Da dove vengono i calcoli del fegato??

Le pietre nel fegato sono accompagnate da sensazioni dolorose di diversa natura nella regione iliaca destra. Questa condizione indica una violazione del normale funzionamento dell'organo..

Molto spesso, la causa principale del verificarsi di calcoli è un fallimento nei processi del metabolismo epatico. Tali formazioni sono composte da bilirubina e colesterolo con calcio.

Ci sono pietre nel fegato negli esseri umani?

Ci sono pietre nel fegato negli esseri umani? I calcoli epatici sono una delle patologie più pericolose nel campo della gastroenterologia. La malattia è caratterizzata dal fatto che i calcoli si formano nella cavità dell'organo, che sono accompagnati da alcuni sintomi.

Più spesso le persone che trascurano la corretta alimentazione, uno stile di vita sano e l'attività fisica sono suscettibili a questa malattia. Questa è una delle conseguenze della colecistite, che si verifica quando il metabolismo del colesterolo e della bilirubina fallisce. Il risultato di tali violazioni è la formazione di densi conglomerati, costituiti da bilirubina, colesterolo e calcio..

Cosa fare quando compaiono i primi sintomi della malattia?

È necessario visitare un medico il prima possibile quando le pietre sono nella fase iniziale del loro sviluppo. In questo caso, puoi eseguire la terapia farmacologica il prima possibile, prima che sia necessario rimuoverli radicalmente..

Tipi di pietre

I calcoli del fegato hanno la loro classificazione. Il colesterolo è presente nella composizione delle formazioni di colesterolo, quando un eccesso di esso appare nella bile, questa sostanza si accumula nel corpo. Sono anche isolati i calcoli epatici della bilirubina (foto). La loro caratteristica principale è un colore leggermente verdastro. Anche il diametro delle pietre e la loro forma sono importanti..

In termini di consistenza, anche tali formazioni differiscono. In alcuni casi, si sbriciolano, sono anche morbidi o densi. La loro superficie può essere liscia o ruvida..

Cause e sintomi

Un tale conglomerato nella cavità epatica non può apparire bruscamente, di solito i suoi predecessori sono una dieta squilibrata o malattie croniche dell'apparato digerente.

Le ragioni per la formazione di calcoli nei dotti epatici sono le seguenti:

  • Alterato metabolismo della bilirubina e delle strutture del colesterolo.
  • Congestione nel dotto biliare o nel fegato.
  • Coledoch nei dotti biliari.
  • Processi infiammatori negli organi dell'apparato digerente.
  • Violazione del metabolismo generale.
  • Blocco del canale.
  • Avere anemia.
  • Disfunzioni nell'ambiente ormonale.
  • Elmintiasi nel sistema digestivo.
  • Sconfitta da agenti virali.
  • Nutrizione impropria con colecistite della cistifellea.
  • Processi infiammatori o infettivi nel fegato (epatite).
  • Abuso di prodotti contenenti etanolo.
  • Uso a lungo termine di alcuni farmaci: ormonali, antibiotici, contraccettivi orali.

Da quali pietre sono formate è associato a manifestazioni cliniche. Esistono anche alcuni fattori predisponenti che innescano la formazione di depositi:

  • Dieta errata, presenza nel menu di una grande quantità di grassi animali. Anche gli amanti del cibo fritto sono a rischio. Per evitare la comparsa di un problema, si consiglia di adattare la dieta, includendo i grassi vegetali al posto degli animali nel menu giornaliero..
  • Un altro importante fattore predisponente è la disfunzione nel metabolismo delle sostanze ormonali. Di solito si tratta di interruzioni degli ormoni sessuali o anomalie nella ghiandola tiroidea..
  • Un forte aumento del peso corporeo a causa del consumo di grandi quantità di grassi animali e composti di carboidrati.
  • Malattie virali, parassitarie, batteriche dell'apparato digerente.
  • Cambiamenti nella composizione della bile, la predominanza di qualsiasi componente in essa.
  • Processi infiammatori negli organi del sistema genito-urinario.

Ai fattori elencati, puoi anche aggiungere: uso a lungo termine di contraccettivi orali, abuso di alcol, conduzione di uno stile di vita sedentario.

Le concrezioni nella cavità epatica sono una malattia cronica, la loro formazione si verifica per un lungo periodo di tempo.

Nel decorso cronico della malattia, i sintomi nelle donne e negli uomini possono essere i seguenti:

  • La presenza di dolori doloranti costanti. Molto spesso si trovano a destra sotto la costola. Compaiono dopo aver mangiato cibi grassi.
  • Altri sintomi sono disagio, sensazione di pienezza nella parte destra dell'addome.
  • La presenza di nausea costante, sentimenti di amarezza in bocca, aumento della produzione di gas.
  • Aumento del diametro della cistifellea, sua maggiore sensibilità durante l'esame.
  • La pelle e le mucose acquisiscono un colore leggermente giallastro.

I segni elencati possono essere uno per uno o in combinazione.

Il decorso acuto della malattia ha il suo quadro clinico:

  • l'inizio di un attacco di colica biliare, che è accompagnato da un dolore acuto, spastico, intensamente pronunciato a destra, attacchi di vomito e ingiallimento dell'epidermide,
  • esacerbazione della colecistite, che è accompagnata da intenso dolore nella regione iliaca destra, nausea, vomito, ipertermia, ingiallimento della pelle e delle mucose.

La dimensione delle pietre influisce anche sull'intensità dei sintomi e sulla durata dell'attacco. Va ricordato che quando compaiono questi segni, è molto importante consultare un medico il prima possibile e prendere il trattamento come prescritto dallo specialista curante..

Diagnostica

Tali calcoli si trovano più spesso usando gli ultrasuoni. Questa procedura consente di determinare il diametro, la struttura degli epatociti, in quali condizioni sono i canali epatici, se ci sono depositi di pietre o sabbia in essi..

Procedure quali la colecistografia o la tomografia computerizzata possono essere prescritte come metodi diagnostici ausiliari..

Per quanto riguarda i test di laboratorio, molto spesso al paziente viene assegnata un'assunzione di liquidi sanguigni per rilevare la concentrazione di enzimi epatici..

I risultati di questa analisi mostrano se c'è un processo infiammatorio nel fegato. Viene fornita un'analisi generale delle urine. Le misure diagnostiche elencate sono consigliabili solo nella fase acuta dello sviluppo della malattia..

Trattamento non chirurgico

Se si trovano calcoli nel fegato, il trattamento dipende direttamente dallo stadio in cui si trova la malattia. Senza intervento chirurgico, è possibile curare il processo patologico solo in una fase iniziale del suo sviluppo. Se compaiono sintomi allarmanti, è molto importante non ignorarli, ma consultare un medico il prima possibile..

I metodi di terapia conservativi includono l'assunzione di farmaci e la dieta. Prima di lasciare la dieta, assicurati di ripetere la diagnosi.

Lo svantaggio principale di questa terapia è il pericolo di riformazione dei depositi, la necessità di farmaci a lungo termine. Inoltre, il trattamento conservativo non porta sempre i risultati desiderati. Con lo sviluppo di un attacco di colica biliare, gli antispastici vengono solitamente prescritti dai medici. Se è presente colecistite acuta, si raccomanda un trattamento chirurgico.

Inoltre, con le pietre, vengono prescritti un medicinale antibatterico, compresse coleretiche, farmaci antinfiammatori. Un elemento obbligatorio della terapia sono gli epatoprotettori, che sono progettati per ripristinare le cellule epatiche colpite e prevenire l'ulteriore sviluppo dell'infiammazione. Se le formazioni sono piccole, possono uscire da sole.

Rimozione mediante operazione

Nella chirurgia moderna, si propone di rimuovere le pietre in diversi modi. La frantumazione ad ultrasuoni è un metodo efficace. Ma è adatto solo se i calcoli sono piccoli..

Un altro metodo innovativo è la frantumazione laser della pietra. È anche una procedura minimamente invasiva. Durante questo, un laser viene inserito attraverso piccole forature da uno specialista.

Il dispositivo viene utilizzato per influenzare i conglomerati, vengono distrutti. Con una tale procedura, la professionalità e l'accuratezza di tutte le manipolazioni sono molto importanti..

La chirurgia diretta viene attualmente eseguita mediante laparoscopia. Questa procedura comporta un trauma tissutale minimo. Il medico fa diverse punture, in cui sono inseriti strumenti speciali. Dopo l'intervento chirurgico, il paziente si riprende rapidamente, le complicazioni sono minime.

Rimedi popolari

Il trattamento con rimedi popolari può essere presente solo come metodo aggiuntivo alla terapia principale. Le pietre nel fegato possono essere trattate con infusi e decotti a base di piante medicinali: immortelle, massa decidua di betulla, mirtillo rosso. È bene bere succo di ravanello per diversi mesi..

Qualsiasi rimedio popolare dovrebbe essere utilizzato dal paziente solo previa autorizzazione dello specialista curante. Altrimenti, puoi solo aggravare la condizione. Nel periodo acuto non vengono utilizzati metodi popolari..

Prevenzione e dieta

Una condizione importante per la terapia completa è una dieta per i calcoli nel fegato. I pasti dovrebbero essere frazionari - almeno cinque volte al giorno, ma in piccole porzioni, la dieta dovrebbe essere equilibrata. Sono vietati cibi fritti e grassi, spezie, spezie, carni affumicate, salsicce, pasticcini e dolci..

Si consiglia di includere nella dieta prodotti a base di acido lattico, frutta e verdura fresca, brodi magri. Limita la quantità di sale. Un trattamento termico adeguato è importante: il cibo deve essere solo bollito, cotto o cotto a vapore. Rispetta il regime di consumo: bevi almeno due litri di acqua pulita al giorno.

Calcoli epatici: diagnosi e trattamento

Tra le tante funzioni ci sono la neutralizzazione delle tossine, la sintesi degli ormoni e la conservazione dei nutrienti. Difficoltà nella diagnosi di malattie del fegato in un piccolo numero di cellule nervose, motivo per cui il paziente è in ritardo nel determinare la presenza di un problema. Questo vale anche per un fenomeno così avverso come la formazione di calcoli nel fegato..

Spesso i calcoli nel corpo umano si formano nella cistifellea, ma in alcuni casi possono anche verificarsi nel fegato. Inoltre, le condizioni di questo paziente sono più gravi e gravi, motivo per cui richiede un approccio speciale al suo trattamento..

Per qualche ragione, la composizione della bile nel corpo umano cambia. È costituito dalle seguenti sostanze:

  • acqua;
  • muco;
  • bilirubina;
  • colesterolo;
  • sali biliari;
  • enzimi;
  • batteri.

Quando il livello di bilirubina o colesterolo aumenta, la quantità di sali che dovrebbero dissolverli diventa molto piccola. Di conseguenza, si forma la prima piccola sabbia, dopo di che pietre più grandi nel fegato o nei suoi condotti.

I cristalli che compaiono a causa della malattia possono aumentare di dimensioni, a volte disintegrarsi da soli o attaccarsi ad altre formazioni simili. Questo processo contribuisce alla formazione di vere strutture in pietra nel corpo umano..

Più voluminosa è la pietra, maggiori sono le possibilità di eventuali ostruzioni del condotto. Ciò influenzerà negativamente il paziente, poiché può diventare un fattore nello sviluppo di altre malattie del corpo..

Tali formazioni di vario grado si trovano in moltissime persone sul pianeta. Spesso non sanno nemmeno che i calcoli esistono nel loro fegato, poiché potrebbero non causare disagio o dolore fino a quando non diventano così grandi da influenzare in modo significativo alcuni dei processi nel corpo..

Cause

Uno dei motivi principali per la formazione di calcoli nel fegato è considerato un cambiamento nel deflusso della bile. È principalmente correlato al colesterolo e alla bilirubina.

C'è uno scarso deflusso di bile dovuto al fatto che alcune parti del sistema epatico sono interrotte. Questo organo non funziona in modo indipendente, ma a stretto contatto con la cistifellea, i dotti e il pancreas. Se il lavoro del processo in uno di questi organi viene interrotto, inizia la discchenesia, una violazione della funzione mototonica. Allo stesso tempo, la composizione dei componenti della bile cambia e si verifica il suo ristagno. Questo processo è chiamato discolia. Di conseguenza, inizia un processo infiammatorio, il cui risultato è la formazione di tartaro (pietra) nel fegato.

La formazione di alcuni tipi di calcoli può essere influenzata dall'anemia emolitica, che porta alla rottura dei globuli rossi, i globuli che trasportano l'ossigeno in tutto il corpo.

Ci sono molti altri fattori che influenzano anche lo sviluppo della malattia e il verificarsi di un problema spiacevole:

  • Dieta povera, che consiste in una quantità significativa di cibi grassi e fritti.
  • Squilibrio negli ormoni tiroidei o genitali.
  • Disturbi metabolici, inclusi carboidrati e grassi.
  • Alcune malattie del fegato di natura virale e infettiva.
  • Funzione motoria compromessa della separazione della bile.

Inoltre, i fattori che causano i calcoli nel fegato sono l'abuso di alcol, uno stile di vita sedentario o immobile, l'assunzione di determinati farmaci come trattamento o droghe..

Per eliminare il problema della formazione di calcoli nel fegato, bisogna innanzitutto iniziare influenzando il fattore che lo provoca. Pertanto, è molto importante identificare correttamente la causa prima di iniziare qualsiasi trattamento..

Tipi di pietre

Poiché le cause dei calcoli nel fegato sono molte, le pietre stesse hanno strutture diverse. Dipende da quali sostanze sono costituite e in quali condizioni si sono formate..

Gli esperti distinguono i seguenti tipi di pietre, a seconda della predominanza di alcuni componenti in essi:

  • Le pietre pigmentate prendono il nome dalla loro caratteristica tonalità di verde. Sono composti principalmente da una sostanza chiamata bilirubina..
  • I calcoli di colesterolo sono di colore giallo e si verificano a causa dell'eccessiva presenza di colesterolo nel corpo.
  • Le pietre miste possono avere colori diversi. Sono costituiti sia da particelle di bilirubina che da particelle di colesterolo.

Anche la dimensione delle pietre è abbastanza importante, poiché influenza direttamente i sintomi della malattia. I medici distinguono i seguenti calcoli (pietre) in termini di dimensioni:

  • Piccole particelle sotto forma di sabbia, le cui dimensioni non superano un paio di millimetri.
  • Grandi pietre, le cui dimensioni possono raggiungere anche diversi centimetri.

Nella loro forma, tutte le pietre sono anche diverse l'una dall'altra. A volte si formano sotto forma di forme arrotondate, ma spesso si verificano anche poliedri e ovali di forme irregolari. La loro superficie ha una struttura diversa. Le pietre rotonde sono spesso lisce, mentre altri tipi sono ruvidi o con angoli acuti.

Tutte le formazioni nel fegato hanno una consistenza diversa, che è direttamente influenzata dalle sostanze che contengono, nonché dal periodo della loro esistenza.

In alcuni casi, quando si tocca una pietra, si disintegra. Altri tipi di calcoli possono essere morbidi, come la plastilina o l'argilla, o piuttosto duri, motivo per cui possono essere paragonati in forza al ciottolo..

Sintomi

I sintomi della malattia possono comparire negli ultimi periodi della sua esistenza. Varie pietre possono crescere e formarsi nel fegato umano per anni, ma non lo sentirà.

I primi sintomi compaiono quando una delle pietre non blocca nessun condotto importante. Tale movimento dei calcoli può causare coliche epatiche nel corpo..

Spesso, l'insorgenza dei sintomi è fortemente provocata da un cambiamento nella dieta: un forte aumento della quantità di cibi grassi o fritti consumati. Anche le situazioni stressanti spesso diventano un fattore che provoca coliche..

Quando il processo inizia, c'è un giallo in tutto il corpo e un lieve prurito. L'ittero si manifesta come una colorazione giallastra della pelle e della sclera. Allo stesso tempo, le feci diventano più chiare e l'urina più scura, la temperatura corporea aumenta, compaiono brividi, debolezza e affaticamento..

Le condizioni del paziente peggiorano gradualmente, ha nausea e vomito. La mucosa della bocca si secca.

Dovresti anche prestare attenzione a sintomi come frequenti reazioni allergiche e raffreddori e una sensazione di pesantezza dopo aver mangiato..

Le pietre possono apparire in luoghi diversi e spostarsi gradualmente, a volte si verifica una situazione atipica in cui i medici possono sospettare altre malattie. Inoltre, alcuni sintomi possono indicare polmonite del lato destro, pancreatite o angina pectoris..

Inoltre, con una certa disposizione delle pietre, possono verificarsi dolori di vari gradi di manifestazione. Stanno pugnalando o tagliando in natura. Si diffondono in alcune parti del corpo: sottoscapolare destro, mascella destra, avambraccio o parte bassa della schiena.

In rari casi, l'unico sintomo è il dolore cardiaco dovuto alla sindrome colecistocardica.

Le statistiche mostrano che le ragazze hanno più spesso sintomi.

Diagnostica

La diagnosi dei calcoli nel fegato è meglio farlo in combinazione, utilizzando tutti i tipi di tecniche e metodi. Prima di tutto, il medico deve esaminare il paziente e intervistarlo. Dopo aver raccolto un'anamnesi completa, il medico spesso decide sull'esame e sulla consegna dei test.

  1. Procedura ad ultrasuoni. Questo metodo consente di determinare la presenza di vari calcoli, sia nel fegato che nei dotti o nella cistifellea. Inoltre, utilizzando gli ultrasuoni, è possibile determinarne le dimensioni e il numero.
  2. Radiografia che mostra chiaramente vari calcoli nel fegato. Ma alcuni dei loro tipi potrebbero non apparire sempre nei film..
  3. È meglio eseguire test di laboratorio standard, ma è necessario prestare maggiore attenzione a un esame del sangue biochimico. Determina la quantità di colesterolo e bilirubina. Un aumento di questi indicatori è una prova diretta di un problema..
  4. In alcuni casi, sarà necessario determinare la quantità di ormoni e controllare alcune altre funzioni del corpo al fine di creare un quadro completo a tutti gli effetti della malattia..
  5. I restanti tipi di test ed esami sono determinati dal medico in base ai dati raccolti. Ciò è dovuto al fatto che una persona può avere altre malattie dovute a problemi al fegato, o viceversa - altre malattie potrebbero diventare un fattore nello sviluppo di problemi al fegato.

Trattamento medico

  1. Farmaco. Come trattamento medico per la presenza di calcoli nel fegato, puoi usare farmaci speciali che ne favoriscono la disgregazione. Ma questo metodo di terapia è inefficace a causa del fatto che richiede molto tempo per essere utilizzato. Inoltre, con l'aiuto di questi preparati, è possibile frantumare solo quelle pietre che non compaiono sui raggi X, o piccole pietre allo stato di sabbia.
  2. Onde ultrasoniche. Tali misure non sono sempre giustificate, poiché particelle che non si sono completamente disintegrate possono danneggiare i condotti o bloccarli altrove..
  3. Laser. In alcuni casi, la distruzione delle pietre viene eseguita utilizzando un laser, per il quale viene introdotto un dispositivo speciale nel corpo umano. Il problema a volte sta nell'impatto sui calcoli. Deve essere estremamente preciso per non danneggiare accidentalmente organi umani sani. Allo stesso tempo, i frammenti dopo il laser, così come dopo il trattamento a ultrasuoni, vengono rimossi in modo abbastanza scomodo, causando anche sensazioni dolorose.
  4. Operazione. L'opzione più radicale, ma efficace, è la chirurgia per rimuovere i calcoli dal fegato. In precedenza, venivano eseguite operazioni di striscia, che erano accompagnate dall'apertura della cavità addominale. Attualmente, è preferibile la laparoscopia, che è relativamente sicura per una serie di motivi. Non causa una massiccia perdita di sangue, grandi ferite e molte complicazioni..

Presentiamo alla vostra attenzione un video che descrive in dettaglio questa malattia e i metodi di trattamento.

Trattamento domiciliare

Vari decotti sono usati per trattare i calcoli del fegato. I loro benefici non sono stati ancora dimostrati e non sono stati studiati da nessuno..

  1. Tè. C'è un'opinione secondo cui dopo 10 tazze di tè caldo forte, bevute una dopo l'altra, i calcoli si trasformano in sabbia e vengono gradualmente espulsi dal corpo da soli..
  2. Infuso di fiori di immortelle. In questo caso, è meglio usare le specie selvatiche di questa pianta. Devi bere circa 600 millilitri di un tale decotto al giorno, aderendo a una dieta rigorosa. Tutti i pasti devono essere cotti al vapore o bolliti.
  3. Brodo di barbabietola. Per fare questo, selezionare 3 barbabietole medie, sbucciare e tritare. Cuocere per circa 4 ore a fuoco basso e poi prendere questo sciroppo mezzo bicchiere per via orale prima di cena.
  4. Cenere di montagna della foresta. Va consumato crudo, strofinato con lo zucchero. Può essere spalmata sul pane come marmellata e consumata in totale un bicchiere al giorno.
  5. Barbabietola. In questo video sono descritti come preparare un decotto di barbabietole e le raccomandazioni per l'uso.

Nutrizione

Con le pietre nella cottura, devi regolare correttamente la tua dieta. Prima di tutto, il paziente deve escludere dalla sua dieta una serie di sostanze irritanti, inclusi estratti, oli essenziali, acidi organici, alcuni grassi e sale alimentare.

Diamo uno sguardo più da vicino alle restrizioni e ai consigli:

  1. I brodi su carne o funghi dovrebbero essere scartati. Le zuppe si cucinano al meglio con decotti di verdure..
  2. Gli oli essenziali si trovano in quantità significative in cipolle, aglio, ravanelli e rafano, quindi queste piante sono meglio consumate bollite o in umido. Prima di aggiungere le cipolle a un'insalata, è meglio versarvi sopra dell'acqua bollente per eliminare le sostanze irritanti..
  3. È necessario limitare l'uso di acetosa, rabarbaro, spinaci, mirtilli rossi, prugne, frutta acida e bacche nei piatti.
  4. Si sconsiglia di consumare la carne grassa in modo categorico, soprattutto in grandi quantità.
  5. Non puoi mangiare cibi fritti, speziati, affumicati, cioccolato e cacao.
  6. Le bevande alcoliche sono vietate..
  7. Il cibo dovrebbe contenere più fibre, che stimolano la normale digestione e normalizzano il flusso della bile.

Solo un medico qualificato può considerare la gravità della situazione e raccomandare possibili metodi per influenzare la formazione nel fegato. Oltre a rimuovere le pietre, è imperativo eliminare la causa del loro verificarsi, in modo che in futuro il problema non si manifesti più.

Quali sono le pietre nel fegato di manzo

Oh... sono un veterinario... È molto simile alla presenza di una malattia parassitaria come l'echinococcosi o l'alveococcosi... Il fatto che la sabbia sia nutrita, è già la sua forma disequata... In nessun caso questo fegato dovrebbe essere dato ai cani... Puoi ottenerlo da solo. Prova a smaltire questo fegato. È molto strano per me come è arrivato al tuo tavolo. Contatta la stazione sanitaria ed epidemiologica o la stazione della città con un reclamo su questo negozio... Lo scopriranno...
Sì, ora dimenticavo, ti mando una foto.
Echinococcosi

L'echinococcosi si verifica negli animali e nell'uomo. Le aziende agricole causano grandi danni economici, provocando la morte degli animali e una diminuzione delle loro qualità produttive. I pazienti sono in ritardo nel loro sviluppo, si osserva il loro esaurimento graduale. Negli esseri umani, l'echinococcosi è una malattia molto grave, poiché sono colpiti organi vitali: fegato, polmoni, ecc. La parassitizzazione può portare alla distruzione dell'intero organismo con conseguente morte.

L'agente eziologico è lo stadio larvale del cestodo - echinococcus granulosus, che parassita nell'intestino tenue di cani, lupi, sciacalli, volpi e volpi polari. Le sue dimensioni raggiungono solo 0,75 cm di lunghezza. Consiste di soli 8-4 segmenti e una testa armata di uncini chitinosi

Pietre di fegato di manzo

Durante l'urolitiasi, il cambiamento delle abitudini alimentari è prioritario, poiché tutti i prodotti di degradazione alimentare passano necessariamente attraverso i reni. La dieta per l'urolitiasi è considerata una componente necessaria e importante del complesso trattamento della malattia. Tenendo conto del tipo di disturbi che hanno causato la formazione di calcoli, nonché della composizione chimica dei calcoli, viene sviluppata e prescritta una dieta terapeutica.

Per prima cosa, lascia che ti ricordi l'essenza della malattia stessa. L'urolitiasi è la formazione di calcoli e l'accumulo di sabbia negli organi del sistema urinario. La malattia è abbastanza comune, e può manifestarsi in persone di entrambi i sessi e di tutte le età, spesso si presenta in forma latente e acuta, spesso accompagnata da gravi complicazioni e ricadute.

Il motivo della formazione di pietre e sabbia è un aumento eccessivo della concentrazione di sali di varie sostanze precipitate (non escrete dal corpo) a causa di processi metabolici disturbati e esposizione ad alcune condizioni sfavorevoli. Tra questi ci sono disidratazione, malattie frequenti del sistema genito-urinario in forme acute e croniche (cistite, pielonefrite, ecc.), Carenze nutrizionali o carenze vitaminiche, malattie dell'apparato muscolo-scheletrico, organi digestivi in ​​forma cronica, stile di vita sedentario, caratteristiche congenite o patologia genetica della struttura degli organi del sistema urinario, dieta malsana, acqua dura, disturbi vascolari e metabolici direttamente nei reni e nel corpo stesso.

Con la diagnosi tempestiva della malattia, la corretta terapia farmacologica e, soprattutto, l'aderenza alla dieta, il trattamento ha successo, non è richiesto alcun intervento chirurgico. L'attenta aderenza a una dieta terapeutica per l'urolitiasi previene la crescita di calcoli esistenti o la formazione di nuovi, modifica l'acidità delle urine, che aiuta a sciogliere i calcoli. La dieta (indipendentemente dalla composizione della pietra) prevede l'aderenza al regime di bere, che stimola i processi di escrezione di pietre, sabbia e altri sedimenti dai reni e dalla vescica.

Quindi, il tipo di pietre (composizione chimica) influenza la scelta della dieta, che viene sviluppata dal medico in collaborazione con il nutrizionista. Le pietre sono ossalato, urato, fosfato, organico e misto (una miscela di vari sali, che si trova in quasi la metà dei casi). Ricorda, una dieta terapeutica per i calcoli fosfatici non funzionerà affatto con i calcoli di urato, stimolerà la crescita dei calcoli. Pertanto, è molto importante fidarsi degli specialisti in materia di nutrizione. Per questo motivo, è impossibile aderire a una dieta rigorosa per molto tempo, questo cambierà drasticamente la composizione dell'urina e provocherà la formazione di calcoli di tipo diverso. Ad esempio, con diete alcalinizzanti a lungo termine, i pazienti con gotta spesso sviluppano calcoli renali fosfatici. La nutrizione medica è raccomandata durante il periodo di trattamento attivo, in futuro la dieta viene gradualmente ampliata (di nuovo, sotto la supervisione di uno specialista).

Principi generali di nutrizione medica per calcoli renali.
È molto importante per l'urolitiasi consumare da 2 a 2,5 litri di acqua potabile pulita durante il giorno (puoi usare un decotto di rosa canina). Succhi, bevande alla frutta, composte, tè e altri liquidi non contano. In generale, le pietre iniziano a formarsi sullo sfondo di un aumento della concentrazione di ioni nelle urine, quindi più l'acqua viene filtrata ed esce nelle urine, meglio è, la concentrazione diminuirà.

La dieta per i calcoli renali dovrebbe essere equilibrata e avere un valore energetico sufficiente. Le malattie esistenti dell'apparato digerente devono essere prese in considerazione, poiché la loro esacerbazione può interrompere l'assorbimento di vitamine e oligoelementi, che porterà alla formazione di calcoli.

I pasti dovrebbero essere frazionari, ovvero 5-6 pasti al giorno in piccole porzioni.

Quando la dieta aiuta?
Gli amminoacidi (cisteina e xantina) non sono soggetti a correzione da parte della terapia nutrizionale, poiché si formano in patologie genetiche. Fatte salve alcune raccomandazioni, i calcoli di urato possono essere eliminati. Gli ossalati o le pietre fosforo-calcio praticamente non si dissolvono, l'alimentazione dietetica previene solo la formazione di nuove pietre.

Dieta per la deposizione di calcoli di ossalato.
Gli ossalati sono cristalli del sale di calcio dell'acido ossalico, si formano con un maggiore apporto di acido ossalico o vitamina C nel corpo dal cibo, nonché con un aumento dell'assorbimento di acido ossalico sullo sfondo di una mancanza di calcio e vitamina B6.

La dieta terapeutica prevede l'esclusione dalla dieta:

  • insalata verde, spinaci, acetosa, rabarbaro, barbabietola, sedano, prezzemolo;
  • cioccolato, cacao;
  • gelatine e gelatine;
  • fichi e portulaca;
  • vitamina C sotto forma di integratore alimentare, nonché prodotti in cui la vitamina è un conservante;
  • carni affumicate, salinità e marinate;
  • brodi e spezie;
  • frattaglie.

È necessario limitare notevolmente i consumi:

  • sali (soprattutto per i bambini, poiché gli ossalati si formano più spesso durante l'infanzia);
  • carote, pomodori, fagiolini;
  • carne di pollo e manzo;
  • agrumi;
  • ribes nero e rosso, rosa canina, uva spina, mirtilli;
  • mele acide;
  • dolci;
  • giovane vegetazione;
  • tè, caffè (bevanda preferibilmente non forte con il latte).

La dieta può includere:

  • patate, cavolfiore, zucca, piselli, melanzane, prugne, fagioli rossi;
  • pera, mele dolci, prugne, uva (si consigliano giorni di digiuno dell'uva), corniolo, albicocche, banane, angurie;
  • tutti i cereali e i cereali integrali (in particolare grano saraceno, crusca di frumento, farina d'avena);
  • pane di crusca;
  • noccioline;
  • latticini (preferibilmente al mattino);
  • infusi di colorante mezzo bruciato, robbia, foglie di betulla e radici di violetta;
  • pesce magro.

Se l'ossaluria non è grave, non è richiesta una dieta correttiva, ma con un decorso prolungato della malattia, c'è un alto rischio di sviluppare un'infiammazione secondaria (pielonefrite), che porta all'alcalinizzazione delle urine e provoca la formazione di calcoli di fosfato. È abbastanza difficile sviluppare una dieta con una tale condizione, poiché è importante tenere conto e combinare i requisiti delle due diete..

Menu di esempio per un giorno con pietre di ossalato.
Colazione: ricotta (100 grammi), 200 ml di tè con latte, una fetta di pane e burro.
Seconda colazione: porridge di farina d'avena nel latte (150 g), bevanda alla frutta al mirtillo rosso (puoi usare la marmellata) (250 ml).
Pranzo: zuppa di verdure vegetariana (250 ml) con panna acida, una fetta di pane, composta di frutti di bosco (250 ml).
Merenda pomeridiana: sformato di pasta e ricotta (150 g), gelatina di frutta (250 ml).
Cena: 100 g di manzo al forno, patate lesse con aggiunta di carote (150 g), un bicchiere di acqua minerale.
Seconda cena: non un panino grande (non un panino), un bicchiere di succo di mirtillo rosso.

Dieta per la deposizione di calcoli di urato.
La loro formazione si verifica sullo sfondo di un eccesso nelle urine del prodotto del metabolismo delle purine - acido urico, nonché con una reazione acida dell'urina. Pertanto, la dieta prevede in questo caso una diminuzione della dieta degli alimenti ricchi di basi purine, nonché l'alcalinizzazione delle urine. La dieta è di natura lattico-vegetale.

Prodotti vietati:

  • cibo in scatola, marinate;
  • pesce e carne di animali adulti (si possono mangiare varietà non grasse bollite tre volte a settimana), vitello e agnello sono esclusi;
  • salsicce e varie carni affumicate;
  • frattaglie (cervello, fegato, polmoni);
  • formaggio salato;
  • grassi animali (maiale, manzo o culinari);
  • un pesce;
  • gelatine;
  • acetosa e spinaci, cavolfiore, rabarbaro e fichi;
  • brodi ricchi, compresi i funghi;
  • funghi;
  • legumi;
  • bevande alcoliche (soprattutto birra e vino rosso);
  • tè e caffè (a volte non forti), cacao e cioccolato, succo di mirtillo rosso.

Prodotti consentiti:

  • porridge (grano saraceno, miglio, orzo);
  • pasta, pane;
  • frutta secca, dolci (tranne il cioccolato), miele, marmellata, marmellata;
  • le patate (al forno o "in divisa" sono particolarmente utili), i pomodori, i peperoni, le melanzane, i cetrioli, le barbabietole ravanelli (soprattutto in combinazione con il miele);
  • Noci e semi;
  • latte e latticini, ricotta e formaggi dolci;
  • uova;
  • eventuali bacche e frutti (soprattutto pere, mele, angurie, albicocche e pesche);
  • acqua minerale, succo di limone, bevande alla frutta, succhi (soprattutto carote);
  • zuppe casearie e vegetariane (in brodo vegetale con aggiunta di bollito);
  • prezzemolo, aneto, cipolle verdi;
  • in una piccola quantità di spezie;
  • decotti di fiori di fiordaliso, trifoglio, foglie di ribes nero, radici di tarassaco e bardana.

Il digiuno con questo tipo di pietre è completamente controindicato, poiché provoca l'acidificazione dell'ambiente interno del corpo e una maggiore formazione di acido urico depositato nei reni. Ma i giorni di digiuno (1-2 volte a settimana) saranno molto utili (verdura (1,5 kg al giorno), latticini o kefir (1-2 litri al giorno), frutta (mela 1,5-2 kg)). Bere liquidi in questi giorni non è limitato.

Un menu approssimativo per un giorno con calcoli renali di urato.
Prima colazione: budino di carote, miglio e mele (pezzo da 100 g), un bicchiere di tè con latte, 150 g di insalata di verdure (condimento - olio vegetale).
Seconda colazione: brodo di rosa canina (250 ml), panino, ma non cottura.
Pranzo: 250 ml di zuppa di noodles nel latte, una fetta di pane, cotolette di patate (150 g), composta di frutti di bosco (250 ml).
Spuntino pomeridiano: due mele.
Cena: involtini di cavolo con riso bollito e verdure (200 g), un bicchiere di acqua minerale.
Seconda cena: brodo di crusca di frumento (250 ml).

Dieta con pietre fosfatiche.
I sali di calcio dell'acido fosforico (apatite) si formano a causa del metabolismo del fosforo-calcio alterato, pertanto una dieta terapeutica è finalizzata all'acidificazione delle urine.

Prodotti vietati:

  • verdure (comprese le patate) e verdure in scatola, frutta (succhi);
  • gelato;
  • latte e latticini (ricotta, formaggio) (organizzare periodicamente i giorni di calcio);
  • alcol;
  • caffè;
  • spezie e snack caldi;
  • bevande gassate;
  • sale in qualsiasi forma e cibi salati;
  • carni affumicate, salinità, marinate;
  • grassi animali;
  • tuorlo d'uovo.

Prodotti consentiti:

  • carne e pesce (compresi i frutti di mare);
  • verdure (zucca, fagioli, piselli, lenticchie, asparagi, cavoletti di Bruxelles);
  • bacche acide (mirtilli rossi, ribes, mirtilli rossi);
  • pasta, pane e prodotti da forno (esclusi i muffin);
  • cereali e zuppe (vegetali);
  • burro e olio vegetale;
  • bianco d'uovo (a volte);
  • fegato;
  • noccioline;
  • decotti di rosa canina e bevande alla frutta (soprattutto di mirtilli rossi e mirtilli rossi);
  • mele e succhi di mele acide e uva;
  • acqua minerale;
  • tisane o tisane (radice di bardana, tinture di robbia, elecampane, uva ursina, levistico, centaurea);
  • brodi di carne e funghi deboli;
  • moderatamente dolce;
  • sale (10-12 g al giorno).

In presenza di aterosclerosi, nonostante il possibile consumo di carne e pesce in questa dieta, questi alimenti dovrebbero essere limitati.

Menu di esempio per la fosfaturia (calcoli fosfatici) per un giorno.
Prima colazione: 100 g di porridge di grano saraceno, un bicchiere di tè, albume d'uovo.
Seconda colazione: un bicchiere di brodo di rosa canina, non un panino.
Pranzo: una porzione di 250 ml di zuppa con polpette, una fetta di pane, un bicchiere di composta di frutti di bosco (si possono usare bacche essiccate).
Spuntino pomeridiano: cotoletta di carne (non più di 100 g), un bicchiere di gelatina.
Cena: 100 g di carne di pollo al forno, 100 g di riso bollito, un bicchiere di acqua minerale.
Seconda cena: un bicchiere di tè e un chicco di pane.

La nutrizione dietetica per l'urolitiasi ha lo scopo di migliorare le condizioni del paziente durante la terapia, dopo l'intervento chirurgico e per prevenire il ripetersi della malattia. La dieta, la sua durata deve essere prescritta dal medico curante insieme ad un nutrizionista sulla base dei dati della visita medica e delle analisi ottenute.

L'urolitiasi è una malattia in cui si formano calcoli o calcoli nei reni e nel tratto urinario.

Le pietre possono essere di diversi tipi e la restrizione nel cibo di determinati prodotti dipende dalla loro composizione. La composizione dei calcoli di ossalato comprende sali di calcio formati da acido ossalico, rispettivamente, in questo caso si presume la limitazione di acido ossalico e vitamina C. La composizione degli urati include sali di acido urico, che richiede l'alcalinizzazione dell'urina. I calcoli di fosfato si formano in violazione del regime fosforo-calcio e hanno bisogno di "acidificare" l'urina, mentre i calcoli di cistina si formano dalla cistina (amminoacidi).

Gli obiettivi perseguiti dalla dieta per l'urolitiasi sono:

  • normalizzazione del metabolismo dei nutrienti, in particolare purine;
  • spostare la reazione dell'urina sul lato alcalino o acido, a seconda della composizione delle pietre per prevenire la deposizione di sali e rimuoverli dal corpo;
  • correzione della funzione intestinale e normalizzazione del peso.

La dieta è fisiologicamente completa con qualche restrizione di proteine ​​animali e grassi refrattari.

Secondo la classificazione di Pevzner, la dieta per i calcoli renali corrisponde alla tabella di trattamento numero 6. Secondo l'ordine del Ministero della Salute della Federazione Russa nelle istituzioni mediche, la tabella numero 6 è inclusa nell'opzione di dieta principale (OVD).

Contenuto giornaliero di nutrienti:

  • proteine ​​- 70-80 g, di cui il 50% sono proteine ​​di origine animale;
  • grassi - 80-90 g, di cui fino al 30% sono grassi vegetali;
  • carboidrati - 350-400 g, zucchero - non più di 80 g.

Il valore energetico della dieta è di 2170-2400 chilocalorie al giorno.

  • dieta;
    È necessario assumere cibo fino a 4-5 volte al giorno in piccole porzioni, questo riduce il carico sul tratto digestivo, normalizza la motilità intestinale e il peso (specialmente con l'obesità). Sia l'eccesso di cibo che la fame non sono consentiti, poiché in questi casi aumenta il livello di acido urico e altre sostanze che provocano la formazione di calcoli. L'ultimo pasto dovrebbe essere al più tardi tre ore prima di coricarsi.
  • trasformazione culinaria;
    Sono ammessi tutti i tipi di lavorazione degli alimenti, ad eccezione della frittura. I prodotti di carne, pesce e pollame vengono prima bolliti prima della cottura, poiché circa la metà delle purine passa nel brodo (sostanze estrattive). Il cibo è tritato, ma non troppo finemente, o servito intero (carne - non più di 150 g, pesce - non più di 170 g). Carne e pesce vengono introdotti nella dieta non più di 2-3 volte a settimana..
  • temperatura del cibo;
    Temperatura normale del cibo: 15-60 gradi Celsius.
  • sale e liquido;
    In caso di calcoli renali, è necessario limitare il consumo di sale da cucina a 5 g al giorno. Un eccesso di sale provoca la formazione di calcoli e aumenta la pressione sanguigna. A meno che non ci siano altri motivi per limitare l'assunzione di liquidi, il suo volume dovrebbe essere di almeno 2 litri al giorno. Si consiglia acqua bollita, acqua poco mineralizzata, succhi di frutta e verdura, decotti di erbe officinali. Bere molti liquidi abbassa la concentrazione di urina e rimuove i sali dal corpo.
  • alcol;
    È esclusa l'assunzione di bevande alcoliche per i calcoli renali. Innanzitutto, forti bevande alcoliche provocano spasmo degli ureteri, ristagno di urina nei reni e attacco di dolore. In secondo luogo, l'alcol etilico aumenta la concentrazione di urina e la precipitazione dei sali.
  • il peso;
    Un principio altrettanto importante di una dieta per calcoli renali è la normalizzazione del peso. Con un eccesso di tutto e un maggiore apporto di cibi ipercalorici (carboidrati semplici e grassi animali), aumenta il livello di acido urico nel sangue, che si deposita nei reni. Si consiglia di trascorrere giorni di digiuno una volta alla settimana (cagliata, kefir).

L'elenco degli alimenti proibiti per i calcoli renali, prima di tutto, comprende quelli che contengono una grande quantità di purine: alimenti proteici di origine animale e grassi refrattari. Sono escluse verdure e frutta con un alto contenuto di acido ossalico, che provoca la formazione di noccioli di ossalato. Limitare l'assunzione di cibi ricchi di vitamina C, poiché una grande quantità aumenta il contenuto di acido ossalico. Allo stesso scopo, il numero di piatti contenenti gelatina è ridotto nella dieta. Tè e caffè forti interrompono il metabolismo del calcio-fosforo, quindi sono anche esclusi.

L'elenco degli alimenti proibiti include:

  • pasticceria ricca, torte e pasticcini con panna, pane fresco a base di farina premium (carboidrati facilmente digeribili);
  • brodi di carne, pesce, pollame e funghi, zuppe da loro;
  • carne e pesce grassi: sgombro, salmone, pesce gatto, aringhe;
  • pelle di pollame;
  • frutti di mare;
  • carne giovane (una grande quantità di purine), carne in scatola e pesce;
  • salsicce e salsicce;
  • gelatine, gelatina, gelatina;
  • legumi, acetosa e spinaci, rabarbaro, barbabietola rossa, melanzane in misura limitata;
  • bacche acide: ribes, uva spina, lamponi, mirtilli rossi, mirtilli rossi;
  • gli agrumi sono limitati;
  • formaggi salati e piccanti;
  • marinate e sottaceti;
  • carni affumicate, carne in scatola;
  • cacao, cioccolato, tè forte e caffè;
  • frattaglie (grasso nascosto e purine): reni, fegato, cervello, lingua;
  • grasso di manzo e agnello, pancetta, margarina, grasso da cucina;
  • spuntini caldi e spezie: pepe, rafano, senape;
  • le uova, soprattutto il tuorlo.

Nella nutrizione medica per i calcoli renali dovrebbero includere prodotti che alcalinizzano l'urina (tranne nei casi in cui il paziente ha fosfaturia ed è necessario un "passaggio" al lato acido). Questi includono frutta e verdura, latticini.

Indicato il consumo di alimenti contenenti magnesio, vitamine del gruppo B, che rimuovono ossalati e urati. È necessario aumentare la quantità di alimenti ricchi di vitamina A nella dieta, che è importante per la rigenerazione dell'epitelio delle mucose dei reni e delle vie urinarie..

Le acque poco mineralizzate e i decotti alle erbe hanno proprietà antinfiammatorie. Aumenta il consumo di oli vegetali sostitutivi del grasso animale e della fibra vegetale, che previene la deposizione di sali e l'aumento di peso, e normalizza la funzione motoria dell'intestino.

L'elenco dei prodotti consentiti include:

  • pane fatto con farina di 1 e 2 gradi di macinazione grossolana o crusca (una fonte di vitamine del gruppo B);
  • insalate di verdure fresche;
  • verdure sottaceto e sottaceto;
  • cereali con moderazione;
  • pasta con moderazione;
  • bacche e frutti dolci, angurie, pere, mele, prugne, uva (rimuovere gli ossalati);
  • patate, zucca, zucchine, carote, pomodori, qualsiasi altra verdura;
  • carni magre e pollame: pollo, tacchino, manzo;
  • pesce magro: merluzzo, merluzzo bianco;
  • latte, ricotta non acida, latticini;
  • formaggi dolci e non salati;
  • uova in qualsiasi forma, il tuorlo è limitato;
  • frutta secca (fonte di potassio);
  • verdure, latticini, salse di pomodoro;
  • marmellata, miele, marshmallow, meringa, marmellata;
  • tè o caffè debole con latte o limone, un decotto di fiocchi di grano e avena, uva ursina, seta di mais;
  • olio vegetale, burro limitato.

Il rispetto dei principi della nutrizione medica per i calcoli renali è estremamente importante, perché:

  • aiuta a prevenire la formazione di nuovi calcoli;
  • scioglie le pietre esistenti;
  • rimuove i calcoli sotto forma di depositi di sali e piccole formazioni dai reni.

Inoltre, una dieta per l'urolitiasi è utile per la perdita di peso, normalizza il tratto digestivo e il sistema cardiovascolare. Se un paziente con calcoli renali aderisce alla nutrizione medica, il rischio di malattie infiammatorie del sistema urinario è ridotto..

Trascurare l'assistenza nutrizionale in caso di calcoli renali esistenti aumenta il rischio di sviluppare complicazioni come:

Durante l'urolitiasi, il cambiamento delle abitudini alimentari è prioritario, poiché tutti i prodotti di degradazione alimentare passano necessariamente attraverso i reni. La dieta per l'urolitiasi è considerata una componente necessaria e importante del complesso trattamento della malattia. Tenendo conto del tipo di disturbi che hanno causato la formazione di calcoli, nonché della composizione chimica dei calcoli, viene sviluppata e prescritta una dieta terapeutica.

Per prima cosa, lascia che ti ricordi l'essenza della malattia stessa. L'urolitiasi è la formazione di calcoli e l'accumulo di sabbia negli organi del sistema urinario. La malattia è abbastanza comune, e può manifestarsi in persone di entrambi i sessi e di tutte le età, spesso si presenta in forma latente e acuta, spesso accompagnata da gravi complicazioni e ricadute.

Il motivo della formazione di pietre e sabbia è un aumento eccessivo della concentrazione di sali di varie sostanze precipitate (non escrete dal corpo) a causa di processi metabolici disturbati e esposizione ad alcune condizioni sfavorevoli. Tra questi ci sono disidratazione, malattie frequenti del sistema genito-urinario in forme acute e croniche (cistite, pielonefrite, ecc.), Carenze nutrizionali o carenze vitaminiche, malattie dell'apparato muscolo-scheletrico, organi digestivi in ​​forma cronica, stile di vita sedentario, caratteristiche congenite o patologia genetica della struttura degli organi del sistema urinario, dieta malsana, acqua dura, disturbi vascolari e metabolici direttamente nei reni e nel corpo stesso.

Con la diagnosi tempestiva della malattia, la corretta terapia farmacologica e, soprattutto, l'aderenza alla dieta, il trattamento ha successo, non è richiesto alcun intervento chirurgico. L'attenta aderenza a una dieta terapeutica per l'urolitiasi previene la crescita di calcoli esistenti o la formazione di nuovi, modifica l'acidità delle urine, che aiuta a sciogliere i calcoli. La dieta (indipendentemente dalla composizione della pietra) prevede l'aderenza al regime di bere, che stimola i processi di escrezione di pietre, sabbia e altri sedimenti dai reni e dalla vescica.

Quindi, il tipo di pietre (composizione chimica) influenza la scelta della dieta, che viene sviluppata dal medico in collaborazione con il nutrizionista. Le pietre sono ossalato, urato, fosfato, organico e misto (una miscela di vari sali, che si trova in quasi la metà dei casi). Ricorda, una dieta terapeutica per i calcoli fosfatici non funzionerà affatto con i calcoli di urato, stimolerà la crescita dei calcoli. Pertanto, è molto importante fidarsi degli specialisti in materia di nutrizione. Per questo motivo, è impossibile aderire a una dieta rigorosa per molto tempo, questo cambierà drasticamente la composizione dell'urina e provocherà la formazione di calcoli di tipo diverso. Ad esempio, con diete alcalinizzanti a lungo termine, i pazienti con gotta spesso sviluppano calcoli renali fosfatici. La nutrizione medica è raccomandata durante il periodo di trattamento attivo, in futuro la dieta viene gradualmente ampliata (di nuovo, sotto la supervisione di uno specialista).

Principi generali della nutrizione terapeutica per i calcoli renali È molto importante per l'urolitiasi consumare da 2 a 2,5 litri di acqua potabile pulita durante il giorno (è possibile utilizzare un decotto di rosa canina). Succhi, bevande alla frutta, composte, tè e altri liquidi non contano. In generale, le pietre iniziano a formarsi sullo sfondo di un aumento della concentrazione di ioni nelle urine, quindi più l'acqua viene filtrata ed esce nelle urine, meglio è, la concentrazione diminuirà.

La dieta per i calcoli renali dovrebbe essere equilibrata e avere un valore energetico sufficiente. Le malattie esistenti dell'apparato digerente devono essere prese in considerazione, poiché la loro esacerbazione può interrompere l'assorbimento di vitamine e oligoelementi, che porterà alla formazione di calcoli.

I pasti dovrebbero essere frazionari, ovvero 5-6 pasti al giorno in piccole porzioni.

Quando aiuta la dieta Gli aminoacidi (cisteina e xantina) non possono essere aggiustati dalla terapia nutrizionale, poiché si formano in caso di patologie genetiche. Fatte salve alcune raccomandazioni, i calcoli di urato possono essere eliminati. Gli ossalati o le pietre fosforo-calcio praticamente non si dissolvono, l'alimentazione dietetica previene solo la formazione di nuove pietre.

Dieta con deposizione di calcoli di ossalato. Gli ossalati sono cristalli del sale di calcio dell'acido ossalico, si formano con un maggiore apporto di acido ossalico o vitamina C nel corpo con il cibo, nonché con un aumento dell'assorbimento di acido ossalico sullo sfondo di una mancanza di calcio e vitamina B6.

La dieta terapeutica prevede l'esclusione dalla dieta:

  • insalata verde, spinaci, acetosa, rabarbaro, barbabietola, sedano, prezzemolo;
  • cioccolato, cacao;
  • gelatine e gelatine;
  • fichi e portulaca;
  • vitamina C sotto forma di integratore alimentare, nonché prodotti in cui la vitamina è un conservante;
  • carni affumicate, salinità e marinate;
  • brodi e spezie;
  • frattaglie.

È necessario limitare notevolmente i consumi:

  • sali (soprattutto per i bambini, poiché gli ossalati si formano più spesso durante l'infanzia);
  • carote, pomodori, fagiolini;
  • carne di pollo e manzo;
  • agrumi;
  • ribes nero e rosso, rosa canina, uva spina, mirtilli;
  • mele acide;
  • dolci;
  • giovane vegetazione;
  • tè, caffè (bevanda preferibilmente non forte con il latte).

La dieta può includere:

  • patate, cavolfiore, zucca, piselli, melanzane, prugne, fagioli rossi;
  • pera, mele dolci, prugne, uva (si consigliano giorni di digiuno dell'uva), corniolo, albicocche, banane, angurie;
  • tutti i cereali e i cereali integrali (in particolare grano saraceno, crusca di frumento, farina d'avena);
  • pane di crusca;
  • noccioline;
  • latticini (preferibilmente al mattino);
  • infusi di colorante mezzo bruciato, robbia, foglie di betulla e radici di violetta;
  • pesce magro.

Se l'ossaluria non è grave, non è richiesta una dieta correttiva, ma con un decorso prolungato della malattia, c'è un alto rischio di sviluppare un'infiammazione secondaria (pielonefrite), che porta all'alcalinizzazione delle urine e provoca la formazione di calcoli di fosfato. È abbastanza difficile sviluppare una dieta con una tale condizione, poiché è importante tenere conto e combinare i requisiti delle due diete..

Un menù approssimativo per un giorno con noccioli di ossalato. Colazione: ricotta (100 grammi), 200 ml di tè con latte, una fetta di pane e burro.

Seconda colazione: porridge di farina d'avena nel latte (150 g), bevanda alla frutta al mirtillo rosso (puoi usare la marmellata) (250 ml).

Pranzo: zuppa di verdure vegetariana (250 ml) con panna acida, una fetta di pane, composta di frutti di bosco (250 ml).

Merenda pomeridiana: sformato di pasta e ricotta (150 g), gelatina di frutta (250 ml).

Cena: 100 g di manzo al forno, patate lesse con aggiunta di carote (150 g), un bicchiere di acqua minerale.

Seconda cena: non un panino grande (non un panino), un bicchiere di succo di mirtillo rosso.

Dieta con deposizione di calcoli di urato La loro formazione si verifica sullo sfondo di un eccesso nelle urine del prodotto del metabolismo delle purine - acido urico, nonché con una reazione acida dell'urina. Pertanto, la dieta prevede in questo caso una diminuzione della dieta degli alimenti ricchi di basi purine, nonché l'alcalinizzazione delle urine. La dieta è di natura lattico-vegetale.

Prodotti vietati:

  • cibo in scatola, marinate;
  • pesce e carne di animali adulti (si possono mangiare varietà non grasse bollite tre volte a settimana), vitello e agnello sono esclusi;
  • salsicce e varie carni affumicate;
  • frattaglie (cervello, fegato, polmoni);
  • formaggio salato;
  • grassi animali (maiale, manzo o culinari);
  • un pesce;
  • gelatine;
  • acetosa e spinaci, cavolfiore, rabarbaro e fichi;
  • brodi ricchi, compresi i funghi;
  • funghi;
  • legumi;
  • bevande alcoliche (soprattutto birra e vino rosso);
  • tè e caffè (a volte non forti), cacao e cioccolato, succo di mirtillo rosso.

Prodotti consentiti:

  • porridge (grano saraceno, miglio, orzo);
  • pasta, pane;
  • frutta secca, dolci (tranne il cioccolato), miele, marmellata, marmellata;
  • le patate (al forno o "in divisa" sono particolarmente utili), i pomodori, i peperoni, le melanzane, i cetrioli, le barbabietole ravanelli (soprattutto in combinazione con il miele);
  • Noci e semi;
  • latte e latticini, ricotta e formaggi dolci;
  • uova;
  • eventuali bacche e frutti (soprattutto pere, mele, angurie, albicocche e pesche);
  • acqua minerale, succo di limone, bevande alla frutta, succhi (soprattutto carote);
  • zuppe casearie e vegetariane (in brodo vegetale con aggiunta di bollito);
  • prezzemolo, aneto, cipolle verdi;
  • in una piccola quantità di spezie;
  • decotti di fiori di fiordaliso, trifoglio, foglie di ribes nero, radici di tarassaco e bardana.

Il digiuno con questo tipo di pietre è completamente controindicato, poiché provoca l'acidificazione dell'ambiente interno del corpo e una maggiore formazione di acido urico depositato nei reni. Ma i giorni di digiuno (1-2 volte a settimana) saranno molto utili (verdura (1,5 kg al giorno), latticini o kefir (1-2 litri al giorno), frutta (mela 1,5-2 kg)). Bere liquidi in questi giorni non è limitato.

Un menu approssimativo per un giorno con calcoli di urato nei reni Prima colazione: budino di carote, miglio e mele (pezzo da 100 g), un bicchiere di tè con latte, 150 g di insalata di verdure (condimento - olio vegetale).

Seconda colazione: brodo di rosa canina (250 ml), panino, ma non panino.

Pranzo: 250 ml di zuppa di noodles con latte, una fetta di pane, cotolette di patate (150 g), composta di frutti di bosco (250 ml).

Cena: involtini di cavolo con riso bollito e verdure (200 g), un bicchiere di acqua minerale.

Seconda cena: brodo di crusca di frumento (250 ml).

Dieta in presenza di calcoli fosfatici. I sali di calcio dell'acido fosforico (apatite) si formano a causa del metabolismo fosforo-calcio alterato, pertanto una dieta terapeutica è finalizzata all'acidificazione delle urine.

Prodotti vietati:

  • verdure (comprese le patate) e verdure in scatola, frutta (succhi);
  • gelato;
  • latte e latticini (ricotta, formaggio) (organizzare periodicamente i giorni di calcio);
  • alcol;
  • caffè;
  • spezie e snack caldi;
  • bevande gassate;
  • sale in qualsiasi forma e cibi salati;
  • carni affumicate, salinità, marinate;
  • grassi animali;
  • tuorlo d'uovo.

Prodotti consentiti:

  • carne e pesce (compresi i frutti di mare);
  • verdure (zucca, fagioli, piselli, lenticchie, asparagi, cavoletti di Bruxelles);
  • bacche acide (mirtilli rossi, ribes, mirtilli rossi);
  • pasta, pane e prodotti da forno (esclusi i muffin);
  • cereali e zuppe (vegetali);
  • burro e olio vegetale;
  • bianco d'uovo (a volte);
  • fegato;
  • noccioline;
  • decotti di rosa canina e bevande alla frutta (soprattutto di mirtilli rossi e mirtilli rossi);
  • mele e succhi di mele acide e uva;
  • acqua minerale;
  • tisane o tisane (radice di bardana, tinture di robbia, elecampane, uva ursina, levistico, centaurea);
  • brodi di carne e funghi deboli;
  • moderatamente dolce;
  • sale (10-12 g al giorno).

In presenza di aterosclerosi, nonostante il possibile consumo di carne e pesce in questa dieta, questi alimenti dovrebbero essere limitati.

Un menu di esempio per la fosfaturia (calcoli fosfatici) per un giorno Prima colazione: 100 g di porridge di grano saraceno, un bicchiere di tè, albume d'uovo.

Seconda colazione: un bicchiere di brodo di rosa canina, non un panino.

Pranzo: una porzione di 250 ml di zuppa con polpette, una fetta di pane, un bicchiere di composta di frutti di bosco (si possono usare bacche essiccate).

Spuntino pomeridiano: cotoletta di carne (non più di 100 g), un bicchiere di gelatina.

Cena: 100 g di carne di pollo al forno, 100 g di riso bollito, un bicchiere di acqua minerale.

Seconda cena: un bicchiere di tè e un chicco di pane.

La nutrizione dietetica per l'urolitiasi ha lo scopo di migliorare le condizioni del paziente durante la terapia, dopo l'intervento chirurgico e per prevenire il ripetersi della malattia. La dieta, la sua durata deve essere prescritta dal medico curante insieme ad un nutrizionista sulla base dei dati della visita medica e delle analisi ottenute.

La comparsa di calcoli (calcoli) nei reni è un problema per un gran numero di persone. Dopotutto, i reni sono un filtro naturale del corpo umano, che è soggetto a ostruzioni con un'alimentazione scorretta. La malattia dei calcoli renali porta molta sofferenza a una persona. Pertanto, il trattamento tempestivo e l'aderenza a una dieta per i calcoli renali sono di grande importanza..

La formazione di sabbia o calcoli renali non dipende dall'età della persona, possono comparire anche nei bambini piccoli. Tuttavia, le persone di mezza età e vecchiaia sono più spesso suscettibili a questo disturbo. I calcoli renali (calcoli) sono formazioni cristalline solide che si formano dai sali nelle urine. Sono molto diversi per dimensioni e forma e in alcuni casi raggiungono dimensioni piuttosto grandi. Mentre le pietre sono in relativa pace, una persona potrebbe non essere assolutamente consapevole della loro presenza. Ma se iniziano il loro "viaggio" lungo le vie urinarie, anche un piccolo calcolo è causa di dolori estremamente lancinanti.

Esistono un numero enorme di fattori provocatori che influenzano la formazione di calcoli renali. Questi includono predisposizione ereditaria, disfunzione delle ghiandole paratiroidi, varie malattie del sistema genito-urinario (gastrite, prostatite, pielonefrite, cistite). Le malattie del tratto gastrointestinale hanno anche un effetto diretto sulla formazione di calcoli nei reni, così come la mancanza di raggi ultravioletti, vitamina D. L'acqua potabile con un alto contenuto di sale provoca la formazione di calcoli nei reni; abuso di alimenti che aumentano l'acidità delle urine (cibi acidi, piccanti, salati); disidratazione prolungata dovuta ad avvelenamento o malattie infettive.

I principali sintomi che indicano la presenza di calcoli sono un forte dolore nella regione lombare, dolore durante la minzione. Per la loro struttura, i calcoli renali sono divisi in tre tipi: fosfato, urato, ossalato. Ogni tipo di calcolo ha la sua dieta individuale..

Se è presente la presenza di calcoli di urato, la direzione principale della nutrizione dietetica si basa sull'esclusione dalla dieta di alimenti che provocano un'eccessiva formazione di acido urico. È necessario aumentare in modo significativo l'assunzione giornaliera di liquidi, fino a 2,5 - 3 litri. Gli alimenti ricchi di purine sono controindicati. Si sconsiglia l'uso di snack in scatola (spratti, fegato di merluzzo, sardine, aringhe). In conformità con le regole della dieta per i calcoli renali, dovresti rifiutare sottoprodotti, patè, ricche zuppe di carne, carni affumicate, spezie, sottaceti. Alcune verdure sono vietate, in particolare, cavoletti di Bruxelles, soia, asparagi, spinaci, fagioli.

Si consiglia di mangiare cibi con proprietà alcaline. Si tratta di farina, piatti a base di cereali, latticini e prodotti a base di latte acido, oli vegetali, funghi, frutta, bacche.

Nel caso in cui la causa del malessere siano i calcoli di ossalato, la cui formazione porta ad un'eccessiva escrezione di acido ossalico da parte dei reni, è vietato mangiare cibi ricchi di esso. Dovresti rinunciare a carne fritta grassa, frattaglie, carne aspic, cibo in scatola, acetosa, spinaci, sedano, ravanello, legumi, lenticchie, succo di pomodoro, pane kvas.

Puoi includere carne e pesce bolliti, cetrioli, patate bollite, cavolo bianco, angurie, succhi di frutta e bacche nella dieta quotidiana.

Il cibo dietetico con calcoli fosfatici non è praticamente diverso dalla dieta generale in presenza di calcoli nei reni. Quando si segue una dieta, è opportuno attenersi a una dieta incentrata su alimenti con un contenuto predominante di vitamine A, B, D.È inoltre necessario aumentare la quantità di assunzione giornaliera di liquidi. Naturalmente, è necessario escludere dalla dieta bevande alcoliche, tè forte, caffè in quantità eccessive.

È importante monitorare regolarmente gli indicatori dell'analisi delle urine, che si consiglia di assumere una volta ogni 3 mesi. Questa analisi mostrerà l'efficacia della nutrizione dietetica. La dieta in presenza di calcoli renali è il fattore principale per una pronta guarigione. Abbi cura di te, mangia bene!

Come ricordi, i calcoli di urato si formano nei reni quando c'è un alto contenuto di acido urico nelle urine e quando l'urina è acida. Pertanto, la dieta deve affrontare il compito di ridurre l'assunzione di basi purine nel corpo, che sono la fonte della formazione di acido urico, e spostare anche la reazione dell'urina sul lato alcalino. La dieta 6 dall'elenco ufficiale delle diete affronta con successo un compito simile. Fortunatamente per i malati, la natura ha così sapientemente eliminato la nostra dieta che gli alimenti contenenti piccole quantità di purine hanno un effetto alcalinizzante. Questi sono prodotti lattiero-caseari e vegetali. È vietata una varietà di piatti deliziosi e meno deliziosi..

Sono ammessi solo carne magra, pollame e pesce. Mi affretto a deludere gli amanti del vitello e dell'agnello. Sebbene non sia carne particolarmente grassa, contiene molte più purine della carne di animali adulti, quindi è completamente esclusa. I pazienti possono utilizzare questi prodotti solo 1-2 volte a settimana per 150 ge solo in forma bollita. Puoi, ovviamente, cuocere carne o pesce, ma solo dopo l'ebollizione, poiché con questo tipo di lavorazione culinaria, la maggior parte delle purine che contengono passa nel brodo. Ecco perché i brodi, compresi quelli a base di funghi, sono vietati ai malati. Carni affumicate, cibo in scatola (carne e pesce) e salsicce lasciano per sempre la tavola del paziente, tormentato da pietre di urato. Formaggio salato e pesce “lasciano” con loro. I sottoprodotti (reni, fegato, polmoni, soprattutto cervello) contengono molte più purine della carne e, come hai capito, devono essere completamente escluse dalla dieta.

Sorprendentemente, tè, caffè, cacao e cioccolato detengono il record per il contenuto di purine. Ciò è dovuto al fatto che la caffeina, che è contenuta in grandi quantità, diventa anche acido urico nel processo della sua trasformazione nel corpo. Ahimè e ah, ma i pasti vegetariani dovranno essere innaffiati con succhi, bevande alla frutta o composta. Particolarmente utili sono il decotto di rosa canina e le acque minerali alcaline. Di tanto in tanto puoi bere tè o caffè debole. E se sei un "dipendente dal cioccolato", puoi solo simpatizzare, perché dovrai sbarazzarti di questa "dipendenza" e il prima possibile, cosa non facile.

I grassi animali solidi (maiale, manzo o cucina) dovrebbero essere limitati ed evitati se possibile. Dai cibi vegetali che sono alla base di questa dieta, non si dovrebbero mangiare legumi e cibi ricchi di acido ossalico: questo, ovviamente, acetosa e spinaci, cavolfiore, rabarbaro e fichi.

Alcuni pazienti, avendo familiarizzato con le restrizioni, chiedono con orrore: "Allora cosa c'è in generale?" Non preoccuparti, ci sono molti cibi consentiti. In primo luogo, si tratta di frutta e verdura, che, con poche eccezioni, puoi mangiare di tutto e senza restrizioni. Puoi usarli sia crudi e preparare vari piatti da loro. Particolarmente utili saranno pere, mele, angurie, albicocche e pesche, sia fresche che secche, cetrioli, barbabietole, patate, soprattutto cotte al forno. Ma questo è solo un dessert. Le zuppe sono adatte come primo piatto. Sono solo vegetariani; si possono preparare zuppe di latte o zuppe con l'aggiunta di carne che viene cotta a parte. A questo proposito, le zuppe cotte a freddo, come l'okroshka e la zuppa di barbabietole, meritano un'attenzione particolare, che aiuterà a diversificare la tavola nel periodo primaverile-estivo. Puoi cucinare botvinya o borscht. In generale, dovresti cercare di assicurarti che il componente principale della zuppa siano esattamente le verdure e non la carne, i cereali o la pasta..

Per il secondo, cuocere lo spezzatino di verdure, la zucca, il caviale di melanzane, lo zrazy vegetariano, i pancake, la casseruola di patate, il pilaf vegetariano e gli involtini di cavolo ripieni, le torte di formaggio, il budino. Naturalmente, le insalate di verdure fresche con olio vegetale o una piccola quantità di panna acida dovrebbero diventare un piatto permanente sulla tua tavola. Per diversificare le insalate, puoi aggiungere del formaggio (dolce) o un uovo, poiché questa dieta consente fino a 70 g di formaggio e un uovo al giorno come fonte di proteine ​​animali (in qualsiasi forma, come desidera il tuo cuore). Potete usare pasta e riso come contorno alla carne consentita in poco, non dovete appoggiarvi ad altri cereali. Per compensare le carenze proteiche, mangia un'ampia varietà di latticini che sono sia nutrienti che fortemente alcalinizzanti. Se poi soffri di aterosclerosi e obesità, appoggiati alla ricotta: ti è estremamente utile. Puoi mangiarlo senza restrizioni. Il muesli sarà una piacevole colazione. Soprattutto delizieranno il bambino. Qualsiasi panificio può essere servito a pranzo, cena o colazione, ad eccezione di muffin e bignè. L'uso di crostate e focaccine dovrà essere limitato, ma non è necessario abbandonarli completamente. Decora la tua tavola con le erbe: sono ammessi prezzemolo, aneto, cipolle verdi. Puoi usare le spezie in piccole quantità. Quasi tutto è consentito per i dolci, ad eccezione di tutti i tipi di cioccolato. Ma secondo le esigenze del buon senso e dei principi di una sana alimentazione, lo zucchero va sostituito con miele, marmellata, marmellata, frutta secca, uvetta. Il cibo dovrebbe essere assunto in modalità frazionaria, 5-6 volte al giorno. Tra i pasti, dovresti bere quanto più liquido possibile, almeno 2,5 litri al giorno. L'alcol è completamente escluso. Tutto quello che puoi permetterti è un bicchiere di vino bianco una volta alla settimana. Ma solo un bicchiere, solo vino e solo bianco. Tutte le altre bevande contenenti alcol hanno un effetto estremamente sfavorevole sullo stato del metabolismo delle purine. Chi soffre di gotta conosce molto bene questa caratteristica della malattia. Questa, in linea di principio, è tutta la saggezza. Per quanto riguarda la fame completa, con la quale alcuni guaritori trattano tutte le malattie trovate nei libri di consultazione medica, è controindicata nella formazione di calcoli di urato. Con la completa fame, il corpo passa a fonti interne alternative di energia, il che porta ad una notevole acidificazione dell'ambiente interno del corpo e ad una maggiore produzione di acido urico, che naturalmente si precipita ai reni per stabilirsi in essi.

I giorni di digiuno, che possono essere eseguiti due volte a settimana, sono un ottimo sostituto del digiuno completo. Come cibo durante una giornata del genere, puoi usare la ricotta a basso contenuto di grassi e il kefir (rispettivamente 400 e 500 g). Puoi usare solo latte o solo kefir nella quantità di 1-2 litri al giorno per 6-7 dosi. Durante una giornata vegetale, si consiglia di mangiare circa 1,5 kg di verdure, preferibilmente crude. Il giorno della frutta può essere mela o arancia, ma la quantità di frutta in entrambi i casi dovrebbe essere di almeno 1,5-2 kg. Durante uno qualsiasi di questi giorni di digiuno, il liquido non è limitato, al contrario, si consiglia di usarlo il più possibile.

Alcuni alimenti hanno lo status di farmaci per l'urolitiasi. Tali sono, ad esempio, le patate "cotte nelle loro divise", il succo di carota appena preparato, da bere in 100-200 ml ciascuna, il ravanello con il miele, la cui assunzione aiuta a sciogliere i calcoli di acido urico. In molte linee guida per il trattamento delle malattie renali, puoi trovare consigli per bere grandi quantità di succo di mirtillo rosso. Quindi, questo non dovrebbe essere fatto con i calcoli di urato: sebbene i mirtilli abbiano un effetto antinfiammatorio e diuretico, acidificano l'urina e il suo uso è più giustificato nei casi discussi nel prossimo capitolo..

I calcoli renali, una dieta che deve essere seguita, è una condizione medica grave. Consiste nella formazione di calcoli nei reni e in altri organi del sistema genito-urinario. Persone di diverse fasce d'età sono esposte a questa malattia. Il tipo di pietre varia a seconda dell'età del paziente. Le persone anziane hanno più spesso formazioni di acido urico, ma la maggior parte di tutti i pazienti ha una composizione mista. Tali pietre possono formarsi nei reni e nella vescica. Sono in grado di raggiungere grandi dimensioni se non rilevati in tempo. Per quanto riguarda le piccole pietre, vengono chiamate "sabbia". Successivamente, ti parleremo un po 'della corretta alimentazione durante la malattia e del suo trattamento..

Calcoli renali - dieta

Se c'è una predisposizione a questa malattia, in questo caso, è assolutamente necessario aderire a una dieta che escluda cibi con alti livelli di acido ossalico. Questi includono verdure verdi come cavoli, spinaci, acetosa, prezzemolo e sedano. Si sconsiglia inoltre di mangiare noci, ribes, fichi, legumi, cioccolato, barbabietole, nonché formaggio, yogurt, latte fermentato e latticini. È particolarmente sconsigliato consumare latticini in combinazione con acido ossalico, poiché ciò provoca l'insorgenza di calcoli renali. La dieta prevede la completa assenza di cibi piccanti, che possono aumentare l'acidità delle urine, che comporta anche il rapido sviluppo della malattia. Ecco perché la nutrizione per i calcoli renali dovrebbe essere controllata e corretta..

Per quanto riguarda gli alimenti che dovrebbero essere mangiati, questi includono quanto segue: patate dolci, carote, broccoli, zucca, pesce, frutti di mare, banane, avocado. Contengono una quantità sufficiente di vitamina A e B6, che contribuisce al buon funzionamento delle vie urinarie. Allo stesso tempo, si consiglia di muoversi di più o di impegnarsi in varie attività fisiche. Tuttavia, dovresti anche bere più acqua, il che ti aiuterà a rendere la tua urina meno concentrata. Il digiuno è consigliato una volta alla settimana, consumando molti liquidi. La dieta per i calcoli di ossalato, così come per gli altri, richiede una diminuzione dell'assunzione di sale e carboidrati. In questo caso, va ricordato che il cibo per la malattia dovrebbe essere prescritto da un medico. Ma se ci sono calcoli renali, la dieta non aiuta, è necessario un altro trattamento più radicale..

Trattamento pietra

Se ci sono piccole pietre (circa 4-6 mm), è meglio usare la terapia conservativa qui, poiché nella maggior parte dei casi la loro scarica è possibile da soli. Naturalmente, una tale conclusione può essere fatta solo da un medico che determinerà la loro posizione..

Per pietre di 7 mm o più, è necessaria la litotripsia a distanza, che dipende anche dal posizionamento della pietra e dalla sua densità. Inoltre, viene utilizzata l'ureteroscopia, che viene eseguita in anestesia generale o sinale. Pertanto, il medico rompe le pietre in piccoli frammenti, quindi le rimuove usando un morsetto speciale. I pezzi più piccoli si lasciano da soli nel tempo. Questa operazione è abbastanza efficace, ma dipende comunque dalle dimensioni delle pietre formate..

Se i metodi di trattamento di cui sopra non aiutano, al paziente viene offerta un'operazione laparoscopica, che è considerata un'alternativa rispetto ad altri metodi di rimozione delle pietre. Tale operazione viene eseguita in anestesia generale utilizzando piccole forature..

Va notato che tali metodi di trattamento sono prescritti solo dopo aver superato tutti i test necessari. E se viene confermata la presenza di calcoli nei reni e negli organi urinari, i metodi di trattamento appropriati vengono prescritti per ciascun paziente individualmente. E ricorda che i calcoli renali, per i quali una dieta è considerata obbligatoria, sono una malattia molto grave..

Descrizione in scadenza il 12/10/2017

  • Efficienza: effetto terapeutico dopo 2 settimane
  • Tempistica: costantemente
  • Costo del cibo: 1300-1400 rubli. in settimana

L'urolitiasi (urolitiasi) è una malattia metabolica e si manifesta con la formazione di calcoli in qualsiasi organo del sistema urinario: reni, ureteri o vescica. La probabilità di ICD negli esseri umani è aumentata dallo squilibrio ormonale, dai disturbi metabolici ereditari, dall'alimentazione del paziente e dalle anomalie anatomiche esistenti.

Lo sviluppo delle pietre è il risultato del processo di formazione di un nucleo e dell'accumulo di cristalli che si formano costantemente attorno ad esso. La formazione di un nucleo si verifica quando cristalli di vari sali vengono depositati dall'urina sovrasaturata con essi. Il ruolo di alcuni nanobatteri in questo processo è stato dimostrato. Questi batteri gram-negativi atipici producono carbonato di calcio sulla superficie cellulare del sistema urinario. Le sostanze che supportano i sali in uno stato disciolto e ne impediscono la precipitazione includono: cloruro di sodio, magnesio, zinco, ioni manganese, acido ippurico, citrati, cobalto. Anche in piccole quantità, queste sostanze inibiscono la cristallizzazione..

La clinica della malattia è piuttosto varia. In alcuni pazienti si manifesta un singolo attacco di colica renale, mentre in altri si protrae, si unisce un'infezione e si verificano varie malattie renali: idronefrosi, pielonefrite, pionefrosi, sclerosi del parenchima renale e sviluppo di insufficienza renale. I principali sintomi della malattia sono dolore, sangue nelle urine, disturbi urinari e secrezione di pietre e cristalli di sale.

La dieta per i calcoli renali dipenderà dalla composizione dei calcoli e quindi può includere alimenti che si escludono a vicenda. Il calcio è la base della maggior parte dei calcoli urinari. Si nota la maggiore prevalenza di calcoli di calcio (inclusi ossalato di calcio e fosfato di calcio), calcoli di urato, costituiti da sali di acido urico e da quelli contenenti magnesio. Il ruolo principale nella formazione dell'ossalato di calcio è giocato dalla saturazione eccessiva delle urine con calcio e ossalato.

Il trattamento iniziale di qualsiasi tipo di KSD è finalizzato ad aumentare l'assunzione di liquidi, migliorare la produzione di urina, modificare la nutrizione e controllare lo stato acido-base delle urine. La malattia del calcolo renale è un problema serio in urologia, poiché nonostante l'introduzione di nuovi metodi di terapia ad alta tecnologia, c'è un'alta frequenza di recidiva della formazione di calcoli..

Una dieta razionale ripristina il normale metabolismo e la reazione delle urine, da cui dipende la possibilità di formazione di tartaro. In un ambiente acido, si formano calcoli di urato, ossalato - in acido neutro e fosfato - in alcalino. Una dieta correttamente selezionata cambia il pH delle urine e serve come criterio per la dieta corretta. Se il livello di pH è 6,0-6,4 al mattino e 6,4-7,0 la sera, il corpo sta bene, poiché il livello ottimale è 6,4-6,5.

Il trattamento dipende anche dalla composizione dei calcoli e dallo stato acido-base delle urine. "La sabbia nei reni" viene espulsa da un'abbondante assunzione di liquidi e acque minerali medicinali, trascorrendo giornate di anguria e consigli dietetici. Decotti di erbe (equiseto, foglia di mirtillo rosso, tintura di robbia, verga d'oro) e preparati a base di erbe sono ampiamente utilizzati.

Quindi, il farmaco Cyston aiuta a rimuovere piccoli calcoli di ossalato, fosfato e urato. È importante che l'effetto litolitico del farmaco non dipenda dal pH delle urine. Regola l'equilibrio cristallo-colloidale, riduce la concentrazione di acido ossalico e calcio nelle urine. Allo stesso tempo, aumenta il livello degli elementi che sopprimono la formazione di calcoli (magnesio, sodio, potassio). Di conseguenza, provoca la demineralizzazione dei calcoli.

Un metodo efficace per i calcoli di urato è la litolisi discendente (somministrazione orale di farmaci). Per dissolverli, è necessario creare un pH delle urine di 6,2-6,8. Ciò può essere ottenuto assumendo miscele di citrato: Blemaren e Uralit U. Il trattamento con miscele di citrato porta alla completa dissoluzione entro 2-3 mesi. Le concrezioni che non hanno più di un anno si prestano meglio allo scioglimento. Vengono utilizzati i metodi di dissoluzione per contatto dei calcoli di urato con Trometamol. Viene inserito su un drenaggio per nefrostomia stabilito.

La dissoluzione di calcoli di diversa composizione è problematica e spesso inefficace, pertanto ricorrono a vari metodi per la loro pronta rimozione. Le operazioni aperte vengono ora eseguite abbastanza raramente, poiché sono comparsi metodi minimamente invasivi.

Viene utilizzata la litotripsia extracorporea ad onde d'urto, le indicazioni sono quasi tutti i tipi di calcoli in pazienti di qualsiasi età. Grazie all'uso della litotripsia a distanza, è diventato possibile rimuovere i calcoli in regime ambulatoriale. La pietra esce da sola sotto forma di frammenti distrutti, che possono essere complicati dal blocco dell'uretere e dalla colica renale. I metodi di "trauma moderato" includono l'estrazione endoscopica transuretrale di calcoli.

Va ricordato che anche il trattamento chirurgico non è un metodo per sbarazzarsi completamente del KSD e, dopo aver frantumato i calcoli renali, è imperativo prevenire il ripetersi della malattia. Il complesso di misure che correggono i disturbi metabolici comprende: terapia antibatterica, terapia dietetica, procedure di fisioterapia e cure termali.

Dopo aver rimosso i calcoli renali, è imperativo osservare un regime idrico adeguato (parte del liquido viene assunto sotto forma di bevande alla frutta a base di mirtillo rosso o mirtillo rosso e acqua minerale). La fitoterapia non ha poca importanza. I preparati a base di erbe non sono tossici e hanno un effetto complesso: antimicrobico, diuretico, litolitico, eliminano lo spasmo e l'infiammazione. Questi includono l'estratto di tintura di robbia, Cistenal, Kanefron, Prolit, Phytolysin, Nephrolite.

Il monitoraggio quotidiano del pH delle urine è importante. Con l'ossaluria, la prevenzione è volta ad alcalinizzarla, oltre ad escludere l'acido ossalico dalla dieta. Con l'uraturia sono necessarie anche l'alcalinizzazione delle urine e la restrizione degli alimenti proteici ricchi di basi purine. Con la fosfaturia, sono importanti l'acidificazione delle urine e la restrizione degli alimenti contenenti calcio.

Per i pazienti con urolitiasi da ossalato, il trattamento è raccomandato nei resort: Zheleznovodsk, Pyatigorsk, Essentuki (n. 4, 17), Truskavets. Con fosfato di calcio - Pyatigorsk, Truskavets, Kislovodsk. Per scopi terapeutici e profilattici, l'acqua medicinale può essere bevuta fino a 0,5 litri al giorno, monitorando gli indicatori delle urine. Le stesse raccomandazioni si applicano ai pazienti che hanno subito la rimozione di un calcolo dall'uretere. Le caratteristiche nutrizionali saranno discusse di seguito..

La nutrizione del paziente non dipende dalla posizione delle pietre, ma è completamente determinata dalla loro composizione e dalla reazione dell'urina. La posizione della pietra determina solo la clinica della malattia. Con i calcoli renali (si trova nella pelvi), il più delle volte il deflusso dell'urina non è disturbato e il sintomo del dolore può essere assente. Quando una pietra viene trovata nell'uretere e durante il suo passaggio attraverso di essa, si verifica un blocco del lume e il deflusso dell'urina viene disturbato. Questo è accompagnato da un attacco di colica renale. C'è un dolore acuto e parossistico nella regione lombare. Può irradiarsi al testicolo o alle labbra, accompagnato da vomito e nausea. Se il tartaro si trova nel terzo inferiore dell'uretere, c'è un frequente bisogno di urinare.

Negli uomini anziani, le pietre sono più comuni nella vescica. Queste sono singole pietre arrotondate e nella composizione sono pietre di urato. La loro formazione è facilitata dal ristagno di urina con adenoma prostatico. In altri gruppi di età, le cause sono le abitudini alimentari, l'infiammazione della vescica, il consumo di alcol, i diverticoli della vescica o un calcolo renale cadente. La scissione endoscopica (cistolitolapassia) attraverso l'uretra è un trattamento efficace e meno traumatico..

Quale dieta verrà prescritta dipende interamente dalla composizione delle pietre. In poche parole, quando si usa l'urato, è necessario limitare carne e uova, zuppe con brodi di carne e vini dolci. Con i fosfati diminuisce il consumo di latte, uova e tutti i tipi di cavoli, con quelli ossalati: non puoi mangiare ravanelli, cipolle, acetosa, spinaci, legumi e pomodori. Maggiori dettagli su questo saranno discussi di seguito..

Un indicatore dello scambio di purine nel corpo è la concentrazione di acido urico nel sangue. Le purine sono sintetizzate nel corpo e vengono anche con il cibo. La conseguenza delle violazioni di questo metabolismo è un aumento del livello di acido urico. I sali di acido urico presenti nelle urine sono chiamati urati.

Le ragioni principali della sua comparsa sono:

  • abuso di cibo ricco di purine;
  • un'abbondanza di cibi ipercalorici e cibi grassi nella dieta;
  • neoplasie maligne;
  • fame;
  • distruzione dei tessuti.

Se c'è una maggiore sintesi di acido urico, il suo livello nel sangue aumenta e, parallelamente, i cristalli dei suoi sali compaiono nelle urine. La nefrolitiasi da urato si sviluppa nei bambini piccoli, i sintomi di iperuricemia si manifestano con dolore muscolare, artralgia, tic, enuresi notturna, aumento della sudorazione, intossicazione e sindrome astenica.

Con l'uraturia, la nutrizione del paziente dovrebbe mirare a ridurre il livello di acido urico. La dieta è caratterizzata dalla restrizione di cibi contenenti purine (carne, frattaglie), acido ossalico (acetosa, ravanello, spinaci, lamponi, cavolfiore, asparagi, mirtilli rossi) sale. Allo stesso tempo, la percentuale di prodotti alcalinizzanti (verdura, latte, frutta) e la quantità di liquido sono aumentate nella dieta.

Con l'urato nelle urine, è necessario escludere:

  • Pesce in scatola.
  • Carne e pollame di animali giovani, frattaglie, in considerazione dell'alto contenuto di purine. È limitato a mangiare carne di animali più anziani: questi piatti sono inclusi nella dieta non più di 2 volte a settimana. Porzioni di carne fino a 150g e porzioni di pesce fino a 170g.
  • Brodi di carne, piatti di carne affumicata.
  • Germogli di cereali.
  • Formaggio, tè forte, cioccolato, alcol.
  • Uova, funghi, pomodori, legumi.
  • Limitare farina e dolciumi vari.

La base della dieta è latte, prodotti a base di latte acido e verdure, bacche, frutta (alghe, zucca, cavoli, uva, mele, tutti gli agrumi, fichi, banane, uva passa, ribes, uva spina, mirtilli rossi, fragole, ciliegie). I pazienti devono condurre periodicamente corsi sull'uso di erbe diuretiche: trifoglio, fiordaliso, bardana e radici di tarassaco, infusi di albicocche secche, mirtilli, drupe, mele, cenere di montagna, crespino, carote, zucca, radice di prezzemolo, barbabietole. Decotti di foglie di vite e ribes nero contribuiscono alla rimozione dei noccioli. Durante la stagione, devi consumare queste bacche il più possibile..

La lavorazione culinaria di carne e prodotti ittici ha le sue peculiarità: devono essere bolliti e solo successivamente utilizzati per preparare vari piatti. In cottura il 50% delle purine va via e non va mai consumato. Carne, pollame o pesce, privi di parte delle purine, possono essere stufati, al forno, macinati per carne macinata o fritti.

La durata di una tale dieta va da diversi mesi a costante. Il paziente deve bere 2,5 litri di liquido al giorno (acqua minerale alcalina Essentuki, Borjomi, succhi naturali) e una volta alla settimana trascorrere giorni di digiuno - kefir, ricotta, frutta, latticini.

Il principale metodo di trattamento e prevenzione di questo tipo di calcoli è l'alcalinizzazione delle urine, poiché in un ambiente acido gli urati si dissolvono male e si trasformano facilmente in una forma solida. È sufficiente mantenere il pH a 6-6,5. I preparati citrati sono efficaci, che impediscono la cristallizzazione e creano le condizioni per la dissoluzione di pietre già formate.

I fosfati sono sali di fosforo e sono normalmente assenti nelle urine. La loro presenza può indicare le peculiarità della nutrizione o patologia dei reni con funzionalità compromessa. Un'infezione urinaria è una delle cause della formazione di calcoli. È lei che è un importante fattore locale nel mantenimento del decorso ricorrente dell'ICD. Quindi, i prodotti metabolici dei microrganismi promuovono l'alcalinizzazione delle urine e la formazione di cristalli di fosfato di calcio.

Un aumento dei livelli di fosfato è causato dal consumo di latte, kefir, ricotta, pesce, frutti di mare, uova di pesce, farina d'avena, orzo perlato e porridge di grano saraceno. Il motivo della perdita di questi sali è la reazione alcalina dell'urina e l'alto contenuto di calcio in essa contenuto. La comparsa di calcoli di fosfato di calcio si trova nell'iperparatiroidismo.

Con la fosfaturia, gli alimenti contenenti calcio e fosforo sono fortemente limitati. Si consiglia di bere liquidi fino a 2-2,5 litri. In presenza di ipercalciuria, vengono prescritti difosfonati. Puoi aumentare l'acidità delle urine bevendo succhi acidi e acque minerali Narzan, Darasun, Arzni, Smirnovskaya.

Durante la gravidanza si verifica fosfaturia secondaria, associata a un cambiamento nella dieta e all'alcalinizzazione delle urine. Se l'urina diventa anche leggermente alcalina (pH> 6,0), precipiteranno i fosfati precipitati. Ciò è facilitato da una dieta ricca di verdure verdi e latticini. È necessario ripetere i test delle urine in dinamica e solo con cambiamenti ri-identificati vengono prescritti un'ecografia e un esame più dettagliato dei reni. Di solito la fosfaturia nelle donne in gravidanza viene corretta dalla dieta.

È necessaria una normale assunzione di liquidi (2 litri al giorno), a meno che non sia controindicato per la presenza di edema e ipertensione. Temporaneamente escluso dalla dieta:

  • alimenti ricchi di calcio: latticini, uova, cacao;
  • cibi salati e piccanti (limitando il sale a 8 g al giorno);
  • erbe aromatiche (lattuga, cipolle verdi, aneto, prezzemolo, foglie di sedano e coriandolo);
  • patate;
  • noci, cacao;
  • dolciumi (biscotti, pasticcini, torte);
  • succhi di frutta;
  • lievito.

L'acidificazione delle urine è promossa da:

  • piatti di carne e pesce;
  • bevande a base di frutta acida (da mirtilli rossi, ribes, mirtilli rossi);
  • composte di frutta secca;
  • Succo di betulla;
  • prodotti a base di cereali;
  • pane di crusca;
  • mangiare zucca, asparagi, cavoletti di Bruxelles.

La fosfaturia è abbastanza comune nei bambini. Fino a 5 anni, questi sali sono presenti nelle urine sotto forma di cristalli amorfi, che gli conferiscono una tonalità torbida. Il loro aspetto è associato al grande uso di latticini a questa età. La cristalluria è spesso transitoria e appare sullo sfondo di infezioni virali respiratorie acute e altre malattie, scompare dopo che il bambino si riprende.

Nei disturbi più gravi (nefropatia dismetabolica), si nota un danno ai tubuli renali dovuto a disturbi metabolici. Le nefropatie dismetaboliche sono caratterizzate da sovrasaturazione urinaria e cristalluria.

La vera fosfaturia si verifica in malattie che sono accompagnate da una violazione del metabolismo del fosforo e del calcio nell'ipercalciuria. I cristalli in questo caso sono fosfato di calcio. L'infezione cronica delle vie urinarie è la causa della fosfaturia secondaria. In questo caso, i microrganismi con attività dell'ureasi sono importanti. Loro, decomponendo l'urea, alcalinizzano l'urina, che porta alla formazione di cristalli di fosfati amorfi (sali di fosfato di magnesio).

Con i fosfati amorfi nelle urine (non hanno una struttura chiara), è possibile consigliare di prendere decotti di foglie di mirtillo rosso, uva ursina, poligono ed equiseto. Va ricordato che in ambiente alcalino la solubilità dei fosfati diminuisce. In questa condizione, viene prescritta la dieta n. 14, che modifica l'equilibrio acido-base in acidità..

I sali di ossalato di calcio occupano il posto principale in termini di occorrenza. Questo tipo di pietre appare quando una dieta ricca di sali di acido ossalico. Tuttavia, potrebbe esserci un disturbo metabolico congenito dell'acido ossalico (nefropatia dismetabolica). Un altro motivo per la formazione di questi calcoli nelle urine è un aumento della permeabilità intestinale per l'acido ossalico (viene assorbito dall'intestino ed entra nelle urine) e la carenza di calcio, che normalmente lega gli ossalati nell'intestino. L'aumentata formazione di ossalati è anche spiegata dall'uso di una grande quantità di acido ascorbico - viene metabolizzato in acido ossalico. Il processo di formazione di ossalato di calcio scarsamente solubile nel corpo si verifica più attivamente con una mancanza di magnesio e vitamina B6.

Tenendo conto di tutti questi punti, vengono apportate modifiche alla dieta:

  • Sono esclusi gli alimenti ad alto contenuto di acido ossalico: rabarbaro, fichi, acetosa, spinaci, fagioli, cioccolato, prezzemolo, sedano. Un contenuto moderato di questo acido si trova in tè, cicoria, carote, fagiolini, cipolle, barbabietole, pomodori, prugne, fragole, uva spina..
  • L'uso della vitamina C con i prodotti è limitato: pompelmo, fragole, limoni, olivello spinoso, uva spina, ribes, arance, mandarini, rosa canina, mirtilli rossi, bacche di sorbo, fragoline di bosco, aglio selvatico, peperone.
  • Viene introdotta una grande quantità di fibra vegetale.
  • Si osserva un regime di bere abbondante, che impedisce la precipitazione di ossalati di calcio (3 litri al giorno). L'acqua è alternata all'uso di succhi (cetriolo e altra frutta e verdura), composte, brodi di frutta e verdura. Soluzioni deboli di acidi organici (malico, citrico, benzoico e altri) in esse contenute possono dissolvere gli ossalati.
  • L'alcalinizzazione delle urine viene effettuata mediante l'uso di acque minerali: Naftusya, Essentuki n. 4 e n. 20, Truskavetskaya, Luzhanskaya, Morshinskaya, Berezovskaya.
  • I decotti di ossalato vengono rimossi dalla buccia di mele, pere e mele cotogne, foglie di betulla, fiori di sambuco, radici di violetta.

Le forme gravi, come la nefrolitiasi dei coralli, sono più comuni nelle donne. Con i calcoli di corallo, un corpo estraneo occupa quasi l'intero sistema cavitario del rene. In questa forma grave di ICD, viene eseguita solo la chirurgia a cielo aperto. È spesso causato da iperparatiroidismo (aumento della funzione delle ghiandole paratiroidi). Grazie alla diagnostica moderna, tali forme trascurate sono diventate recentemente meno comuni..

La crescita dell'urolitiasi è provocata da: la natura della dieta (un'abbondanza di proteine ​​nella dieta), l'inattività fisica, che porta a una violazione del metabolismo del fosforo e del calcio. Una dieta squilibrata aggrava la situazione. Ad esempio, un pregiudizio verso cibi proteici con frequente aderenza a una dieta proteica provoca la formazione di calcoli di urato. Con la sabbia nei reni, si dovrebbe prestare attenzione alla nutrizione e alla risposta delle urine, poiché questa condizione è reversibile e può essere corretta con nutrizione e abbondante assunzione di liquidi. Puoi prendere periodicamente le tasse diuretiche. Con l'urolitiasi nelle donne, è necessario aderire alle raccomandazioni dietetiche generali sopra descritte, poiché non differiscono.

  • combattere l'ipodynamia e condurre uno stile di vita attivo;
  • prevenire l'aumento di peso;
  • bevi abbastanza liquido;
  • non raffreddare eccessivamente e trattare nel tempo le malattie infiammatorie della sfera genito-urinaria.

Tutti questi fattori contribuiscono alla formazione di calcoli..

In questo caso, è necessario un approccio più rigoroso sia al trattamento che alla nutrizione. La pielonefrite è spesso una complicanza dell'ICD. La terapia antibatterica è obbligatoria in base ai risultati della sensibilità dei patogeni ai farmaci antibatterici. In parallelo, vengono prescritti preparati a base di erbe (Fitolizin, Kanefron, Prolit). Va ricordato che solo la rimozione della pietra crea le condizioni per la completa eliminazione dell'infezione..

I pazienti sono mostrati nella Tabella 7, in cui la correzione viene eseguita tenendo conto della composizione dei calcoli. In presenza di infiammazioni, la terapia dietetica è volta a risparmiare i reni, quindi è vietato utilizzare: condimenti, sottaceti, cibi piccanti, carni affumicate, sottaceti, rafano, senape, aceto, caviale di pesce, cipolle, aglio, bevande alcoliche.

Le caratteristiche nutrizionali sono una significativa restrizione di sale (1,5 g-5 g), a seconda dello stato della funzione renale. Non è consentito l'assunzione di acque medicinali di sodio (sale).

Per l'uraturia, si consigliano prodotti lattiero-caseari e vegetali:

  • Qualsiasi verdura, ad eccezione dei legumi e con un alto contenuto di acido ossalico. Melanzane, peperoni dolci, patate, pomodori, cetrioli. Le verdure dovrebbero, se possibile, essere consumate crude prima dei pasti.
  • Arricchire la dieta con cibi ricchi di vitamina A (broccoli, panna acida, alghe e altre alghe) e gruppo B (noci, mais, rosa canina, farina d'avena, orzo, cavolo bianco, melograno, peperoni, arance, pompelmi).
  • Frutta con un alto contenuto di vitamina C: olivello spinoso, rosa canina, limone, ribes, kiwi, agrumi, fragole, fragoline di bosco, succo d'uva.
  • Qualsiasi cereali.
  • Latte, formaggio, ricotta, uova, burro.
  • Qualsiasi pane: segale, crusca e grano. Meglio usare prodotti da forno senza lievito.
  • I piatti di carne e pesce magri possono essere consumati non più di 3 volte a settimana. Quando scegli la carne, tieni presente che le cosce di pollo contengono più purine del petto, proprio come in una coscia di maiale. Ci sono 4,5 volte meno purine nella carne di tacchino rispetto al pollo. Tutti i piatti di carne o pesce sono precotti per ridurre il contenuto di purine, e poi vengono preparati a propria discrezione: sono al forno, fritti o in umido.
  • Zuppe vegetariane di verdure e cereali.
  • Due uova al giorno, omelette proteiche - le proteine ​​non contengono purine.
  • Dai dolci: marmellata, marmellata, zucchero, miele, caramello, marshmallow, marshmallow. Escluso il cioccolato.
  • Prima di andare a letto, bere 1 bicchiere di liquido (brodo di crusca, succhi, acqua con limone o altri agrumi, tisana, kefir).

Con ossalaturia:

  • Viene seguita una dieta a base di piante da latte ("alcalina"). Si consiglia l'uso regolare di alimenti ricchi di calcio: latticini (panna acida, prodotti a base di latte acido, ricotta).
  • Per abbassare il livello, è necessario mangiare cibi ricchi di vitamine B1 e B6. Queste sono uova, carne, fegato. Pesce, carne e pollame dovrebbero essere varietà a basso contenuto di grassi (bollite o al forno).
  • Pane di grano e segale.
  • Tutti i cereali.
  • Olio vegetale e burro.
  • La dieta è arricchita con cibi ricchi di magnesio: farina d'avena, grano saraceno, orzo perlato, crusca di frumento, frutti di mare, alghe, pane grosso, albicocche secche, farina d'avena, piselli, soia, ravanello. Gli ioni di magnesio legano fino al 40% di acido ossalico nelle urine per formare ossalati di magnesio, che sono altamente solubili. La mancanza di magnesio si manifesta con la formazione di ossalato di calcio.
  • Cavolfiore e cavolo cappuccio bianco, patate in qualsiasi forma, melanzane (con moderazione), carote, zucca, cetrioli, coriandolo.
  • Albicocche, banane, pere, prugne, uva, albicocche, mele, angurie, melone, pesche, mele cotogne, corniolo. L'eliminazione degli ossalati è facilitata da mele, pere, mele cotogne, decotti di foglie di ribes, pere e uva, nonché decotti di bucce di frutta. Per alcalinizzare l'urina, devi mangiare frutta secca.

Con la fosfaturia, viene mostrata la nutrizione con una predominanza di cibi a base di carne e piatti di farina:

  • Qualsiasi pesce, snack a base di pesce delicato, aringhe inzuppate e, in piccole quantità e raramente, pesce in scatola.
  • Carne, pollame in qualsiasi preparazione.
  • Piatti di pasta e pasta azzima.
  • Qualsiasi pane e prodotti a base di farina.
  • Zuppe a basso brodo con cereali, pasta, condimento a base di uova.
  • Grassi, tranne quelli refrattari.
  • Fortificazione della dieta con vitamina A: fegato di animali, uccelli, fegato di merluzzo e halibut, uova di pesce, burro.
  • Introduzione di quantità aggiuntive di vitamina D: tonno, salmone, salmone rosa, uova di pesce.
  • Dai latticini, solo panna acida in una piccola quantità per condimento.
  • Varietà di cereali cotti in acqua.
  • Un uovo al giorno.
  • Sono escluse le verdure, ma sono ammessi zucca, piselli, cavoletti di Bruxelles e funghi, esclusi i succhi di verdura.
  • Varietà di mele acide, composte, gelatina, mirtilli rossi, mirtilli rossi, ribes rosso.
  • Puoi bere tè e caffè deboli, ma senza latte, bevande alla frutta da mirtilli rossi e mirtilli rossi, brodo di rosa canina, pane kvas.
  • Dolciumi, zucchero, marmellata e miele.

Il cibo per l'urolitiasi dei reni causata dai sali di urato non deve contenere:

  • Frattaglie.
  • Prodotti a base di carne e carne in scatola. Le proteine ​​animali sono limitate. La carne rossa di animali giovani è esclusa perché contiene la più alta quantità di purine.
  • Piatti a base di carpe, halibut, sarde, tonno, spigola, cozze e aringhe, escluso l'uso di conserve di pesce.
  • Qualsiasi brodo: in rari casi, è possibile utilizzare il brodo secondario.
  • Manzo e grasso di maiale.
  • Verdure ricche di acido ossalico (ravanelli, spinaci, cavolfiori, acetosa, asparagi, mirtilli rossi, lamponi) e sottaceti.
  • Zuppe di spinaci, acetosa e legumi.
  • Legumi e funghi (porcini e champignon).
  • Semole d'avena e riso bianco.
  • Formaggio, cioccolato, cacao, vino rosso, tè e caffè: sono anche ricchi di purine.
  • Dolciumi, lievito di birra.
  • Spuntini caldi e spezie.
  • Frutta secca (lattina di prugne).
  • Alcol.

Quando l'ossalaturia è esclusa o limitata:

  • Prodotti a base di acido ossalico.
  • Piatti gelatinosi e gelatinosi.
  • Cereali germogliati.
  • Carni grasse e pesce. I piatti a basso contenuto di grassi a base di carne e pesce possono arrivare a 150 g al giorno.
  • Zuppe a base di brodi forti e contenenti legumi.
  • Cacao, pane kvas, caffè, cioccolato.
  • Limitare il consumo di patate, barbabietole, pomodori, cipolle, carote, melanzane, zucchine, cavoletti di Bruxelles, legumi, pomodori e succo di pomodoro, sedano, prezzemolo, rabarbaro.
  • Formaggi salati, conserve, carni affumicate.
  • L'uso di latte e prodotti a base di latte fermentato è limitato.
  • Prodotti di pasticceria.
  • I prodotti con vitamina C sono ridotti: limone, pompelmo, ribes, rosa canina, arance, bacche di sorbo, fragole, uva spina, mele Antonov, mirtilli rossi, mandarini, aneto, aglio orsino, peperone dolce.
  • Limitare il sale a 3-4 g.

Quando la fosfaturia non è raccomandata:

  • Alimenti contenenti calcio (latte, ricotta, formaggio), semi di sesamo.
  • Verdure e verdure (puoi avere cavoletti di Bruxelles e piselli).
  • Piatti piccanti, carni affumicate, salse.
  • Frutta a guscio, cacao.
  • Alcol.
  • Prodotti da forno lievitati dolci.

Come si può vedere dall'elenco dei prodotti consentiti, è difficile redigere un menu universale per diversi tipi di nefrolitiasi, poiché i prodotti consentiti in un caso sono controindicati in un altro. Quindi con la nefrolitiasi da ossalato, il cibo è carne vegetale, con urato - latte vegetale e con fosfaturia, al contrario, dovrebbe prevalere il cibo a base di carne. La questione di fare una dieta in ogni caso viene decisa individualmente e il medico fornisce raccomandazioni sulla nutrizione.

Molto spesso a questa età vengono rilevati ossalati di calcio e fosfati, meno spesso calcoli di urato e, estremamente raramente, cistina. I sali di ossalati, urati e fosfati possono comparire periodicamente e dipendono dalle fluttuazioni della dieta e la presenza di cistina è un segno di patologia.

La nutrizione con sali nelle urine nei bambini di età diverse non differisce da quella negli adulti.

Con la cristalluria di ossalato, viene prescritta una dieta a base di cavoli di patate. È necessario escludere piatti a base di carne estrattiva, così come mirtilli rossi, barbabietole, carote, acetosa, spinaci, cacao, cioccolato, ricchi di ossalati. Le prugne, le albicocche secche e le pere hanno un effetto alcalinizzante. Dalle acque minerali Slavyanovskaya e Smirnovskaya vengono utilizzate in corsi mensili 2-3 volte l'anno. Oltre alla terapia dietetica per i calcoli di ossalato, vengono utilizzati vitamina B6, preparati di magnesio e fitina.

Il trattamento per la cristalluria da fosfato si concentra sull'acidificazione delle urine. A tale scopo vengono utilizzate acque minerali: Dzau-suar, Narzan, Arzni e farmaci: metionina, cystenal, acido ascorbico. È prescritta una dieta con prodotti a base di fosforo limitato (legumi, cioccolato, formaggio, latticini, fegato, caviale di pesce, pollo). Se c'è una grande quantità di fosfato di calcio nelle urine, è necessario ridurre l'assorbimento di fosforo e calcio nell'intestino prescrivendo Almagel. In presenza di tripel fosfati vengono prescritte terapia antibatterica e uroantisettici per igienizzare il sistema urinario.

Nel trattamento della cristalluria da urato, l'alimentazione del bambino prevede l'esclusione delle basi puriniche. Questi sono i seguenti prodotti: brodi di carne, fegato, rognoni, noci, piselli, fagioli, cacao. La preferenza è data ai prodotti di origine lattiero-casearia e vegetale. È importante consumare 1-2 litri di liquido. Dovrebbe essere acque minerali leggermente alcaline, un decotto di avena e decotti di erbe (aneto, equiseto, foglia di mirtillo rosso, foglia di betulla, trifoglio, poligono). Per mantenere il pH delle urine, vengono utilizzate miscele di citrato (magurlite, uralit-U, blemaren, solimok).

La formazione di calcoli in un bambino è provocata da condizioni che portano a un'ostruzione permanente delle vie urinarie: anomalie di sviluppo e posizione, endocrinopatie (iperparatiroidismo, ipertiroidismo, ipercalcemia infantile), tubulopatie acquisite e infezioni urinarie croniche. Ovviamente è importante eliminare la causa principale della formazione di calcoli..

professionistiSvantaggi
  • Normalizza il metabolismo e normalizza il pH delle urine.
  • Previene la formazione di calcoli.
  • È difficile tollerare il cibo con restrizioni, quindi non può essere eseguito per molto tempo.

La dieta con ICD è una componente obbligatoria del trattamento. La necessità della sua costante osservanza esiste con le forme ereditarie della malattia o ricorrenti. Ciò è confermato dalle revisioni di molti pazienti che hanno subito più di un'operazione per la nefrolitiasi. Se non segui le raccomandazioni dietetiche e sui farmaci, non ricevi cure termali, c'è un alto rischio di recidiva della malattia.

  • “... Con un attacco di colica, sono stato ricoverato in ospedale, gocciolato, iniettato, alleviato dolore e spasmo, ma il calcolo è uscito a casa dopo la dimissione. Ho visto fino a 2 litri d'acqua. Era un dolore terribile che si irradiava alla scapola e all'uretere. C'era nausea durante l'attacco. Da un lato fa paura, ma dall'altro sono contento che non sia stata operata. Spero che questo non accada di nuovo. Sono andato dall'urologo, mi ha prescritto un diuretico, Fitolysin e ha parlato della dieta. La composizione della pietra non è stata determinata, ma ora urinerò e osserverò. Il dottore ha detto che gli urati e gli ossalati sono più comuni e la nutrizione è quasi la stessa: verdura e latte ”;
  • “... I miei sali renali sono molto fini, come la sabbia. Non li sento e quando escono dopo un bagno turco, una grande quantità di cibo liquido o piccante, ci sono attacchi di cistite. Due volte all'anno bevo tasse urologiche e Kanefron. È a base vegetale e aiuta a normalizzare la funzione renale. Il dottore ha detto che riduce la probabilità che appaiano nuovi sali. Ora provo a seguire una dieta, bevo molta acqua purificata e mi sento normale. Seguo una dieta generale: niente grassi, fritti, brodi, meno carne e latte, più verdure. I sali nelle urine sono diversi: o urati o ossalati ".

La dieta è dominata da verdure, cereali, latticini, quindi il cibo non è costoso. Il costo di una razione settimanale è di 1300-1400 rubli.