Colangite

La colangite è una disfunzione del fegato in cui i dotti biliari si infiammano.

In questo caso, la malattia di base è spesso accompagnata da calcoli biliari, colite ulcerosa, patologie parassitarie. La colangite è stata scoperta nel XIX secolo. Lo studio di questa malattia è stato effettuato principalmente da medici in Europa. Il rapido progresso tecnologico nel 20 ° secolo ha permesso agli scienziati di studiare questa patologia in modo più dettagliato, per identificare le cause del processo infiammatorio. Entro la fine del 20 ° secolo, in medicina apparvero molti modi efficaci per trattare la colangite..

Tutte le persone sono a rischio. Una violazione simile del tratto gastrointestinale si verifica in uomini e donne di diverse categorie di età. Tuttavia, molto spesso la malattia viene diagnosticata nel gentil sesso all'età di 50-60 anni. I medici attribuiscono questo al fatto che lo sfondo ormonale sta cambiando, il metabolismo rallenta, il livello di immunità diminuisce.

Cos'è?

La colangite (colangite) è una malattia infettiva delle vie biliari. Si verifica a causa di un'infezione batterica. Esistono forme acute e croniche. A volte si sviluppa come una malattia indipendente, più spesso è una conseguenza di altre malattie degli organi interni. Di solito si verifica nelle donne anziane.

Questo articolo ti spiegherà cos'è la colangite, quali sono i sintomi e come trattarla negli adulti..

Classificazione

La determinazione del tipo di malattia gioca un ruolo importante nella progettazione del regime di trattamento. La colangite è classificata in base a diversi gruppi di caratteristiche. Secondo la natura del corso, si distinguono le forme acute e croniche. Secondo i cambiamenti patomorfologici, la forma acuta è divisa in sottotipi:

  • purulento - caratterizzato dalla fusione delle pareti delle vie biliari e dalla formazione di molti ascessi interni;
  • catarrale - è caratterizzato da gonfiore delle mucose che rivestono la superficie interna delle vie biliari, flusso sanguigno eccessivo verso di esse e sovrasaturazione con leucociti con ulteriore esfoliazione delle cellule epiteliali;
  • difterite - inizia con la comparsa di ulcere sulle mucose, desquamazione dell'epitelio e infiltrazione leucocitaria delle pareti, seguita dalla morte dei tessuti;
  • necrotico - passa con la formazione di aree morte derivanti dall'influenza dell'attività enzimatica aggressiva del pancreas.

La colangite cronica è suddivisa nelle seguenti forme:

  • sclerosante (con crescita eccessiva del tessuto connettivo);
  • latente;
  • ricorrente;
  • settico di lunga durata;
  • ascesso.

In base alla posizione del processo infiammatorio, ci sono:

  • coledocite (il dotto comune è infiammato);
  • angiocolite (le vie biliari intra ed extraepatiche sono interessate);
  • papillite (grande papilla duodenale infiammata).

Per origine, la colangite è:

  • batterica;
  • asettico (a sua volta, è suddiviso in autoimmune e sclerosante - primario e secondario);
  • parassita.

La forma cronica della malattia è più comune di quella acuta e si sviluppa dopo un'esacerbazione della malattia e come una malattia indipendente, inizialmente con un decorso prolungato.

La colangite sclerosante è una forma speciale della malattia. Inizialmente, avendo una forma cronica del decorso, l'infiammazione dei dotti biliari si verifica senza precedente infezione. Il processo infiammatorio porta all'indurimento dei tessuti: indurimento, bloccano completamente il lume dei dotti, causando così la cirrosi epatica. Questa malattia non risponde al trattamento, il lento progresso (circa 10 anni) finisce nella formazione di disturbi gravi con successiva morte.

Motivi di sviluppo

La causa principale della colangite è una violazione della pervietà dei dotti biliari e l'aggiunta di infezione. La violazione della pervietà dei dotti biliari si verifica spesso con la coledocolitiasi, la formazione di calcoli biliari nelle vie biliari. Altre cause di alterato deflusso biliare possono essere il restringimento cicatriziale del dotto biliare dovuto a colecistite cronica, rimozione della cistifellea (sindrome postcolecistectomia), cisti o tumori del dotto biliare comune.

Spesso, il deflusso della bile è disturbato a causa dell'invasione elmintica. I dotti biliari possono essere bloccati dai nematodi. Anche malattie parassitarie come opisthorchiasis, echinococcosi, schistostomiasi, giardiasi possono portare alla colangite..

L'infezione nelle vie biliari proviene principalmente dall'intestino, poiché con il ristagno della bile viene disturbato il meccanismo che impedisce la penetrazione del contenuto intestinale nelle parti superiori del tratto gastrointestinale. Oltre alla via di infezione ascendente (intestinale), esiste anche una via discendente quando l'infezione entra nel tratto biliare con flusso sanguigno o linfatico da un altro focolaio infiammatorio nella cavità addominale.

Sintomi

La malattia acuta si verifica all'improvviso. Ma come ogni malattia, la colangite ha anche sintomi e segni:

  1. Temperature molto elevate fino a 40 ° C.
  2. Dolore caratteristico nella zona della costola destra.
  3. Colore giallo della pelle e delle mucose degli occhi.
  4. Brividi, forte sudorazione.
  5. Intossicazione generale del corpo, caratterizzata da diarrea, debolezza generale, vomito e perdita di appetito.
  6. Prurito cutaneo a causa dell'ittero.
  7. Se la forma della malattia è grave, il paziente può perdere conoscenza..

Nella forma cronica di colangite, i sintomi non sono così pronunciati, il dolore è opaco, la temperatura è bassa, più vicina al normale. Il paziente si stanca rapidamente, avverte una debolezza generale. Se la malattia non viene curata, possono comparire una serie di complicazioni pericolose..

Colangite primaria sclerosante (PSC)

Alcune statistiche su questo modulo:

  • Nel 55% delle persone la malattia si manifesta senza sintomi o con manifestazioni minime;
  • Nel 20-60% dei casi, la malattia viene rilevata solo nella fase di comparsa della cirrosi epatica;
  • Fino al 20% dei pazienti con PSC soffre di colangiocarcinoma (tumore maligno), che si è sviluppato a causa della patologia.
    Questi momenti dimostrano chiaramente quanto sia difficile la diagnosi. Da un lato, i pazienti spesso non prestano attenzione ai sintomi "minori", il che porta a cercare aiuto medico in ritardo. D'altra parte, non tutte le città hanno uno specialista che sospetterà questa patologia rara ma pericolosa..

Quale soluzione si può trovare in questo caso? Prima di tutto, devi stare attento alla tua salute. La tabella seguente fornirà le informazioni necessarie che ti consentiranno di sospettare di PSC. La cosa principale è non trascurarlo e analizzare oggettivamente lo stato del tuo corpo. Ciò impedirà la progressione della PSC ed eviterà complicazioni pericolose..

Diagnostica

Sulla base del quadro clinico, nella diagnosi di colangite acuta, ci si dovrebbe concentrare sulla triade di Charcot o Reynolds pentad. Ma in generale, per fare una diagnosi di questa malattia, è anche necessario coinvolgere metodi diagnostici aggiuntivi: fisici (esame, sondaggio, maschiatura e ascolto dell'addome con un fonendoscopio), strumentali e di laboratorio.

L'esame di un tale paziente rivela:

  • giallo della pelle, sclera e mucose visibili;
  • lingua secca, ricoperta di fiori gialli;
  • tracce di graffi sono visibili sulla pelle, a volte abbastanza pronunciate, al sangue (con forte prurito).

Con i sintomi dell'ittero, anche l'esame delle feci e delle urine sarà informativo:

  • le feci sono caratterizzate da una tonalità più chiara del solito (ma in generale non è bianca, poiché può essere con ittero a causa del blocco delle vie biliari);
  • a causa dell'ingresso di pigmenti biliari nel sangue e quindi nei reni, l'urina può scurirsi (sintomo caratteristico del "colore della birra").

Alla palpazione al culmine di un attacco doloroso, c'è un forte dolore nell'ipocondrio destro. Con la percussione (picchiettando con il bordo del palmo sull'arco costale destro), il paziente reagisce in modo molto doloroso.

I metodi strumentali utilizzati per diagnosticare la colangite sono:

  1. Diagnostica ecografica del fegato (ultrasuoni) e ecografia (ecografia) delle vie biliari: questi metodi consentono di valutare le vie biliari, determinare cambiamenti patologici in essi - in particolare, la loro espansione, nonché i cambiamenti nel fegato che si verificano a causa di una violazione del flusso della bile nelle vie biliari ;
  2. La tomografia computerizzata dei dotti biliari (TC) - una valutazione degli stessi parametri che vengono valutati utilizzando gli ultrasuoni, aiuterà a condurre sezioni del computer delle vie biliari;
  3. Colangiopancreatografia retrograda endoscopica (ERPCG): utilizzando un endoscopio inserito nel tratto gastrointestinale, viene iniettato un mezzo di contrasto nel tratto biliare, viene eseguita una radiografia e valutata;
  4. Colangiopancreatografia a risonanza magnetica (MRPCH) - i dotti biliari con contrasto iniettato vengono esaminati utilizzando la risonanza magnetica;
  5. Colangiografia transepatica percutanea: il contrasto viene iniettato nei dotti biliari non attraverso il tubo digerente, ma perforando (perforando) la pelle e il fegato;
  6. Intubazione duodenale: con il suo aiuto, la bile viene presa con successiva inoculazione batteriologica su terreni nutritivi.

Nella diagnosi della colangite vengono utilizzati metodi di laboratorio come:

  1. Emocromo completo: i suoi dati non sono specifici, ma sono importanti per valutare la progressione dell'infiammazione. Quindi, verrà rivelato un aumento del numero di leucociti e un aumento della VES;
  2. Test biochimici del fegato: determinano un aumento della quantità di bilirubina, fosfatasi alcalina, transaminasi e alfa-amilasi. Tali dati indicano indirettamente la colestasi (ristagno della bile), che si osserva con la colangite;
  3. Semina batteriologica della bile ottenuta con intubazione duodenale - grazie ad essa, viene identificato l'agente eziologico della colangite;
  4. Analisi delle feci - grazie ad essa, viene confermata o esclusa la presenza di elminti o protozoi nel corpo, che possono causare infiammazione delle vie biliari.

Effetti

Se non è disponibile un trattamento tempestivo, il processo infiammatorio potrebbe diventare più serio. A poco a poco, si diffonde al peritoneo, per questo motivo è possibile lo sviluppo della peritonite. La patologia è in grado di "diffondersi" ai tessuti circostanti. Di conseguenza, iniziano a formarsi ascessi subfrenici e intraepatici. La sepsi e lo shock tossico sono comuni. L'ultima complicazione si sviluppa sullo sfondo di una forma batterica di colangite.

Le condizioni dei pazienti diventano estremamente difficili. A volte è impossibile fare a meno delle misure di rianimazione. Il processo infiammatorio per lungo tempo può portare a cambiamenti sclerotici. Di conseguenza, la malattia assume una forma cronica e porta allo sviluppo della cirrosi biliare..

L'automedicazione e i tentativi di eliminare la patologia con rimedi popolari, al contrario, aggraveranno la situazione. Nel complesso, tale interferenza è inaccettabile. Dopotutto, il tempo potrebbe essere perso e la patologia diventerà più seria. Nelle fasi successive, la prognosi è lungi dall'essere la più favorevole.

Trattamento della colangite

Ci sono diversi punti fondamentali nel regime di trattamento della colangite che ogni paziente dovrebbe conoscere:

  1. Se si sospetta un processo acuto, è necessario il ricovero in un ospedale chirurgico. Questa sfumatura tattica è spiegata dal decorso imprevedibile della malattia: in qualsiasi momento, l'infiammazione del sistema dei dotti può causare avvelenamento del sangue (sepsi) o disturbi nel lavoro di altri organi;
  2. Ogni paziente con un processo acuto richiede potenzialmente un intervento chirurgico per ripristinare il deflusso dalle vie biliari. I medici cercano di scegliere il metodo più delicato per il corpo e cercano di evitare una grande quantità di interventi e incisioni nella pelle. Se possibile, i chirurghi eseguono tutti gli interventi utilizzando un endoscopio, facendolo passare attraverso la bocca fino all'estremità del dotto biliare comune. Ciò consente di non ferire il tessuto in eccesso e ridurre il rischio di complicanze.
    Il paziente deve essere consapevole della possibilità di un intervento chirurgico e non aver paura di questo metodo di trattamento;
  3. Quasi sempre, le forme croniche della malattia vengono trattate in regime ambulatoriale: il ricovero in ospedale, come la chirurgia, con un decorso prolungato non è necessario, poiché la patologia è relativamente prevedibile nel suo sviluppo.

Trattamento del processo acuto

Come accennato in precedenza, quasi ogni paziente con questo modulo è un potenziale "candidato" per la chirurgia. Il tempo necessario è determinato dalle condizioni del paziente. Con un decorso relativamente lieve della malattia e le funzioni preservate di tutti gli organi, è possibile eseguire un intervento chirurgico il primo giorno dopo il ricovero.

Una grave variante della malattia o lo sviluppo della sepsi richiede una preparazione preliminare del corpo con l'aiuto di farmaci. Al fine di migliorare la condizione umana, il chirurgo può prescrivere la seguente terapia:

  1. Infusione endovenosa di soluzioni che migliorano il metabolismo nei tessuti e riducono la concentrazione di tossine del sangue: soluzioni di glucosio o cloruro di sodio, soluzione di Ringer, preparati di Disol o Trisol, ecc.;
  2. Una combinazione di farmaci antimicrobici;
  3. Epatoprotettori, per mantenere il funzionamento delle cellule epatiche: Essentiale, ademetionina, acido ursodesossicolico e altri;
  4. Se necessario, vengono utilizzati farmaci per alleviare il dolore ed eliminare gli spasmi nel tratto digerente (antispastici).

Dopo l'operazione per ripristinare il deflusso dal dotto biliare comune, il trattamento farmacologico continua. Il tempo di assunzione dei farmaci è determinato in ciascun caso individualmente e dipende solo dallo stato del corpo e dalle caratteristiche della patologia.

Trattamento della forma cronica

Nell'identificare questo tipo di malattia, il medico cerca prima di tutto di dedurre la causa dell'infiammazione cronica. È questa sfumatura che determina le ulteriori tattiche di trattamento. Ci possono essere diverse opzioni:

  1. La presenza di batteri nei dotti biliari: la tattica ottimale in questo caso è la nomina di una terapia antibiotica per un periodo di almeno 10-14 giorni. Poiché il tipo di microrganismo e la sua resistenza ai farmaci sono determinati analizzando la bile, non ci sono praticamente problemi con la selezione dell'antibiotico necessario;
  2. Malattia parassitaria (il più delle volte opisthorchiasis) - i parassiti sono spesso la causa dell'infiammazione cronica. Nella maggior parte dei casi, speciali farmaci antiparassitari distruggono tutti gli organismi estranei ed eliminano i sintomi della malattia;
  3. L'individuazione della colangite sclerosante è l'opzione più sfavorevole, poiché non è stato ancora sviluppato un trattamento che elimina la causa della patologia. L'unico farmaco farmacologico che ha dimostrato la sua efficacia è l'acido ursodesossicolico (Ursosan, Ursodez, Exhol, Ursofalk, ecc.).

Oltre al trattamento specifico, si consiglia a tutti i pazienti con forme croniche della malattia di:

  1. Aderire a una dieta (tabella numero 5 secondo Pevzner), che implica pasti frazionati frequenti 5-6 volte al giorno, in piccola quantità, ad eccezione dei cibi grassi;
  2. Se possibile, escludere lo stress fisico e psicologico;
  3. Smettere di fumare, bere bevande alcoliche e contenenti caffeina;
  4. Assumere complessi multivitaminici con presenza di vitamine K, D, E e A. L'assorbimento di queste sostanze viene interrotto durante l'infiammazione prolungata del sistema biliare.

Prevenzione

La malattia è molto più facile da prevenire che affrontarne le conseguenze in futuro. Per prevenire lo sviluppo di colangite primaria o ricorrente, è necessario seguire semplici principi di uno stile di vita sano:

  • smettere di fumare;
  • rifiuto di utilizzare bevande alcoliche;
  • sport regolari;
  • passeggiate quotidiane all'aria aperta;
  • sonno completo;
  • mangiare sano;
  • evitare situazioni stressanti.

Inoltre, si raccomanda di sottoporsi sistematicamente a una visita medica completa. Ciò consentirà la diagnosi precoce delle malattie croniche. L'esame preventivo non dovrebbe essere trascurato in ogni caso. È meglio dedicare un po 'di tempo libero alla consultazione di un medico piuttosto che trattare una forma avanzata di patologia per un periodo lungo e noioso.

Previsione per la vita

La prognosi per la colangite è diversa.

Con la forma catarrale della colangite è soddisfacente, con le forme purulente, difterite e necrotiche è più grave: in questo caso l'esito può essere favorevole per il paziente solo in caso di prescrizioni verificate e scrupolosamente aderite al trattamento. Se l'infiammazione delle vie biliari scompare con complicazioni, la prognosi è insoddisfacente. Ciò è particolarmente indicato in malattie come:

  • la formazione di ascessi nelle vie biliari;
  • cirrosi epatica;
  • insufficienza renale epatica;
  • danno settico al corpo.

Colangite: che cos'è negli adulti e nei bambini

La colangite è un'infiammazione aspecifica dei dotti biliari, che può avere un decorso acuto e cronico. La malattia è caratterizzata da dolore lieve acuto o persistente nell'ipocondrio destro, brividi, debolezza, diarrea o costipazione. Tale diagnosi è confermata nel paziente dopo aver ricevuto i risultati del sondaggio e degli esami del sangue biochimici. Il trattamento è fornito con farmaci antibatterici e terapia disintossicante, senza fallo, al paziente vengono prescritti agenti enzimatici.

Cos'è la colangite negli adulti

La colangite è un'infezione acuta delle vie biliari dovuta a un'infezione batterica. Esiste una forma acuta e cronica di questa lesione. Può essere primario e secondario, cioè si sviluppa come una malattia indipendente o è un effetto collaterale delle patologie esistenti del sistema biliare.

Con questa patologia, si verificano danni ai dotti biliari interni ed extraepatici. Il problema viene diagnosticato più spesso nelle donne di età superiore ai 50 anni. La colangite viene diagnosticata da un gastroenterologo. Il rischio di progressione della colangite aumenta per i pazienti con il decorso cronico delle seguenti malattie:

  • gastroduodenite;
  • colecistite;
  • epatite;
  • ZhKB;
  • pancreatite.

Diversi fattori sono in grado di provocare la crescita della lesione: microrganismi patogeni e processi stagnanti (accumulo di bile o uno sfondo favorevole basato sul blocco dei dotti da parte dei calcoli). I microbi che causano il processo infiammatorio penetrano nei canali della cistifellea, dell'intestino, delle arterie sanguigne attraverso il sistema linfatico. Per questo motivo, la colangite è spesso definita come una complicazione di altre malattie..

Classificazione delle malattie

Prima di iniziare il trattamento della colangite, è necessario determinare con precisione il tipo di processo. La malattia è classificata in base a determinate caratteristiche, distinguendo tra le sue forme acute e croniche.

La malattia in forma acuta si esprime sullo sfondo dell'ostruzione assoluta della cistifellea. I sintomi sono intensi e la qualità della vita del paziente si sta rapidamente deteriorando. La capacità lavorativa diminuisce, il dolore appare nell'ipocondrio destro, che può irradiarsi all'avambraccio e alla scapola. Si verificano disturbi dispeptici.

La colangite acuta viene trattata solo in ambiente ospedaliero. Il trattamento inizia con l'identificazione delle cause della malattia. Se la patologia si manifesta sullo sfondo del blocco dei dotti con i calcoli, viene eseguita un'operazione di emergenza.

La colangite cronica è caratterizzata dallo sviluppo di un processo infiammatorio nelle vie biliari extraepatiche e intraepatiche. Con un lungo corso di patologia, il segreto della cistifellea entra nel flusso sanguigno generale. La probabilità di una malattia prolungata è minima, è la malattia più rara del sistema biliare. Ma, a differenza del decorso acuto, viene diagnosticato in pazienti di mezza età.

La malattia è classificata non solo dalla natura della crescita e dal tipo di processo patologico, ma anche in base alla localizzazione del focus dell'infiammazione.

In gastroenterologia si distinguono i seguenti tipi:

  • coledocite - diagnosticata con infiammazione del dotto comune;
  • angiocolite - è determinata quando il processo infiammatorio colpisce i dotti biliari intraepatici ed extraepatici;
  • colecistocolangite - è determinata quando i dotti e la cistifellea sono infiammati in aggregato;
  • papillite - caratterizzata da disfunzione della grande papilla duodenale.

A seconda del tipo di origine della colangite, batterica, asettica, parassitaria, autoimmune e sclerosante.

Forma acuta

Considerando i cambiamenti patomorfologici, la colangite acuta è suddivisa in sottotipi, presentati nella tabella:

Nomeuna breve descrizione di
Colangite purulentaSviluppo pericoloso, caratterizzato dallo scioglimento delle pareti delle vie biliari. Con una lesione di questo tipo, la formazione di più ascessi interni non è esclusa..
DifteriteQuesto tipo di malattia è caratterizzato dalla formazione di ulcere profonde sulla superficie delle mucose, seguite da desquamazione e comparsa di infiltrazioni sulle pareti. Successivamente, si verifica la morte dei tessuti.
Colangite catarraleManifestato da un pronunciato edema delle mucose che rivestono i dotti biliari dall'interno. A causa del flusso sanguigno attivo verso le aree colpite, si verifica una sovrasaturazione dei tessuti con leucociti, seguita da esfoliazione dei tessuti epiteliali..
NecroticoLa formazione di aree morte è caratteristica, si infiammano a causa dell'attività enzimatica aggressiva del pancreas.

Diagnosi: il suono aiuta a stabilire con precisione il sottotipo di colangite acuta. Lo schema di intervento terapeutico è sempre determinato dopo aver ottenuto un esame del sangue biochimico del paziente..

Corso cronico

La classificazione della colangite cronica, con una descrizione di ciascun sottotipo di questo processo, è discussa nella tabella seguente:

NomeDescrizione
SclerosanteUna rara lesione delle vie biliari che interrompe il naturale processo di deflusso della secrezione. La particolarità di questa forma è che la malattia non si manifesta clinicamente per molto tempo e alla fine porta allo sviluppo di insufficienza epatica o provoca cirrosi.
LatenteLa patologia è caratterizzata dalla completa assenza o debole manifestazione del dolore nell'ipocondrio destro. Il principale segno diagnostico con cui si può sospettare il progresso della malattia è un ingrossamento del fegato.
RicadenteI sintomi della malattia tormentano periodicamente il paziente. Brevi periodi di remissione vengono improvvisamente sostituiti da ripetute esacerbazioni.
Settico (corrente a lungo termine)Nella maggior parte dei casi, procede in una forma latente. Durante il periodo di remissione, il deflusso naturale della bile viene parzialmente ripristinato, il paziente si sente normale. La ricaduta si manifesta bruscamente, i sintomi sono espressi in forma acuta. La sconfitta è pericolosa per lo sviluppo di shock biliare settico.

Il pericolo di colangite cronica è che il paziente potrebbe non essere consapevole dei suoi progressi per molto tempo. La malattia è caratterizzata da uno sviluppo latente. Le esacerbazioni nella fase iniziale della formazione si verificano estremamente raramente e si manifestano debolmente.

Cause di infiammazione dei dotti biliari

L'elenco delle principali cause di colangite acuta include quanto segue:

  • deposizione di calcoli nelle vie biliari;
  • restringimento del lume del condotto dopo l'intervento chirurgico per rimuovere calcoli, tumori o cisti;
  • invasione elmintica o infezione da ascaridi;
  • decorso prolungato di epatite;
  • malattie infettive intestinali (i batteri si spostano nel dotto biliare con il flusso di linfa o sangue);
  • violazione dei processi del deflusso naturale della bile.

L'elenco dei fattori che predispongono allo sviluppo della colangite protratta include:

  • predisposizione ereditaria (soprattutto per le donne);
  • anomalie congenite nella struttura delle vie biliari;
  • disturbi nel sistema endocrino;
  • discinesia delle vie biliari, che porta al ristagno della bile;
  • progressione della pancreatite biliare.

La discolia, una malattia della cistifellea caratterizzata da un cambiamento significativo nella composizione chimica della bile, è in grado di provocare il progresso della patologia.

La patologia spesso progredisce sotto l'influenza di fattori esterni sfavorevoli: disturbi ormonali, sovrappeso, alcolismo, dipendenza da nicotina, uso a lungo termine di farmaci ormonali. La diagnosi di colangite consiste nello studio della composizione della secrezione secreta.

Quadro clinico

I sintomi della colangite differiscono a seconda della natura dello sviluppo del processo. Nella colangite cronica, la patologia potrebbe non manifestarsi per molto tempo. La forma acuta è caratterizzata da un decorso intenso, con un aumento della temperatura corporea e altri sintomi che confermano l'intossicazione generale del corpo.

Forma acuta

I sintomi della colangite acuta sono i seguenti:

  • stato febbrile, la temperatura corporea raggiunge livelli critici (fino a 40 gradi);
  • grave debolezza, si verifica mal di testa;
  • aumenta la sudorazione, a causa della quale aumentano i sintomi della disidratazione;
  • la pelle diventa gialla, il prurito si verifica a causa di un aumento della concentrazione di bilirubina, appare l'ittero;
  • caratteristico è l'ingiallimento della sclera degli occhi e delle mucose;
  • ci sono dolori nell'ipocondrio destro;
  • abbassamento della pressione sanguigna;
  • la frequenza cardiaca aumenta;
  • lo sviluppo di coma epatico non è escluso.

La colangite reattiva è un'indicazione per cure mediche urgenti. La mancanza di assistenza qualificata tempestiva può causare avvelenamento del sangue. Questa condizione è pericolosa e fatale. Il trattamento di questa forma di colangite avviene sempre in ambiente ospedaliero.

Corso cronico

La colangite cronica è caratterizzata dalle seguenti caratteristiche generali:

  • dolore lieve o moderato nell'ipocondrio destro;
  • brividi che si verificano quando la temperatura corporea del paziente sale ai livelli subfebrilari;
  • prurito della pelle con possibile eruzione cutanea;
  • arrossamento della pelle del palmo;
  • le mucose e la sclera degli occhi diventano gialle;
  • sapore amaro in bocca;
  • aumento della fatica del paziente;
  • diminuzione delle prestazioni, deterioramento della salute.

Il quadro clinico di un processo prolungato può variare in modo significativo a seconda dello stadio e del tipo di progresso. Al momento della remissione, i sintomi sono completamente assenti o appaiono quasi impercettibilmente per il paziente stesso. La qualità della vita non cambia. Durante il periodo di esacerbazione, possono verificarsi sintomi caratteristici di un tipo acuto di processo patologico.

Colangite nei bambini

I sintomi e il trattamento della colangite nei bambini non sono molto diversi se si considera il regime utilizzato per i pazienti adulti. Ma, nella pratica pediatrica, la forma acuta della malattia non viene praticamente diagnosticata. Molto spesso, il processo di infiammazione dei dotti biliari in un bambino progredisce a causa di un'infezione batterica, la cui attività non è stata prontamente interrotta.

Il pericolo di colangite per un bambino è che la malattia è difficile da diagnosticare e viene spesso rilevata in una fase successiva dello sviluppo. Se la sconfitta dei dotti biliari si manifesta bruscamente, è impossibile non notare il suo inizio. Ci sarà una marcata debolezza, manifestata sullo sfondo di temperature corporee elevate. Un esame del sangue biochimico aiuterà a confermare la diagnosi..

A questo punto, il processo interessa gli organi interni:

  • cistifellea;
  • polmoni;
  • pancreas;
  • fegato.

Nella forma acuta di colangite, il bambino viene curato in ambiente ospedaliero. Viene eseguito l'intervento chirurgico. Con la colangite sclerosante, la prognosi è la più sfavorevole. Deve essere trattato sotto la completa supervisione medica, a volte è necessario il trapianto.

Funzionalità diagnostiche

Per chiarire la diagnosi e determinare il regime di trattamento per la colangite, vengono utilizzati metodi diagnostici di laboratorio e strumentali. Prima di ciò, il medico determina la diagnosi preliminare, esamina la vittima. Il suo schema è simile a questo:

  • il paziente viene intervistato, durante il quale viene specificato il tempo approssimativo di comparsa del primo sintomo, l'intensità dei segni di colangite;
  • si sta studiando l'anamnesi del paziente, è importante confutare o confermare la presenza di patologie concomitanti;
  • viene eseguita la palpazione della parete addominale anteriore, che consente di diagnosticare un aumento della bile senza ultrasuoni;
  • viene valutata la condizione della pelle e delle mucose;
  • viene misurata la temperatura corporea.

Quindi ricorrono alla diagnostica di laboratorio. Per chiarire la diagnosi, sono necessari i dati di tali analisi:

  • chimica del sangue;
  • analisi del sangue clinico;
  • esame microbiologico della secrezione biliare;
  • studio delle feci per i vermi.

Se i test di laboratorio non confutano la presenza di colangite in un paziente, ricorrono alla diagnostica strumentale:

  • Raggi X dei dotti biliari utilizzando un mezzo di contrasto;
  • Risonanza magnetica dell'addome;
  • Ecografia: esame ecografico della cistifellea;
  • colangiomanometria: un metodo per determinare la pressione nei dotti biliari.

Spesso i medici raccomandano anche un esame ecografico del fegato e del pancreas. Questa tecnica ti consentirà di ottenere un'immagine funzionale che stabilisce la salute degli organi.

Come trattare la colangite

I sintomi e il trattamento della colangite biliare sono strettamente correlati. Lo schema di esposizione è in gran parte determinato dalla forma della patologia. Se i segni di colangite in un paziente sono acuti, la terapia deve avvenire in un'unità ospedaliera. Nella maggior parte dei casi, è indicato un intervento chirurgico. Il decorso cronico si presta a un trattamento conservativo. I farmaci vengono utilizzati per ottenere una fase di remissione stabile.

Trattamento della forma acuta della malattia

L'intervento chirurgico viene eseguito nel 95% dei casi, ma la sua urgenza è determinata in base alla gravità delle condizioni del paziente. Se la condizione è critica o grave, l'operazione viene eseguita immediatamente dopo che la vittima è stata consegnata al reparto chirurgico. In assenza di una minaccia per la vita, i medici hanno 12-18 ore per diagnosticare, ma l'intervento dovrebbe essere eseguito il primo giorno dopo l'esacerbazione. La chirurgia addominale viene eseguita raramente, più spesso viene utilizzata la tecnica endoscopica.

Con lo sviluppo di lesioni settiche, viene prescritto un ciclo di farmaci:

  • infusione endovenosa di farmaci che migliorano i processi metabolici;
  • farmaci antibatterici ad ampio spettro d'azione;
  • epatoprotettori che ripristinano la funzionalità epatica;
  • analgesici per il sollievo della sindrome acuta.

Dopo che il benessere della vittima si è normalizzato, viene applicato un trattamento conservativo. Il suo schema è determinato individualmente, il medico seleziona i farmaci in base alla natura del decorso della malattia. Le persone rispondono in modo diverso al trattamento, quindi il regime può essere regolato.

Trattamento per decorso cronico

Con la natura cronica della malattia, l'importante è stabilire la sua vera causa nel tempo. A seconda di ciò, viene determinato il successivo schema di azione terapeutica. Se il provocatore è un'infezione batterica, il paziente viene mostrato mentre assume composti antibatterici. La durata del corso di terapia è di circa 2 settimane. È importante superare un test per la sensibilità della microflora patogena a un antibiotico, altrimenti il ​​trattamento sarà inefficace.

Se la causa del progresso del danno alle vie biliari è l'attività parassitaria, il trattamento si basa sulla terapia antiparassitaria. Il regime per l'assunzione di droghe in questo gruppo è determinato in modo privato.

La prognosi peggiore per i pazienti con diagnosi di una forma sclerosante primaria del processo patologico. Il suo pericolo sta nel fatto che nel 60% dei casi è asintomatico e viene diagnosticata la cirrosi. In questo contesto, aumenta la probabilità di sviluppare tumori epatici maligni. La sconfitta di questa forma non si presta ai farmaci; le preparazioni di acido ursodesossicolico sono utilizzate per facilitare il quadro clinico. È completamente impossibile curarlo..

Tutti i metodi di trattamento dovrebbero raggiungere l'obiettivo principale di eliminare i sintomi del processo infiammatorio del tratto gastrointestinale. Può essere non solo negli adulti, ma anche nei bambini, quindi è importante diagnosticare la malattia in tempo. Un processo purulento è particolarmente pericoloso, l'operazione deve essere eseguita con urgenza.

Dopo la rimozione dei sintomi acuti, il paziente deve seguire una dieta rigorosa. Si raccomanda la Tabella 5 secondo Pevzner, la malattia deve essere trattata in modo completo. La colangite può ripresentarsi, quindi la dieta è indicata su base continuativa.

Complicazioni

Se i sintomi del processo infiammatorio dei dotti biliari vengono ignorati per lungo tempo. aumenta il rischio di complicanze. Questi includono:

  • decorso acuto di epatite virale;
  • cirrosi o necrosi del fegato;
  • colecistite persistente;
  • ascesso del fegato e del pancreas;
  • shock settico biliare.

Le complicazioni descritte portano inevitabilmente a una diminuzione della qualità della vita della vittima e in alcuni casi diventano causa di morte..

Previsione e prevenzione

Non esistono metodi specifici in grado di prevenire l'insorgenza del processo infiammatorio dei dotti biliari, ma il rispetto di semplici regole riduce significativamente la probabilità di sviluppo del processo. L'elenco dei consigli è simile a questo:

  • rilevamento e trattamento tempestivi di malattie che possono portare a colangite;
  • rifiuto completo delle cattive abitudini (nicotina e alcol);
  • prevenzione del sovraccarico emotivo e fisico;
  • dieta equilibrata, il cibo dovrebbe essere sano;
  • sottoporsi a esami programmati da un gastroenterologo.

La prognosi per il recupero con infiammazione diagnosticata dei dotti biliari, nonostante il trattamento, è sfavorevole. La probabilità di un esito letale varia dal 15 al 60%, a seconda della forma del processo. Scarsa prognosi per la colangite purulenta.

Se trovi segni di colangite in te stesso, dovresti contattare immediatamente un gastroenterologo. Il medico confermerà o negherà la diagnosi dopo l'esame. Se i sintomi sono acuti, è impossibile esitare, vale la pena chiamare la squadra di emergenza. Solo un'operazione di emergenza aiuterà a salvare vite umane nei casi critici.

Colangite: sintomi e trattamento

Il processo infiammatorio nei dotti biliari è chiamato colangite. Le infezioni che provengono con sangue e linfa dall'intestino o dalla cistifellea provocano la malattia. Può essere acuto o cronico, difficile da diagnosticare e scegliere metodi di trattamento. La malattia si manifesta da sola o diventa una complicanza di pancreatite, epatite e calcoli biliari.

Le cause della colangite

Non esiste un batterio specifico che causa la malattia. Tra le infezioni più comuni che causano l'infiammazione dei dotti extra o intraepatici ci sono:

  • colibacillo;
  • stafilococchi;
  • enterococchi;
  • infezione anaerobica non clostridica;
  • pallida spirocheta;
  • tifo.

I batteri patogeni sono in grado di entrare nei dotti epatici ascendenti, la loro fonte è il duodeno, il sangue della vena porta, la linfa.

C'è la colangite parassitaria. È causato da vari vermi: nematodi, lamblia, trematodi epatici, ecc. Nell'epatite virale, le cellule del fegato e i dotti biliari sono colpiti.

Un prerequisito chiave per l'insorgenza della colangite è l'ostruzione dei dotti biliari, che provoca il ristagno della bile. Le seguenti malattie diventano le cause principali:

  1. Coledocolitiasi. Il primo sintomo è il blocco dei dotti biliari con le pietre..
  2. Colecistite. Infiammazione cronica delle pareti della cistifellea, a causa della quale il lume dei dotti è ristretto dal tessuto guarito.
  3. Sindrome postcolecistectomia. Riorganizzazione del sistema biliare, che si verifica dopo l'intervento chirurgico.
  4. Cistosi. Malattia non infiammatoria causata da accumuli di muco nelle vie biliari.
  5. Stenosi del capezzolo duodenale. Si verifica a causa del passaggio traumatico delle pietre lungo i condotti.
  6. Colestasi. Difficoltà nell'escrezione della bile a causa della discinesia dei dotti.

Il danno alle pareti delle vie biliari porta all'infiammazione, le cui cause possono essere di natura meccanica, biologica, parassitaria, distrofica. Per evitare lo sviluppo di colangite, non saltare gli esami di routine con il medico. Le sue raccomandazioni devono essere seguite rigorosamente.

Sintomi di colangite

La malattia si sviluppa in modi diversi a seconda dell'età del paziente. Negli adulti nella fase acuta, non ci sono quasi sintomi diversi dal dolore nell'ipocondrio destro. Se l'attenzione medica non viene fornita in tempo, l'infiammazione si sviluppa rapidamente, trasformandosi in uno stadio purulento. Il pericolo di sepsi generale è grande.

Nell'infanzia, la colangite è estremamente rara in forma acuta. L'infiammazione si sviluppa sullo sfondo di un'infezione da streptococco secondaria. I sintomi sono sfocati. È necessaria una diagnosi differenziale, dopo di che viene elaborato un programma di trattamento individuale.

La colangite acuta si manifesta con i seguenti sintomi:

  • dolore doloroso nell'ipocondrio destro, che si irradia alla spalla destra o alla scapola;
  • febbre alta, brividi, sudorazione;
  • nausea con vomito;
  • ingiallimento della pelle e della sclera, prurito.

La mancanza di trattamento porta alla transizione da una forma acuta a una cronica. Ciò avviene a velocità diverse, a seconda dell'età, dello stato di salute generale, delle malattie concomitanti. La colangite cronica ha sintomi:

  1. Perdita di forza, prestazioni ridotte, debolezza.
  2. Pelle arrossata, soprattutto sui palmi, sensazione di prurito.
  3. Febbre senza sintomi di raffreddore.
  4. Le falangi delle unghie delle dita si ispessiscono.

I bambini con colangite perdono peso a causa della nausea in corso. Il bambino si rifiuta di mangiare. Poiché la riproduzione dei microrganismi nei dotti biliari è molto attiva, l'infiammazione si trasforma rapidamente in un ascesso purulento nei dotti biliari. Esternamente, questo si manifesta nell'anemicità. La pelle diventa pallida, il bianco degli occhi acquisisce una persistente tonalità itterica. Compaiono disturbi di mal di testa.

Classificazione delle forme e dei tipi di colangite

Nel processo di diagnosi, il medico deve scoprire quale forma e tipo di malattia viene discussa in ogni caso specifico. Solo allora è possibile scegliere il giusto metodo di trattamento, nonché fornire raccomandazioni individuali al paziente sulla terapia riabilitativa e sulla prevenzione..

Colangite acuta

Non stiamo parlando di un tipo specifico di malattia, ma della velocità del suo sviluppo. I segni tipici di colangite, insieme alle gravi condizioni generali del paziente, si manifestano entro 1-2 giorni. Dolore, febbre, debolezza, vomito: questi sintomi richiedono una risposta immediata. Il paziente viene chiamato un'ambulanza, dopo di che si verifica il ricovero.

L'infiammazione acuta copre raramente solo i dotti della cistifellea, pertanto viene eseguita una diagnosi completa per stabilire un quadro accurato della malattia. Il ritardo è estremamente pericoloso, poiché minaccia il paziente di sepsi.

C'è una forma fulminante della malattia. I sintomi clinici caratteristici della colangite compaiono molto rapidamente e dal momento delle loro manifestazioni iniziali alla sepsi passano solo poche ore. La mortalità supera il 90% dei casi, anche quando al paziente viene fornita assistenza immediata in ambito ospedaliero.

Colangite cronica

Difficile da diagnosticare la forma della malattia. Per molti anni può procedere in segreto, senza particolari sintomi. Si manifesta da solo, ma la sua causa principale potrebbe essere la colangite acuta, il cui trattamento non ha dato il risultato atteso. La complessità della terapia sta nel fatto che il quadro clinico non è chiaro. I pazienti lamentano solo feci molli e dolore addominale ricorrente nell'ipocondrio destro. Sono necessari una diagnostica standard e un follow-up a lungo termine, in base ai quali il medico seleziona un regime di trattamento.

Una delle forme croniche della malattia è la colangite biliare primaria. Si riferisce a patologie autoimmuni, manifestate sotto forma di infiammazione progressiva, ma non suppurativa, dei dotti biliari intraepatici. In questo contesto, si forma la fibrosi, seguita da cirrosi epatica. Nel gruppo a rischio, le donne hanno 30-65 anni, negli uomini la colangite biliare si verifica significativamente meno.

Tipo sclerosante

Colangite cronica, manifestata in una violazione del deflusso della bile. L'enzima digestivo ristagna, portando alla distruzione graduale e progressiva delle cellule del fegato. Una conseguenza tipica è l'insufficienza epatica. Il processo patologico spesso non ha sintomi specifici. Con il peggioramento della condizione, il paziente sviluppa:

  • dolore addominale destro;
  • ingiallimento della pelle;
  • prurito;
  • apatia;
  • perdita di peso.

Secondo le statistiche ufficiali, l'incidenza della malattia non supera 1-4 casi ogni 100mila della popolazione, ma l'indicatore reale potrebbe essere più alto, poiché in molti pazienti è asintomatico. Nell'80% dei casi, tale infiammazione dei dotti biliari è accompagnata da altre malattie croniche dell'apparato digerente..

Tipo di malattia purulenta

Infiammazione dei dotti biliari, che procede in una forma purulenta acuta. Causa principale: blocco completo del deflusso biliare. Il paziente ha una colangite purulenta accompagnata da sintomi: ittero in rapido sviluppo con arrossamento della pelle, brividi, dolore. Se la pervietà dei dotti non viene ripristinata, la colangite purulenta porta alla sepsi biliare.

Nel 100% dei casi, se non trattata, la malattia finisce con la morte. La colangite purulenta causa calcoli nel dotto biliare comune come complicanza della colelitiasi. Le persone anziane sono a rischio. Spesso la patologia è causata da traumi epatici, tumori e invasione parassitaria.

La colangite purulenta ha sintomi caratteristici che si adattano alla triade di Charcot: ittero, dolore nell'ipocondrio destro, temperatura elevata.

Colecistocolangite

Processo infiammatorio cronico, che copre la cistifellea e i passaggi. Coinvolge il parenchima del fegato. Se un paziente con colangite cronica ha il sospetto di colecistocolangite, i sintomi sono i seguenti: forte dolore addominale, sindrome da intossicazione, ispessimento del parenchima epatico, insufficienza epatica.

Gli agenti causali sono microrganismi patogeni. Questi includono E. coli, stafilococchi e altri. Si manifesta insieme all'epatite virale e alle micosi. Vie di infezione: duodeno, linfa, sangue. Prerequisito: violazione del deflusso della bile. I sintomi della malattia non sono solo infiammazione dei dotti biliari, ma anche febbre, debolezza, ingiallimento della pelle, dolore, che possono essere sovrapposti a segni di malattie concomitanti del tratto gastrointestinale.

Diagnostica

Per la diagnosi sono necessari studi di laboratorio e strumentali. Nella maggior parte dei casi, tutto ciò di cui hai bisogno è disponibile in qualsiasi clinica multidisciplinare. Se l'attrezzatura sul posto non è sufficiente, il paziente viene reindirizzato a un insediamento vicino nella struttura medica appropriata..

Diagnostica di laboratorio

Per identificare i sintomi della colangite e prescrivere un trattamento, è necessario condurre uno studio sull'urina e sul sangue del paziente. Per questo, il medico, dopo aver esaminato e intervistato il paziente, prescrive indicazioni per i seguenti esami di laboratorio:

  1. Analisi del sangue clinico. Vengono monitorati gli indicatori quantitativi di VES, neutrofili e leucociti.
  2. Analisi generale delle urine. Normalmente manca di bilirubina.
  3. Chimica del sangue.
  4. Analisi immunologica del siero del sangue in caso di sospetta forma sclerosante.

Questi studi sono sufficienti per stabilire che si tratta di colangite o di un'altra malattia. Inoltre, viene prescritta un'analisi delle feci per rilevare l'invasione elmintica. Se gli indicatori sono tutt'altro che normali, la fase successiva è la ricerca strumentale. Per loro, scrivi le istruzioni corrispondenti.

Esami strumentali

Oggi, i medici possono scegliere a quali metodi diagnostici dare la preferenza, poiché ce ne sono molti. A seconda di come è esattamente attrezzata questa istituzione medica, verrà assegnato un esame appropriato:

  1. Colangiopancreatografia a risonanza magnetica (MRCP). Un mezzo di contrasto viene iniettato nel sangue del paziente, dopodiché le immagini vengono acquisite su una macchina per la risonanza magnetica. La procedura non richiede più di mezz'ora e per il paziente è la meno traumatica.
  2. Studi ecografici. Questo metodo per diagnosticare la colangite è abbastanza preciso, indolore, ma inferiore a MRCP nel grado di dettaglio. I condotti più piccoli sono quasi impossibili da vedere.
  3. Colangiografia pancreatica retrograda endoscopica (ERCP). Viene eseguito utilizzando un fibrogastroduodenoscopio, che viene somministrato per via orale al paziente all'estremità del dotto biliare comune, che viene riempito con un mezzo di contrasto. La tecnica è abbastanza traumatica, anche se fino a poco tempo fa era la principale.
  4. Colangiografia transepatica percutanea (abbreviata in PTC). Usando un ago, sotto guida ecografica, la pelle e il fegato vengono perforati per iniettare un mezzo di contrasto nei dotti biliari. Tecnica sempre meno traumatica.

I risultati più accurati e un quadro oggettivo dello stato del fegato, della cistifellea e del parenchima sono forniti da MRCP, quindi questo metodo è preferito nelle cliniche private, così come nelle grandi istituzioni mediche di assistenza sanitaria.

Metodi di trattamento della colangite

La scelta della terapia dipende dalle condizioni, dai sintomi e dai dati diagnostici del paziente. Per le forme acute e molte croniche della malattia, viene eseguito il ricovero. Il trattamento della colangite è un processo complesso in più fasi, che include la fornitura di cure di emergenza, se necessario, un intervento chirurgico e una terapia riabilitativa a lungo termine.

Terapia farmacologica

Fa parte del trattamento conservativo. L'obiettivo è rilasciare i dotti biliari, alleviare l'infiammazione. La composizione predominante dei farmaci sono gli antibiotici, che vengono assunti per almeno 10 giorni. La selezione esatta dei farmaci viene eseguita dopo aver seminato la bile. Inoltre, il paziente ha bisogno di:

  1. Ripristina le proprietà reologiche del sangue. Per questo, viene somministrata Reopolyglukin o pentossifillina.
  2. Per aumentare gli indici di emodinamica centrale. Può usare plasma, farmaci cardiotonici, soluzioni elettrolitiche, ecc..
  3. Elimina l'intossicazione. Vengono somministrate soluzioni per infusione, viene eseguita la diuresi forzata.
  4. Ripristina le cellule del fegato. Viene selezionato un complesso vitaminico e viene prescritto anche Essentiale.

Per alleviare i sintomi del dolore, vengono prescritti analgesici e vengono prescritti preparati enzimatici per migliorare la digestione..

Trattamento fisioterapico

Parte integrante del trattamento conservativo e della terapia riabilitativa. Il medico curante prescrive individualmente le procedure: diatermia, UHF, paraffina o ozocerite nell'area del fegato, esercizi di fisioterapia, cure termali.

Buoni risultati sono stati mostrati soggiornando in sanatori specializzati delle acque minerali caucasiche, così come a Truskavets.

Dopo il completamento della terapia riparativa, è necessario attenersi rigorosamente alla dieta prescritta dal gastroenterologo per diversi anni per consolidare il risultato..

Intervento chirurgico

Il trattamento chirurgico è indicato per i sintomi di una violazione del deflusso della bile, se i metodi conservativi eseguiti prima non hanno dato il risultato desiderato. La chirurgia endoscopica è preferita in quanto è la meno traumatica per il paziente. Con il suo aiuto, è possibile drenare i dotti biliari, rimuovere pietre e calcoli esistenti. La perdita di sangue durante tale operazione è minima e il periodo di recupero è ridotto al minimo. E il costo dell'operazione al momento è vicino alla laparotomia tradizionale. La chirurgia addominale viene utilizzata solo in caso di colangite purulenta.

etnoscienza

Per le forme croniche di colangite negli adulti, il trattamento sotto la supervisione di un medico può includere l'uso di preparati a base di erbe che eliminano i sintomi tipici della congestione biliare. Ci sono alcune ricette, tutte si riferiscono al coleretico.

Achillea, calendula, poligono in proporzioni uguali2 cucchiai. l. la miscela viene infusa per 1 ora in 0,5 litri di acqua bollente (in un thermos). L'infuso filtrato viene bevuto 3 volte al giorno per 20 minuti. prima dei pasti per 30 giorni.
Menta, orologio a tre foglie, coriandolo, immortelleAiuta ad alleviare il dolore, migliora il deflusso biliare, stimola la funzionalità epatica. Una miscela in proporzioni uguali nella quantità di 1 cucchiaio. l. preparare 200 ml di acqua bollente e lasciare agire per 1 ora. L'infusione filtrata viene presa in 2 cucchiai. l. a stomaco vuoto in 20 minuti. prima dei pasti per 3 settimane.
Tanaceto1 cucchiaio. l. erbe secche con fiori vengono infuse in 200 ml di acqua bollente per 1 ora. Bere 1 cucchiaio. l. prima di mangiare. Il prodotto migliora il flusso della bile e ha un effetto antisettico sui dotti infiammati.

È fortemente sconsigliato assumere agenti stimolanti la bile senza consultare il medico. Una raccolta errata può peggiorare la condizione.

Dieta e nutrizione per la colangite

Con un'esacerbazione dei sintomi della malattia, è indicata la fame. Nei primi 1-2 giorni, è consentito bere solo acqua pulita. Dopo la rimozione della sindrome acuta, viene prescritta una dieta con l'assunzione di cibo 5-6 volte al giorno in piccole porzioni con un intervallo massimo tra i pasti - 4 ore Non puoi bere e mangiare freddo, oltre che fritto. Puoi mangiare solo cibi bolliti e al vapore.

Nel menu, la maggior parte dei piatti sono zuppe a base di brodo secondario, oltre a brodi non vegetali. Sono ammessi carne e pesce, ma solo in forma bollita. Cereali, pane (solo raffermo), pasta: puoi, ma a poco a poco. Sono vietati legumi, cipolle, aglio, frutta e bacche molto aspre. L'assunzione giornaliera consentita di zucchero è di 70 g per un adulto o la metà per i bambini.

I succhi devono essere diluiti con acqua in rapporto 1: 2. Il tè viene bevuto solo debolmente preparato con il latte. Quando si preparano le composte, lo zucchero viene sostituito con il miele. Rifiutare completamente l'uso di cibo in scatola, salsicce, funghi, spezie piccanti, senape, pepe, rafano, cioccolato, gelato, caffè, cacao.

Per mantenere la motilità intestinale, vengono mostrate un'attività fisica moderata, passeggiate all'aria aperta. È importante assicurarsi che non ci sia stitichezza..

Prevenzione e prognosi

Il medico aiuterà il paziente con tutto ciò che riguarda il trattamento della colangite. Ma la prevenzione riguarda principalmente l'auto-miglioramento. Include: rifiuto di cattive abitudini, dieta, terapia fisica.

Ogni anno è necessario sottoporsi agli esami del medico curante, seguire le prescrizioni prescritte, fare esami.

La prognosi nella maggior parte dei casi è favorevole, poiché la maggior parte dei decessi si verifica nella colangite purulenta, quando il paziente non è stato aiutato. Tuttavia, il successo del trattamento dipende in gran parte dall'età del paziente, dalla storia precedente e dallo sviluppo di complicanze..