il fegato è la ghiandola più importante della secrezione esterna nel corpo umano. Svolge una serie di importanti funzioni, tra cui la disintossicazione, la sintesi di colesterolo e glucosio, il controllo della quantità di ormoni, vitamine, etanolo, ecc..

Secondo la ricerca, la salute del fegato di una persona è direttamente correlata alla qualità della sua dieta, alle cattive abitudini, alla quantità di droghe e all'alcol assunti. Ma, nonostante tale vulnerabilità esterna, questo organo è in grado di rigenerarsi..

Gli studi confermano (1, 2) che alcuni schemi dietetici possono ripristinare la funzionalità epatica, ridurre il rischio di sviluppare molte malattie e alleviare quelle esistenti..

Per stimolare i processi di recupero, dovresti adattare la tua dieta quotidiana aggiungendo gli alimenti "giusti" ed escludendo quelli dannosi. La dieta terapeutica descritta in questo articolo è ideale per migliorare il fegato e prevenire malattie, e sarà utile anche per patologie esistenti.

9 regole nutrizionali generali

Le regole nutrizionali per un fegato sano sono abbastanza semplici, l'importante è andare fino in fondo e seguirle tutte:

  1. Nessun prodotto che forma acido. Tali piatti includono varie marinate, piatti piccanti e aspri, conservazione;
  2. Divieto di alcol. Le bevande alcoliche sono il principale nemico del fegato. La quantità di alcol dovrebbe essere ridotta al minimo (se non si hanno patologie epatiche pronunciate) o rimossa del tutto dalla dieta (se ci sono anche minime deviazioni nel lavoro della ghiandola). I 6 effetti dell'alcol sul fegato sono stati discussi in un articolo separato, così come i metodi di recupero;
  3. Escludiamo gli alimenti che contengono una grande quantità di coloranti e grassi. Ciò è particolarmente vero per i cibi fritti e alla griglia. È escluso l'uso di varie salse e condimenti acquistati, soda, succhi e bevande alla frutta in confezioni;
  4. Il cibo dovrebbe essere assunto 6-7 volte al giorno in piccole porzioni. Quindi puoi evitare di sovraccaricare il tratto digestivo e la ghiandola stessa;
  5. Bere molta acqua. La quantità giornaliera di acqua che bevi dovrebbe essere al massimo di 1,5 litri. L'acqua non viene conteggiata nel cibo;
  6. Nessuna fame e sfinimento con diete di terze parti. Molte persone credono erroneamente che in caso di problemi agli organi digestivi o al fegato, puoi organizzarti uno sciopero della fame per alleviare il fegato e tutto funzionerà. No! Il corpo deve ricevere tutte le vitamine e i minerali necessari in modo tempestivo e il tuo corpo deve avere la forza per funzionare normalmente. È accettabile solo una dieta moderata, ma non rigorosa;
  7. Gli indicatori nutrizionali calorici dovrebbero essere pari a 3300-3600 al giorno. Questa è la quantità standard di calorie che il tuo corpo dovrebbe assumere su base giornaliera. Consideralo quando prepari una dieta per la settimana;
  8. Riduci l'assunzione di sale. La quantità massima di sale consumata giornalmente non deve superare i 7 grammi;
  9. Tutto il cibo deve essere cucinato correttamente. Dimentica la frittura profonda, l'olio o il fumo. Tutti i piatti devono essere macinati, tritati, cotti al vapore e consumati caldi (non caldi).

Tabella dei prodotti approvati

Il vantaggio di qualsiasi dieta equilibrata è che puoi combinare gli alimenti "consentiti" nell'elenco.

Ad esempio, diversi tipi di verdure possono essere combinati in un'insalata, al forno, bolliti, aggiunti al brodo o usati come contorno per un piatto principale. I frutti possono anche essere preparati sotto forma di insalata, essiccati e ricavati da loro dolcezza per il tè, composta bollita o gelatina da essi.

Non dimenticare che tutti i piatti di carne disponibili devono essere tagliati a uno stato di pappa o tagliati a pezzetti. Assicurati di cuocere pesce o carne finché sono teneri (è meglio usare una doppia caldaia o un multicooker per questo).

La tabella seguente mostra i pasti consentiti. Si prega di notare che esistono anche alcune tipologie di prodotti che possono essere consumati solo in quantità limitate.

Categorie di ProdottoProdotti accettabili
Prodotti di farinaPane secco con crusca o segale, cracker fatti in casa, biscotti senza zucchero o con una quantità minima di esso, pasticceria senza lievito (torte al forno, gnocchi con ricotta o patate, gnocchi), biscotti (biscotto secco)
CerealiGrano saraceno, riso, avena, semolino, muesli, miglio, semi di lino, bulgur
PastaQualsiasi varietà (è meglio scegliere questi prodotti dai negozi di alimenti naturali)
DolceMarshmallow, caramelle, gelatine di frutta e gelatine a basso contenuto di zucchero e senza coloranti, biscotti secchi, frutta secca e bacche essiccate, frutta al forno con miele, miele, mousse di frutta o bacche, marmellata (con una piccola quantità di zucchero, non più di 3-4 cucchiai al giorno )
Frutta e bacche (necessariamente mature e dolci, possono essere essiccate)Banane, angurie, mele, melone, papaya essiccata, prugne (ma poco a poco), uvetta, albicocche secche, pere, cachi, albicocche, mirtilli, lamponi, fragole
VerdureCavolo cappuccio (cavolfiore, broccoli, Pechino), barbabietole, carote, zucca, sedano, cetrioli, pomodori (solo nel periodo di remissione stabile), zucchine, avocado, fagiolini, alghe, cipolle (in piccole quantità), insalata verde, patate, pisello verde
Prelibatezze di carne (solo carni dietetiche)Sono ammessi pollame (pollo, tacchino), vitello, coniglio, manzo, cavallo e un po 'di cervo
Frutti di mareTonno, nasello, lucioperca, merluzzo, merluzzo, calamari, cozze, gamberetti, salmone (non più di 100 g ogni 3-4 giorni), trota, melù
Latticini (solo varietà senza grassi)Formaggi magri, yogurt naturale, ricotta, burro, kefir
Le bevandeTè verde debole, composte di frutta secca senza zucchero, gelatina, acqua naturale, brodo di rosa canina, latte cotto fermentato e kefir con una bassa percentuale di grassi, carota, limo di pomodoro, succo di barbabietola (250 ml a settimana)
GrassiOlio di oliva, girasole, semi di lino, zucca (1-2 cucchiai)
UovaUova di pollo, quaglia e tacchino sotto forma di omelette al vapore. Con un fegato ingrossato, escludi gli alimenti dalla dieta
Condimenti e spezieSalsa di verdure senza additivi piccanti, salsa di soia (un po '), basilico essiccato, cannella, vaniglia

Prodotti vietati

L'elenco degli alimenti dannosi per il fegato è ampio quanto quelli consentiti. Si prega di notare che l'uso di alcuni dei piatti dell'elenco seguente è accettabile, ma in quantità limitate.

Le condizioni per l'inclusione di un particolare componente nella dieta sono presentate tra parentesi accanto al prodotto corrispondente..

Se non sono presenti parentesi con informazioni accanto al prodotto, è severamente vietato includere questo componente nel menu..

Categorie di ProdottoAlimenti vietati
Pasticceria e paneSono esclusi pasticceria, lievito e prodotti da forno freschi, pasta sfoglia e torte fritte al burro, bianchi, frittelle, frittelle, pasticcini, shawarma, prodotti con crema e ripieni
Cereali e cerealiLenticchie, mais, orzo perlato, grana d'orzo, semi di zucca, semi di girasole, legumi
DolceHalva, sorbetto, waffle, dessert con panna e glassa, cioccolato, dolci con noci, gelato, torte e pasticcini, popcorn, kozinaki,
VerdureFunghi, radice di zenzero, cipolle verdi, ravanelli, asparagi, spinaci, ravanelli, prezzemolo, aneto (in grandi quantità), acetosa, mais, aglio (in grandi quantità), cavolo bianco, cetrioli sottaceto, pomodori, peperoni
Frutta e bacche (tutte le varietà aspre), nociArance (è richiesta una visita medica), fichi, uva, limone (è consentita una fetta di tè), melograno, datteri, mandorle, noci, noce moscata (in grandi quantità), nocciole, arachidi, nocciole, ribes nero, ribes rosso, bianco ribes
Latte e latticini (tutti i prodotti con un contenuto di grassi superiore al 6%)Ricotta, latte, yogurt, kefir, latte cotto fermentato, varietà di formaggi piccanti a pasta dura, formaggio salato
Piatti di carneGrasso di agnello, grasso di manzo, strutto, maiale, carni affumicate, lingua, rognoni, fegato, conservazione, carne secca
Piatti di pesce e frutti di mare (tutte le varietà grasse)Carpa, storione, salmone, pesce gatto, beluga, sgombro, storione stellato, caviale, sushi, involtini (consentiti solo con ripieno dietetico di pesce o verdure), bastoncini di granchio, polpo, salmone (in grandi quantità), gamberetti in pastella, gamberi fritti
Le bevandeTè forti (di qualsiasi tipo), cacao, cioccolata calda, succhi acquistati, alcol, caffè, soda, bevande alla frutta acquistate, bevande energetiche, cocktail
UovaUova al tegamino nel burro
GrassiOli non raffinati
Condimenti e salseSalse con un alto contenuto di pepe, pepe macinato, spezie per piatti di carne e pesce, senape, ketchup, maionese, adjika, eventuali spezie, salse e condimenti acquistati, panna acida

Menu di esempio per 7 giorni

Per chiarezza, presentiamo un menu approssimativo per ogni giorno della settimana, che puoi prendere come base della tua dieta per normalizzare e successivamente mantenere il corretto funzionamento del fegato. Puoi modificare qualsiasi giorno e articolo per te stesso, in base alle tabelle dei prodotti consentiti e proibiti sopra elencati. Ricorda che devi suddividere tutti i pasti in 6-7 approcci.

Lunedi

  • Colazione - Farina d'avena in acqua, un paio di cracker, tè;
  • Pranzo - Zuppa di verdure, un paio di cotolette di manzo al vapore, composta;
  • Spuntino pomeridiano (spuntino) - Tè con una torta al forno;
  • Cena - Purè di patate con polpette, un paio di pezzi di pane tostato, gelatina.

martedì

  • Colazione - porridge di farro, biscotti secchi, un bicchiere di brodo di rosa canina;
  • Pranzo: frittata al vapore con verdure, pane dietetico, composta di frutta;
  • Spuntino - Un bicchiere di kefir magro, biscotti;
  • Cena - Luccioperca al forno con riso bollito, una fetta di pane di segale, tisana.

mercoledì

  • Colazione - Porridge di semolino, un bicchiere di tè debole, un paio di pezzi di pastiglia Belyovskaya;
  • Pranzo - Borsch con panna acida a basso contenuto di grassi, un paio di fette di pane raffermo, composta di frutta secca;
  • Snack - Vasetto di purea di frutta per bambini;
  • Cena - Casseruola di verdure, pane dietetico.

giovedi

  • Colazione - Yogurt naturale con frutti di bosco o frutta, marshmallow, una tazza di tè;
  • Pranzo: grano saraceno bollito, cotolette di tacchino al vapore, gelatina;
  • Spuntino - Un bicchiere di latte cotto fermentato a basso contenuto di grassi, una banana;
  • Cena - Spaghetti, un paio di fette di formaggio magro, bevanda a base di erbe.

Venerdì

  • Colazione - Casseruola di ricotta e uvetta, decotto di rosa canina;
  • Pranzo: zuppa di purea di broccoli, un paio di fette di pane di segale (può essere sotto forma di cracker), tè;
  • Spuntino - Un paio di fette di pastila Belevskaya, cibo per bambini, composta;
  • Cena - Gallette di pesce con contorno di verdure, pane secco, bevanda alle erbe.

Sabato

  • Colazione - Porridge di grano, un bicchiere di tè debole;
  • Pranzo - Zucca al vapore con miele, brodo di rosa canina;
  • Snack - Budino alla frutta;
  • Cena: petto di pollo alle erbe, purè di patate, tè alla menta.

Domenica

  • Colazione - Macedonia di frutta, pane dietetico, composta;
  • Pranzo: zuppa di crema di zucca, insalata di verdure, tè;
  • Spuntino - Miscela di cagliata con frutta;
  • Cena - Trota al vapore con contorno di verdure, crostini di pane, decotto alle erbe.

4 ricette salutari

Il cibo dietetico non è una frase. Dopotutto, a dieta, puoi mangiare molto gustoso e allo stesso tempo non tormentare il fegato e la digestione. Ecco alcune ricette per piatti interessanti e salutari che aiuteranno a diversificare la tua dieta..

1. Gulasch dietetico con prugne

Ogni buongustaio adorerà questo piatto sostanzioso e salutare..

Avrai bisogno:

  • Carne di tacchino (bianca) - 0,5 kg;
  • Prugne - 6-7 pezzi;
  • Farina - 1 cucchiaio. un cucchiaio;
  • Burro - 2 cucchiai cucchiai;
  • Latte - 1 bicchiere;
  • Pepe e sale qb.

Processo di cottura:

  1. Mettere a bagno le prugne per circa 60 minuti. Quindi tagliarli a listarelle sottili..
  2. Sciacquare la carne, tagliarla in piccole porzioni, soffriggere in un filo d'olio da entrambi i lati. Quindi salare e pepare il tacchino..
  3. Aggiungere le prugne tritate, due cucchiai di latte alla carne, coprire e cuocere a fuoco lento.
  4. Friggere farina e burro in un piatto pulito fino a doratura.
  5. Aggiungere il latte rimanente al composto.
  6. Mescola la massa e continua a cuocere finché non diventa densa. Aggiungi la salsa risultante al tacchino.
  7. Continuiamo a cuocere tutto a fuoco lento fino a cottura ultimata..

2. Grano saraceno con albicocche secche

Il grano saraceno è uno dei cereali più salutari per la salute del fegato. La ricetta con le prugne aiuterà a diversificare il solito porridge di grano saraceno.

Avrai bisogno:

  • Grano saraceno - 1 bicchiere;
  • Albicocche secche - 100 g;
  • Cannella - 1 stecca;
  • Noce moscata - sulla punta di un coltello;
  • Sale qb.

Preparati in questo modo:

  1. Laviamo le fette di albicocca essiccate, mettiamo a bagno in acqua per mezz'ora.
  2. Versare il grano saraceno in una padella asciutta e scaldare leggermente.
  3. Successivamente, aggiungi 2 tazze di acqua purificata e cuoci il porridge fino a cottura completa..
  4. Dopo l'ebollizione, aggiungi una stecca di cannella ai cereali.
  5. Tritare le albicocche secche e aggiungerle al porridge bollente (da qualche parte nel mezzo del processo di cottura).
  6. Aggiungere la noce moscata, il sale al composto.
  7. Una volta che il piatto è pronto, rimuovi la cannella.
  8. Condisci il piatto finito con un pezzo di burro.

3. Pesto

Questo condimento sarà un'ottima aggiunta a spaghetti, riso o purè di patate. Puoi usarlo come "mastice" per pane dietetico o crostini.

Avrai bisogno:

  • Basilico fresco - 1 mazzo grande
  • Parmigiano - 40 g;
  • Pinoli - 40 g;
  • Olio d'oliva - 2-3 cucchiai. cucchiai;
  • Succo di limone - 1 cucchiaio un cucchiaio.

Metodo di cottura:

  1. Sciacquare i rami di basilico sotto l'acqua corrente, scrollarsi di dosso il liquido in eccesso.
  2. Versate le erbe nel contenitore in cui preparerete la salsa.
  3. Aggiungere l'olio d'oliva.
  4. Con un frullatore ad immersione, inizia a macinare il composto fino a ottenere uno stato di pappa.
  5. Friggere le noci in una padella asciutta fino a doratura (ma non esagerare).
  6. Aggiungere le noci alla pappa verde e continuare a macinare con un frullatore. PER
  7. Non appena la massa diventa più o meno omogenea versare il parmigiano grattugiato su una grattugia grossa. Continua a impastare.
  8. Infine, aggiungi il succo di limone al condimento, usa un frullatore per mescolarlo alla salsa.

La medicazione finita viene conservata solo per 3-4 giorni. Deve essere conservato nel comparto frigorifero.

4. Zuppa di farina d'avena

Abbiamo esaminato 5 proprietà medicinali dell'avena per il fegato in un articolo separato. Il brodo descritto di seguito aiuterà a diversificare l'elenco dei primi piatti..

Avrai bisogno:

Patate - 3 pezzi;
Acqua purificata - 0,5 l;
Fiocchi d'avena - 50 g.

Processo di cottura:

  1. Tritate finemente le patate e mettetele in acqua bollente.
  2. Fai bollire la miscela per 15-20 minuti, quindi aggiungi gradualmente la farina d'avena al brodo.
  3. Mescolate bene la zuppa e lasciate cuocere a fuoco lento. Aggiungere le verdure a piacere alla fine.

La ricetta può essere trasformata. Ad esempio, aggiungi la farina d'avena al brodo vegetale o al brodo di carne (a base di tacchino o pollo). Puoi anche sostituire la farina d'avena con farro o altri cereali..

Conclusione

Mantenere il fegato sano (o aiutarlo a ritrovare la salute) richiede un grande sforzo. Prima di tutto, dovresti iniziare correggendo la dieta, lo stile di vita, il regime quotidiano.

Cambia il tuo menu quotidiano: elimina tutti i cibi grassi, fritti, in scatola e piccanti, elimina le bevande gassate, i succhi acquistati, i cibi ricchi di conservanti, aromi e zucchero e dimentica l'alcol.

Leggi attentamente l'elenco degli alimenti consentiti per un fegato malato, includili nella tua dieta. E non dimenticare le regole di base della dieta, senza di esse nulla funzionerà..

Nutrizione per il dolore al fegato

Il dolore al fegato è spesso accompagnato da amarezza in bocca e nausea. Tutti questi sintomi indicano una violazione dell'attività funzionale dell'organo. Ma perché sta succedendo? Ciò può essere dovuto a processi infiammatori, malattie parassitarie, neoplasie e molto altro. Il numero di persone con diagnosi di malattia del fegato aumenta ogni anno.

Nutrizione impropria, infezioni, assunzione di determinati farmaci, fattori ereditari: tutto ciò può diventare un catalizzatore per lo sviluppo di malattie del fegato. Una dieta per il dolore al fegato aiuterà a far fronte al disagio e ad accelerare il processo di guarigione. Cosa puoi mangiare quando ti fa male il fegato? Quale dieta è indicata per varie malattie? Parliamone in questo articolo..

  1. Raccomandazioni generali
  2. Nutrizione a seconda della causa del dolore
  3. Epatosi grassa
  4. Cancro al fegato
  5. Invasioni elmintiche
  6. Chirurgia del fegato

Raccomandazioni generali

Una corretta alimentazione per il dolore al fegato implica l'attuazione delle seguenti raccomandazioni:

  • la dieta dovrebbe includere una quantità sufficiente di alimenti proteici;
  • la quantità di grassi consentiti per ogni paziente è diversa ed è determinata in base alla condizione;
  • il cibo deve essere cotto a vapore, grigliato, al forno o bollito;
  • una digestione ottimale del cibo fornirà pasti frazionati in piccole porzioni;
  • fumare e bere alcolici è severamente vietato;
  • elementi essenziali della dieta dovrebbero essere carboidrati, vitamine, proteine ​​facilmente digeribili, minerali.


Se hai dolore al fegato, la dieta è un must per il recupero.

Innanzitutto, parliamo dei piatti che sono meglio preparati se il fegato fa male. Consideriamo un menu di esempio. Per colazione, puoi preparare una fresca insalata di pomodori e cetrioli. È meglio usare l'olio vegetale come condimento. Sono consentite anche verdure al forno: carote, cipolle, barbabietole. Al mattino puoi ancora mangiare una cotoletta al vapore.

Se vuoi cucinare il porridge per colazione, usa l'acqua al posto del latte. Per uno spuntino o un pranzo, puoi preparare una casseruola o un budino di frutta e bacche. Puoi bere il tè senza zuccheri aggiunti. Adesso parliamo del pranzo. È meglio dare la preferenza alle zuppe vegetariane. Per il secondo, puoi bollire carne o pesce, oltre a cuocere le verdure.

Come dessert, puoi mangiare frutta e lavarla con composta di frutta secca. Per uno spuntino, prendi la ricotta a basso contenuto di grassi o prepara una casseruola. Puoi berlo con tè o composta. Per cena, puoi cucinare il porridge, cuocere le verdure o bollire la carne. Se lo desideri, puoi cuocere al vapore una frittata di uova, ma senza usare i tuorli.

I prodotti lattiero-caseari fermentati e la frutta sono ammessi come cena tardiva. La monotonia è noiosa, quindi ogni giorno sarà difficile per te mangiare la zuppa a pranzo. Tanto per cambiare, puoi preparare un borscht vegetariano. Per prepararlo, avrai bisogno dei seguenti ingredienti: patate, barbabietole, carote, cipolle, cavoli, erbe aromatiche.


Non puoi usare spezie nel borscht vegetariano, sale in quantità limitate

La dieta per il dolore al fegato può includere i seguenti alimenti:

Dolore al fegato dopo l'alcol

  • porridge;
  • latticini e prodotti a base di latte fermentato;
  • carne e pesce;
  • uova nei piatti;
  • miele;
  • olio vegetale;
  • biscotti d'avena;
  • marshmallow, marmellata, marshmallow;
  • succhi, composte, gelatine;
  • verdura, frutta, erbe aromatiche.

E cosa non mangiare se il fegato inizia a far male? È vietato l'uso dei seguenti prodotti:

  • funghi;
  • Grasso;
  • pesce e carne grassi;
  • brodi;
  • burro e margarina;
  • prodotti da forno freschi, pasticceria, cioccolato;
  • noccioline;
  • cacao;
  • spezie, carni affumicate, cibo in scatola.


Per le malattie del fegato, si possono consumare verdure, ad eccezione di cipolle, aglio, ravanello, acetosa

Nutrizione a seconda della causa del dolore

Un focolaio doloroso nell'area del fegato può essere il risultato di un errore nell'alimentazione e nell'abuso di alcol, ma a volte malattie gravi diventano causa di sensazioni spiacevoli.

Epatosi grassa

L'essenza del processo patologico è che il tessuto adiposo si accumula nel fegato. Di conseguenza, le cellule del fegato iniziano ad accumulare attivamente grassi semplici e successivamente si trasformano in cellule di grasso. Abuso di cibi grassi e fritti, alcol, uso di droghe tossiche: tutto questo e molto altro può causare l'attivazione dell'epatosi grassa.

Il pericolo è che le cellule adipose siano in grado di rigenerarsi nel tempo, provocando la cirrosi epatica. La dieta per l'epatosi dovrebbe essere completa e i pasti dovrebbero essere regolari. Per rimuovere le sostanze tossiche, dovresti bere fino a due litri di liquido al giorno. Può essere tisane, bevande alla frutta, succhi, acqua minerale naturale.

Per attivare il metabolismo, accumulare glicogeno nel fegato e normalizzare il metabolismo dei grassi, dovrebbero essere consumati almeno cento grammi di proteine ​​al giorno. Il sovrappeso è spesso un fattore provocante nello sviluppo dell'epatosi grassa, quindi è estremamente importante normalizzare il peso corporeo. In nessun caso dovresti ricorrere a diete radicali e perdere peso rapidamente, questo danneggerà ulteriormente il fegato.

Liberarsi dei chili in più contribuirà a una migliore funzionalità epatica, alla normalizzazione dei processi metabolici e alla prevenzione dei processi cronici.
Con l'epatosi, l'uso di grassi e fritti è severamente vietato.

Cancro al fegato

Ogni anno sempre più persone diventano vittime di cancro. Condizioni ambientali sfavorevoli, in particolare l'alimentazione e, in generale, lo stile di vita di una persona possono causare lo sviluppo di un processo tumorale. Epatite cronica, cirrosi epatica, spesso consumo di prodotti contenenti aflatossina B1: questo non è un elenco completo dei fattori provocatori nello sviluppo del cancro al fegato.

I primi sintomi di malignità sono simili a quelli dello stomaco e del pancreas. Man mano che la malattia progredisce, il fegato aumenta notevolmente di dimensioni, puoi persino sentirlo con le mani. La pelle diventa gialla e si gonfia. C'è pesantezza e dolore nell'ipocondrio destro.

La temperatura corporea aumenta senza una ragione apparente. Sullo sfondo della diminuzione dell'appetito, si verifica la perdita di peso. Tutto ciò comporta la comparsa di disturbi endocrini e l'insufficienza pancreatica si sviluppa gradualmente. Il menu per il cancro al fegato dovrebbe consistere in cibi facilmente digeribili, nutrienti e sani..

Possono essere bolliti, al forno, al vapore, ma mai fritti. La dieta dovrebbe essere progettata in modo tale che sostanze vitali ed elementi biologicamente significativi siano consegnati all'organismo malato. Il cibo dovrebbe essere ben assorbito dal corpo e non appesantire l'organo malato.

Importante! Con il cancro al fegato, la ritenzione di liquidi si verifica nel corpo. Pertanto, dovresti limitare l'assunzione di liquidi e sale. Se il processo patologico è accompagnato da vomito e diarrea, il liquido è estremamente necessario per ripristinare l'equilibrio elettrolitico dell'acqua..


Verdi e cereali germinati inibiscono l'attività cellulare anormale

Ogni pasto dovrebbe iniziare con cibi crudi per facilitare la digestione e ridurre lo stress sul pancreas. Il cavolo contribuirà ad accelerare l'eliminazione delle sostanze tossiche. Verdure e frutta rosse o gialle aiuteranno a rafforzare il sistema immunitario. Inoltre, hanno proprietà anti-cancerogene..

Al secondo posto, dopo i crudi, ci sono prodotti che subiscono un trattamento termico minimo: pasta, cereali, zuppe, stufati. E la parte più piccola della dieta dovrebbe essere composta da piatti che vengono cucinati a lungo usando temperature elevate: riso, salsicce, prodotti da forno non gustosi..

Invasioni elmintiche

Il luogo preferito di localizzazione dei parassiti nel corpo umano è il fegato. Molte malattie parassitarie sono spesso asintomatiche o hanno un quadro clinico lieve. Una varietà di parassiti può vivere nel fegato. Il primo posto è occupato dalle amebe. L'infezione si verifica per via fecale-orale. I nematodi possono anche vivere nel fegato, causando necrosi, microtrombosi e focolai purulenti.

Echinococchi, lamblia, schistosomi: tutti questi agenti patogeni sono anche in grado di infettare questo organo più importante. Le infestazioni da vermi possono causare perdita di peso, acne e rughe. Le unghie si sfaldano e diventano fragili. I pazienti sperimentano disturbi del sonno completo, stanchezza cronica. I parassiti possono causare cattivo gusto e alitosi.

La dieta in questo caso ha lo scopo di purificare il corpo e rafforzare il sistema immunitario. I parassiti non amano i seguenti alimenti:

  • more;
  • un ananas;
  • papaia;
  • Granato;
  • cavolo;
  • cipolla e aglio;
  • semi di zucca;
  • mandorle scure;
  • frutta;
  • verdure;
  • latticini.


Con le invasioni elmintiche, la dieta è finalizzata alla pulizia del corpo

Con i parassiti nel fegato, è necessario bere più acqua naturale per eliminare le tossine. Si consiglia di consumare verdure crude. Verdure e frutta devono essere risciacquate con acqua corrente ed è meglio scottare con acqua bollente.

Importante! Con i vermi, lo zucchero è proibito, dovrebbe essere completamente escluso.

Tuttavia, alcuni prodotti dovranno essere abbandonati: carne, pesce, latte, dolciumi, grassi e donati. Considera approssimativamente il menu per l'invasione elmintica:

  • prima colazione. Macedonia di frutta condita con yogurt fatto in casa e succo di frutti di bosco;
  • pranzo. Mora;
  • cena. Verdure fresche e succo d'ananas;
  • tè pomeridiano. Granato;
  • cena. Kefir magro e insalata di ananas.

Chirurgia del fegato

Nei primi giorni dopo l'intervento la nutrizione è esclusivamente parenterale. Dopo diversi giorni, viene eseguita una combinazione di alimentazione parenterale e sondino. Se cambi drasticamente il tipo di cibo, il cibo semplicemente non verrà assorbito, il che porterà all'interruzione dei processi metabolici. Da sette a dieci giorni dopo l'operazione, al paziente viene prescritta una dieta zero, viene anche chiamata chirurgica.

In futuro, con una buona assimilazione del cibo, viene assegnato il tavolo di trattamento n. 1. Dopo tre settimane, passano a una dieta terapeutica n. 5. La quantità di grasso dovrebbe essere limitata, poiché è con l'aiuto del fegato che gli acidi grassi vengono scomposti. Sono ammessi i seguenti prodotti:

  • piatti bolliti, al forno e al vapore con una minima aggiunta di sale;
  • frutta secca, mele, fragole, anguria;
  • zucca, cavoli, barbabietole, peperoni;
  • carne e pesce magri;
  • ricotta e kefir.

Il tabù è imposto su fritti, piccanti, salati, affumicati. Inoltre non puoi mangiare frutta e verdura esotiche ricche di oli essenziali. Sono vietati anche i sottoprodotti. Il mancato rispetto della dieta è irto dello sviluppo di un tumore canceroso, a causa del quale dovrai tornare di nuovo in ospedale per eseguire una resezione del fegato..

In questo caso, la dieta sarà molto più rigorosa. Quindi, il dolore al fegato può indicare una varietà di patologie. Una corretta alimentazione è la chiave per il recupero. Nessun trattamento farmacologico senza dieta avrà il risultato desiderato..

Dieta per malattie del fegato

Regole generali

Le malattie del fegato sono attualmente diffuse, a causa della crescita di effetti medicinali, virali o tossici sull'organo. L'epatite cronica è la malattia del fegato più comune. Il 60-70% dei pazienti con epatite potrebbe non presentare reclami e la patologia viene rilevata per caso quando vengono rilevati epatomegalia (fegato ingrossato) e cambiamenti nei test di funzionalità epatica. In alcuni casi, il debutto della malattia è la cirrosi epatica scompensata (manifestata da sindrome ascitica, sanguinamento dalle vene dilatate dell'esofago).

Il fegato partecipa ai processi di digestione, producendo bile, e ricostituisce le riserve energetiche del corpo (depositi di glicogeno), quindi partecipa alla regolazione del metabolismo dei carboidrati. L'importanza del problema risiede nel fatto che il danno epatico cronico e acuto si verifica con sintomi di insufficienza epatica, in cui tutte le funzioni epatiche sono inibite e la più grave è una violazione della funzione di disintossicazione. Il fegato neutralizza le tossine e i veleni, rimuove le sostanze intermedie tossiche in eccesso (fenolo, etanolo, acetone, ammoniaca, acidi chetonici), gli ormoni in eccesso e le vitamine.

L'insufficienza epatica acuta può essere il risultato di epatite virale grave, avvelenamento (veleni industriali, farmaci) o trasfusioni di sangue di un altro gruppo. Progredisce rapidamente (diverse ore o giorni) ed è reversibile con un trattamento tempestivo. L'insufficienza epatica cronica accompagna cirrosi o tumori maligni. Si sviluppa gradualmente (settimane o mesi), ma l'assunzione di alcol, il sanguinamento dello stomaco, l'affaticamento fisico possono accelerare il processo.

Poiché il fegato svolge un ruolo importante nel metabolismo dell'ammoniaca, i pazienti con malattie croniche presentano iperammoniemia (aumento dei livelli di ammoniaca nel sangue). Un aumento rapido dei metaboliti tossici porta allo sviluppo di encefalopatia epatica. Questo disturbo dell'attività mentale e nervosa può verificarsi con qualsiasi malattia del fegato che si manifesti con un fallimento della sua funzione ed è una complicanza formidabile. Il paziente sviluppa cambiamenti di personalità, alterazione della coscienza e disturbi intellettivi. Si notano aumento dell'appetito, linguaggio confuso, disturbi del sonno, confusione e sonnolenza. Più spesso questa condizione è una manifestazione dello stadio terminale delle malattie croniche diffuse (cirrosi), che porta allo sviluppo del coma e diventa la causa della morte..

La prognosi dipende dalla gravità dell'insufficienza epatica e può essere migliorata se il trattamento viene preso in modo tempestivo. Vengono utilizzati terapia infusionale intensiva, diuresi forzata, plasmaferesi, enterosorbenti che legano e rimuovono le tossine (Polyphepan, Enterosgel, Lactofiltrum, Duphalac), i probiotici.

Tutte queste malattie e condizioni sono molto gravi, quindi è importante per disagio o dolore al fegato, diminuzione dell'appetito, nausea, amarezza in bocca o grave debolezza immotivata, consultare un medico in modo tempestivo, essere esaminati, iniziare il trattamento e aderire a una corretta alimentazione..

Che tipo di dieta dovresti seguire per queste malattie? La tabella principale per le malattie del fegato e della cistifellea (colecistite), i dotti biliari (colangite) è la tabella di trattamento n. 5, che ha diverse varietà raccomandate per diversi decorsi di malattie. La dieta per la malattia del fegato nel periodo acuto dovrebbe essere il più delicata possibile - questa è la Tabella 5A. Lo scopo della nomina di questa dieta è quello di risparmiare tutti gli organi digestivi - non solo il fegato, ma anche lo stomaco e il pancreas. Ciò si ottiene utilizzando solo piatti bolliti (a vapore) e schiacciati: carne attorcigliata, pollo, pesce, verdure bollite, porridge semiliquido bollito. Saltare, stufare e friggere, sono escluse le verdure crude.

Il cibo nel periodo acuto contiene:

  • Ridotta quantità di grassi refrattari e sale.
  • Una maggiore quantità di prodotti lipotropici (ricotta, grano saraceno, siero di latte, latticello).
  • Zuppe cotte in brodi vegetali con cereali e verdure grattugiate. Le verdure non devono essere fritte per condire le zuppe. Sono ammesse zuppe di purea. Condire le zuppe con panna acida, latte o panna.
  • Pane di grano raffermo (I e II grado) e biscotti non dolci.
  • Carne magra e pesce in forma bollita e al vapore e solo prodotti a base di carne macinata, il pesce può essere consumato a pezzi.
  • Semolino, grano saraceno, riso, farina d'avena e farina d'avena, da cui si fa bollire il porridge in acqua (è possibile aggiungere il latte). Il porridge viene macinato fino a ottenere una consistenza semiliquida. Sono ammessi vermicelli lessi sottili e pasta piccola.
  • Latticini a basso contenuto di grassi, ricotta semigrassa (naturale e piatti a base di essa). Latte e burro - solo nei piatti. La panna acida è usata come condimento per i piatti.
  • Omelette proteiche.
  • Olio vegetale (nei piatti pronti e solo se tollerato).
  • Verdure (patate, cavolfiore, zucca, carote e barbabietole) lessate e grattugiate.
  • La frutta cruda matura e dolce viene consumata solo schiacciata, al forno e bollita.
  • Tè al limone, tè al latte, infuso di rosa canina, acqua naturale.
  • brodi;
  • grassi refrattari, spezie, spezie, sottaceti e sottaceti, cibo in scatola;
  • fibra grossolana (legumi, rape, noci, semi, funghi, cavolo bianco), verdure con oli essenziali (ravanelli, cipolle, aglio, cipolle verdi, ravanelli);
  • carne grassa, frattaglie e pesce grasso;
  • pasticceria con panna, pane integrale, focacce, miglio;
  • caffè, gelato, cioccolato, cacao;
  • tuorli d'uovo;
  • frutta e bacche acide, verdura e frutta nella loro forma grezza;
  • alcolici e bibite gassate.

La stessa dieta dovrebbe essere seguita per le coliche epatiche dopo aver interrotto l'attacco. La colica biliare (epatica) è una manifestazione della colelitiasi, quando per qualche motivo c'è un movimento di pietre, contrazione della cistifellea, accompagnata da un attacco di dolore acuto nell'ipocondrio destro. Cibi fritti, grassi o piccanti, eccesso di cibo, stress, esercizio fisico o agitazione possono scatenare le coliche..

In futuro, con coliche epatiche per la loro prevenzione, è necessario:

  • Escludere dalla dieta cibi che aumentano la secrezione biliare o la limitano drasticamente (tuorlo d'uovo crudo, oli vegetali).
  • Non mangiare cibi grassi fritti e alcol.
  • Spezie e piatti piccanti, marinate.
  • Introdurre più fibre nella dieta (verdure, crusca, frutta).
  • Mangia prodotti a base di latte fermentato, che, come i cibi vegetali, contribuiscono alla reazione alcalina della bile e questo impedisce l'ulteriore crescita dei calcoli.
  • Bere 1,5-2 litri di acqua per diluire la bile e prevenirne il ristagno.

Dopo un intervento chirurgico al fegato (per lesioni, rimozione del tumore, ecc.), Solo il secondo giorno, kefir, tè, gelatina a basso contenuto di grassi vengono introdotti nella dieta - in piccole porzioni (fino a 0,5 tazze) ogni 3 ore.

Dal terzo giorno, il cibo è consentito in porzioni frazionarie (100-150 g) fino a 8 volte al giorno. Può essere purè di patate, purè di zuppe e purè di pesce bollito, succhi diluiti (mela, zucca) e tè. Una settimana dopo, includi purè di cereali (grano saraceno, farina d'avena), carne bollita (arrotolata o montata in un frullatore, ricotta, kefir, yogurt e purea di verdure). Quindi al paziente viene assegnata la dieta n. 5A per 2 mesi con il passaggio al quinto tavolo.

Dopodiché, per ripristinare il fegato per un lungo periodo (fino a sei mesi o in modo permanente, a seconda delle condizioni), si raccomanda la Tabella n. 5, è prescritta dopo l'epatite virale trasferita, è il cibo principale per l'epatite cronica e la cirrosi senza esacerbazione. Nonostante le condizioni del paziente siano soddisfacenti e spesso non ci siano reclami, questo lettino di trattamento prevede anche un risparmio del fegato, ma moderato. Prevede lo scarico del metabolismo dei grassi e del colesterolo e la stimolazione dell'intestino.

Dieta per il fegato, cosa non mangiare

Nella tabella principale, rispetto al n. 5A, l'elenco dei prodotti consentiti e dei metodi di preparazione è stato ampliato (la cottura è consentita), ma, tuttavia, ci sono cibi e piatti che non possono essere mangiati:

  • pesce e carne grassi;
  • brodi;
  • cibo in scatola, carni affumicate, salsicce;
  • spezie piccanti, spezie e salse, sottaceti all'aceto;
  • legumi e verdure con un alto contenuto di oli essenziali (ravanelli, tutti i tipi di ravanelli, aglio e cipolle allo stato grezzo);
  • pasticcini, torte, latte e panna ricchi, torte fritte, focacce;
  • piatti di frittura.

Oltre ai principali prodotti previsti da questa tabella dietetica, di cui parleremo di seguito, è necessario inserire ogni giorno alimenti che fanno bene al fegato:

  • Verdure e frutta, verdure a foglia verde. Le verdure includono zucca, succo di zucca e piatti a base di esso. È un ortaggio facilmente digeribile e, grazie al suo alto contenuto di vitamina E, che favorisce l'assorbimento e la digestione del cibo, allevia il fegato..
  • Cavolfiore, cavoletti di Bruxelles e broccoli contengono zolfo, che può aiutare a migliorare la funzione di disintossicazione del fegato. Sono inoltre ricchi di vitamina K, essenziale per il suo normale funzionamento..
  • Barbabietole e carote sono ricche di beta-carotene, da cui viene sintetizzata la vitamina A nell'organismo, che migliora l'eliminazione dei radicali liberi. Altre sostanze in barbabietole e carote assottigliano la bile, migliorando l'eliminazione delle tossine.
  • Tutti i frutti contengono antiossidanti che prevengono i processi di ossidazione e danno cellulare. Ribes nero, peperoni, rosa canina e agrumi contengono la massima quantità di antiossidanti.
  • Alghe marine, ad alto contenuto di iodio e sali di acido alginico. Gli alginati legano composti chimici e sali di metalli pesanti.
  • Carciofo: normalizza il deflusso della bile e abbassa il colesterolo.
  • Prodotti a base di latte fermentato a basso contenuto di grassi (kefir, latte cotto fermentato, acidophilus, yogurt naturale). Guariscono la microflora intestinale e, in una certa misura, rimuovono le sostanze nocive dal corpo. La cagliata contiene sostanze lipotropiche, quindi è molto utile per queste malattie.
  • I cereali (grano saraceno e avena) si distinguono per un alto contenuto di vitamine B e PP, necessarie per il fegato.
  • Oli spremuti a freddo (oliva, canapa, semi di lino): la loro utilità risiede nell'alto contenuto di vitamina E antiossidante e acidi grassi omega-3. La vitamina E aiuta a preservare le membrane cellulari e protegge le cellule dalla morte. Oltre agli oli vegetali, il suo alto contenuto di noci, aronia, olivello spinoso e more.
  • Le albicocche secche contenenti potassio e magnesio riducono il rischio di cancro al fegato.
  • Miele: attiva la produzione di bile e favorisce il ripristino delle cellule epatiche.
  • Le noci, che contengono l'aminoacido arginina, aiutano a ridurre le tossine e sono anche ricche di acidi grassi omega-3 necessari per mantenere la funzione di questo organo.
  • Il rispetto del regime di consumo è altrettanto importante per migliorare la funzionalità epatica: le tossine vengono eliminate con l'acqua.

L'aggiunta di succo di limone, pompelmo all'acqua migliora le capacità disintossicanti dell'organo e ne migliora i processi di autodepurazione. Il succo di limone stimola la produzione di bile, con la quale le tossine vengono eliminate nell'intestino.

Se si nota ristagno biliare, vengono apportate modifiche alla dieta: lo zucchero è limitato e vengono introdotti più verdura, frutta, succhi di frutta e verdura e oli vegetali. La quantità totale di grasso in questa condizione aumenta leggermente, ma a scapito della verdura.

Con la cirrosi, che ha un decorso benigno, si raccomanda un'alimentazione costante in questa tabella dietetica. Con sintomi dispeptici, il paziente viene trasferito alla dieta n. 5A e con diarrea e steatorrea (ridotto assorbimento dei grassi), la quantità di grasso viene ridotta a 50 g, il latte e tutti i prodotti lassativi (barbabietola, rabarbaro, succo di barbabietola, albicocche secche, prugne) sono esclusi.

Nella cirrosi con ascite si consiglia una dieta a ridotto valore energetico (fino a 2000 kcal), contenente 70 g di proteine ​​e non più di 0,5 g di sale. Tutti i piatti sono preparati senza sale. Sono ammessi pane e burro senza sale. Riducono anche la quantità di liquido e introducono prodotti contenenti potassio (albicocche secche, prugne). I pasti dovrebbero essere prevalentemente vegetariani. Si consiglia di trasferire il paziente su un tavolo senza sale n. 7 per diversi giorni (fino a 10).

L'epatite tossica provoca l'assunzione di farmaci epatotossici, l'abuso di alcol e dei suoi surrogati. I prodotti di decomposizione dell'etanolo (acetato e acetaldeide) hanno un effetto epatotossico e interrompono la funzione delle membrane cellulari. Alcune tossine industriali hanno un'affinità per il tessuto epatico e sono efficaci anche a piccole dosi. In caso di danno tossico, viene eseguita una terapia di disintossicazione, vengono prescritti enterosorbenti, epatoprotettori, farmaci coleretici. Le raccomandazioni per la nutrizione terapeutica non differiscono da quelle sopra descritte: in una condizione grave, dieta n. 5A, con miglioramento - la tabella principale.

Prodotti consentiti

La nutrizione per un fegato malato include:

  • Zuppe a base di brodi vegetali (cereali, verdure, con tagliatelle, borsch, zuppa di cavolo cappuccio, latticini). Le verdure per le zuppe non vengono saltate, ma adagiate nella loro forma naturale.
  • Pane di grano (raffermo) fino a 500 g al giorno. È consentito il pane di segale (se il paziente lo tollera bene), biscotti secchi, biscotti senza grassi e magri.
  • Manzo, coniglio, pollo e vitello. Prima vengono bolliti e poi puoi cuocerli. Va ricordato che i piatti a base di carne macinata contorta sono più facili da digerire e riducono il carico sullo stomaco.
  • Pesce magro e pesce al forno con verdure.
  • Vari cereali sotto forma di cereali e casseruole con ricotta e verdure.
  • Latticini a basso contenuto di grassi: kefir, acidophilus, bifilife, yogurt, bifidok, bifidum-kefir. Quando compaiono flatulenza, feci molli, il loro uso è limitato.
  • Uso quotidiano consigliato di ricotta poco grassa (meglio del naturale) e nei piatti.
  • Il latte e la panna acida dovrebbero essere usati come additivo per i piatti.
  • Uova - fino a 3 durante la settimana, omelette o uova alla coque. Il numero di tuorli è limitato solo per lcb.
  • Verdure al forno, in umido e fresche. I pomodori vengono consumati in quantità limitate a causa della possibilità di bruciore di stomaco, l'uso del concentrato di pomodoro non è consentito.
  • Insalate di verdure fresche, che il paziente tollera bene, con l'aggiunta di olio vegetale, caviale di zucca fatto in casa, purè di piselli. Dalle spezie: cumino, alloro, aneto e prezzemolo.
  • Piatti di carne, pesce e verdure possono essere serviti con salse (panna acida, verdura e latticini), esclusi funghi e brodo.
  • Frutta e bacche sono consentite solo non acide, vengono consumate fresche e lavorate (composte, mousse e gelatine).
  • Zucchero, marmellata, caramello, toffee, marshmallow, miele (1-2 cucchiaini), marmellate. Lo zucchero è sostituito con xilitolo (parzialmente).
  • Piccole quantità di noci (escluse le arachidi).
  • È consentito aggiungere burro e olio vegetale in piccole quantità a piatti pronti, il loro trattamento termico è escluso.
  • Tè (debole), succhi di verdura, caffè con latte (debole), infuso di rosa canina, acqua naturale, decotto di crusca di frumento.